il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Avrebbe compiuto 91 anni tra qualche giorno - Nella foto, Armido con la moglie Lia -

VERCELLI, IL GRANDE FILM DELLA FAMIGLIA CAPANNA PERDE UN ALTRO "FOTOGRAMMA" - Ci ha lasciati Armido, non soltanto gestore professionale ineguagliabile delle Sale, ma appassionato e intenditore di Cinema - Lo ricorda Flavio Ardissone -

Con il fratello Corrado aveva gestito i locali cinematografici cittadini -

Il grande film della famiglia Capanna ha perso un altro “fotogramma”. 

Ci ha lasciato Armido, che avrebbe compiuto 91 anni tra qualche giorno andando a raggiungere la moglie Lia il fratello Corrado morti entrambi un anno fa.

Armido era un amante dei film kolossal e li vedeva sovente presso la sala del Belvedere “perché lì g’esè l’impianto dolby”.

Come il fratello Corrado era amante della bicicletta in sella alla quale percorse, durante gli anni della sua pensione centinaia di chilometri.

Con gli altri componenti della sua famiglia gestì il cinema Acli- Principe e il cinema Viotti

Rimaneva deluso quando il film non era in cinemascope perché “il vero kolossal –diceva- richiede un grande schermo…”

Eh sì, uno schermo grande… come è grande il cuore di tutti i componenti della famiglia Capanna che per decenni tanto hanno dato alla vita cinematografica cittadina. 

Le condoglianze giungano alla figlia Cristina con le nipoti Martina e Lavinia, alla sorella Mirella e alla cognata Maria, ineguagliabile cassiera.

Le esequie si terranno mercoledi mattina alle 10,30 presso alle Regina Pacis.

Alla Famiglia Capanna le affettuose condoglianze di VercelliOggi.it –

notizie correlate