VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

ARTE - Ultimo appuntamento prima della pausa estiva per la rassegna artistica “Biennale di Vercelli - Con l'Arte si riparte”    

La Mostra continuerà sino al luglio 2022

Vercelli Città

Sarà inaugurata domenica 17 luglio alle ore 17,30 presso lo Studio D’arte 256 di Corso Libertà a Vercelli la quattordicesima mostra collettiva del progetto artistico  Biennale Nazionale d’Arte Vercelli, una “maratona” artistica pensata dal pittore Ezio Balliano come reazione all’emergenza sanitaria e come strumento di fiducia e ripartenza che ci accompagnerà ancora per tutto l’anno in corso e buona parte del prossimo, proponendo ogni due settimane una nuova selezione di artisti e di opere rappresentative della produzione di ciascuno e, soprattutto, vetrina delle novità e delle tendenze del mondo dell’Arte che fra i primi ha saputo reagire alla grave crisi causata dalla pandemia.

Fino adesso sono oltre un centinaio gli artisti che hanno proposto oltre 300 opere – dipinti, sculture, fotografie, ecc. – ispirate alle tecniche e alle tematiche più disparate che hanno attratto e incuriosito un pubblico via via sempre più numeroso e interessato che ha dimostrato di apprezzare questo tentativo di ritorno alla “normalità” passando per l’arte.

Continua nel frattempo il lavoro della commissione di critici, artisti, giornalisti e collezionisti a cui è affidato il compito di segnalare, per ciascuna mostra, un’opera particolarmente significativa e meritevole di partecipare, al termine del ciclo espositivo, alla prima edizione del concorso “Biennale d’Arte Vercelli”,  una grande mostra delle opere selezionate pensata per coinvolgere maggiormente i partecipanti in un clima di incontro ma anche di confronto e per concorrere all’assegnazione del prestigioso trofeo messo in palio dall’Organizzazione insieme all’invito, per il vincitore, ad una mostra personale presso lo Studio d’Arte 256, degno coronamento  di un percorso artistico davvero impegnativo ma di grande soddisfazione.

Una breve presentazione degli Artisti e delle loro opere:

Enzo Angiuoni

E’ presente sulla scena artistica nazionale dal 1970 con numerose partecipazioni ad importanti rassegne internazionali, mostre personali e collettive.Produce cultura in prestigiosi spazi pubblici e privati quale consulente scientifico di amministrazioni, aziende turistiche, musei e circoli culturali.

Ivan Bono

Le sue opere, raccontano dal profondo quell’energia selvaggia e primordiale nella quale bene si riconosce: “Creare è per me un bisogno istintivo, quasi primitivo. Devo seguire e concretizzare subito l’emozione del momento, senza poter aspettare. Se la mattina dopo non mi piace più, la distruggo ma non la modifico mai”.

Ana Elena Bunescu

Da piccola mi piaceva disegnare e dipingere, è sempre stata una mia grande passione e negli ultimi anni ho finalmente colto l’occasione di renderla reale, cercando di acquisire più esperienza nel mondo dell’arte e per dimostrare le mie capacità, mettermi in gioco e affrontare una nuova avventura”.

Roberta Coral

Dotata di grande sensibilità e di armonia , nonché di padronanza dei mezzi espressivi, oggettiva ed amplifica emozioni e sentimenti. Dedica molto tempo alla pittura, prevalentemente ad olio e acrilico ma utilizza anche grafite e sanguigna. Autodidatta , concentra il suo interesse sull’astratto e sulla figura, lavorando per cicli come “Segrete Armonie“ e “Al femminile“ .

Giovanna Giovenco

Nasce come disegnatrice di gioielli, ma seguendo la sua ispirazione  cerca di sviluppare le sue idee in un universo tridimensionale seguendo l’intero processo creativo dell’opera. La Ceramica, passione nata circa 2 anni fa, le permette di reinterpretare le forme in sintonia con il mondo che le appartiene e con la sua sensibilità e creatività.

Alessandro Passarino

La sua capacità espressiva spazia dalla scenografia, alla scultura e alla pittura, dimostrando  come bellezza e armonia siano gli imprescindibili canoni del suo linguaggio artistico. La sua pittura trae ispirazione dal Rinascimento e dall’Impressionismo, con nature morte  e  ritratti in cui la luce è assoluta protagonista.

Michele Peri

Ha alle spalle una lunga attività artistica, trascorsa nella sperimentazione di tecniche di elaborazione di materiali di ogni tipo, assemblando e componendo opere che si nutrono di natura ed artificio. spesso tratti da mondi ancestrali sempre ricondotti, attraverso uno stile attualissimo, in una dimensione che mai si allontana dal nostro presente.

La mostra, ordinata presso lo studio d’Arte 256 di c.so Libertà a Vercelli continuerà fino al 31 luglio 2022 nei giorni da giovedì a domenica con orario 17,30-19,30.

Ingresso libero nel rispetto dei protocolli anticovid vigenti.

 

Redazione di Vercelli