VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli

KFOR - Il Comandante RC-W incontra sindaci del Kosovo occidentale

In Kosovo tavola rotonda a Camp Villaggio Italia tra il Comandante del Regional Command West RC-W di KFOR e i sindaci

PiemonteOggi, Regione Piemonte

Si è svolto presso Camp Villaggio Italia a Pejë, un importante incontro tra il Comandante del Regional Command West (RC-W) di KFOR, Col. Marco Javarone, i sindaci e i rappresentanti delle Municipalità del Kosovo Occidentale.

Il Comandante ha espresso la sua sincera gratitudine a tutti i partecipanti per aver aderito all’attività e ha dichiarato di essere onorato e privilegiato nel poter continuare il dialogo con tutti. Come sapete, KFOR è qui per sostenere lo sviluppo di un Kosovo stabile, democratico, multietnico e pacifico. In particolare, KFOR adempie il suo mandato ai sensi della risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, operando al fine di mantenere sia un ambiente sicuro e protetto sia la libertà di movimento in Kosovo. In sostanza, KFOR RC-W hanno il compito di mantenere una pacifica convivenza tra tutte le comunità, considerando le differenze come moltiplicatori di valori. 

Il COVID-19 ha fortemente condizionato il mantenimento dei rapporti e lo sviluppo dei progetti comuni ed ha portato sul tavolo delle municipalità nuove sfide, come ho imparato durante gli incontri che ho avuto l’opportunità di fare con ognuno di voi da quando sono arrivato qua. Ogni municipalità, in realtà, ha i suoi punti di forza e le sue peculiarità quali risorse per un cammino verso un futuro positivo, così ha esordito il Col. Javarone.

Il Comandante del Regional Command West si è poi rivolto agli astanti chiedendo loro di avviare un confronto reciproco su alcune questioni economiche e sociali. In particolare, il dibattito ha riguardato la necessità d’incoraggiare le giovani generazioni a non emigrare all’estero partecipando attivamente allo sviluppo del Kosovo. 

Inoltre ha espresso  la necessità di condividere soluzioni funzionali e vincenti per migliorare la protezione ambientale. Gli intervenuti hanno quindi presentato le peculiarità delle proprie municipalità e riconosciuto i punti di condivisione con le altre amministrazioni locali. 

Successivamente, tutti i partecipanti hanno convenuto che la popolazione locale ha la libertà di svolgere le attività quotidiane senza timore di violenze politicamente motivate, persistenti o su larga scala e che non ci sono tensioni interetniche in nessun comune.

Al termine dell’incontro tutti i partecipanti, consapevoli dell’importanza dello scambio di opinioni, dell’ascolto reciproco e della ricerca del dialogo, hanno promosso la costruzione di un futuro migliore per le generazioni a venire e hanno convenuto che la Municipality Round Table  rappresenta un punto di condivisione quale forza delle municipalità. 

Il contingente multinazionale a guida italiana, su base Rgt. Artiglieria Terrestre a Cavallo della Brigata Pozzuolo del Friuli, opera secondo tre linee direttrici tese a garantire la sicurezza del Monastero di Decane, a monitorare la libertà di movimento nel settore occidentale del Kosovo e a favorire lo sviluppo economico e sociale della popolazione kosovara attraverso i progetti della Cooperazione Civile e Militare (CIMIC).

#UnaForzaperilPaese

Redazione di Vercelli