VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli
Santhiatese e Cavaglià

SANTHIA' PIANGE MASSIMO BARIOGLIO - Prese da giovane le redini dell'attività fondata dalla famiglia,  il Ristorante Albergo San Massimo - Aveva 72 anni - La fine questa mattina all'Ospedale di Biella - Diede il via ad una rinomata attività, che oggi portano avanti i suoi familiari

Il Santo Rosario domenica ad ore 17 le Esequie alle 11 di lunedì 2 gennaio -

Santhià sgomenta per la scomparsa di Massimo Barioglio, 72 anni, che da giovane prese le redini del celebre  ristorante e albergo San Massimo, situato alla periferia della città, in direzione Cavaglià: l’attività fu avviata dalla sua famiglia ed ora da tempo vede protagonisti i suoi figli.

L’imprenditore era da tempo ricoverato all’Ospedale di Biella, dove ha lottato fino all’ultimo contro un male incurabile; la fine questa mattina, 30 dicembre.

La sua azienda si è conquistata un posto primario tra i protagonisti soprattutto della ristorazione, offrendo alla vasta clientela una cucina, prevalentemente del territorio, ma non solo, di altissima qualità, pur preoccupandosi di assicurare sempre livelli di prezzo che permettessero a tutti di concedersi una cena nel suo eccellente locale, dove sempre si è accolti  con garbo e professionalità.

Il Santo Rosario in suffragio di Massimo si pregherà domenica 1 gennaio alle ore 17, mentre le Esequie si celebreranno lunedì 2 gennaio ad ore 11, in entrambi i casi presso la Chiesa Parrocchiale di Santhià.

Alla famiglia Barioglio le sincere condoglianze di VercelliOggi.it .

notizie correlate