VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

MOVIMENTO VALLEDORA - Ultimi giorni delle scatoline contro l'inceneritore a Cavaglià          

I fondi raccolti sono un contributo importante per pagare gli esperti che hanno presentato le relazioni per non fare costruire l'inceneritore tra Cavaglià e Santhià

Santhiatese e Cavaglià

Il Movimento Valledora annuncia che il prossimo 26 aprile ritirerà i salvadanai-scatoline dagli esercizi dove li ha lasciati in questi mesi di battaglia contro l’inceneritore. 

Sono serviti per raccogliere una parte dei fondi necessari per pagare gli esperti che hanno presentato le relazioni per non fare costruire l’inceneritore tra Cavaglià e Santhià.

Non abbiamo ancora raggiunto la cifra necessaria – spiega Alba Riva, Presidente del Movimento Valledora – e invitiamo tutti a dare il proprio contributo in questi ultimi giorni, così da sostenere questa battaglia per il nostro territorio, per assicurargli un futuro che non sia fatto di pattumiera, ma di valorizzazione del paesaggio e delle tante storie che vi si possono trovare”.

Il progetto dell’inceneritore, in fase di Valutazione d’Impatto Ambientale da parte della Provincia di Biella, è stato presentato nello scorso luglio. L’iter di valutazione è piuttosto lungo, essendo state riscontrate oltre 60 lacune a cui il proponente dovrebbe rispondere con le proprie integrazioni.

A noi, ai 30 comuni che si sono dichiarati contrari e anche ai consulenti appare proprio una missione impossibile, ma aspettiamo con pazienza il 2 di settembre per vedere cosa verrà portato come integrazioni delle molteplici mancanze” aggiunge Alba Riva.

E’, infatti, stata prorogata a tale data la scadenza per il deposito delle integrazioni da parte del proponente.

E’ appena passata la Giornata della Terra – dice Anna Andorno, portavoce del Movimento – dovremmo tutti riflettere su come stiamo consumando risorse e inquinando, dovrebbero meditare anche coloro che vogliono a tutti i costi costruire un mega impianto per bruciare i rifiuti a Cavaglià, su un’area già a forte rischio ambientale a causa delle cave e delle discariche che vi si trovano”.

In effetti siamo tutti chiamati a produrre meno scarti e meno inquinamento, è una responsabilità di ciascuno.

Intanto non dimenticatevi di dare il vostro contributo a questa importante causa.

Potete approfittare degli ultimi giorni di presenza dei salvadanai-scatoline negli esercizi della zona, oppure fare un bonifico sul conto intestato a Movimento Valledora usando l’iban IT 70 T 03268 44779 0538476 71140 o, infine, destinargli il 5 per mille segnando nell’apposito riquadro il codice fiscale dell’associazione 93008070026.

Movimento Valledora

Redazione di Vercelli