VercelliOggi
Il primo quotidiano online della provincia di Vercelli

GUARDIA DI FINANZA VERCELLI - Sequestrati 4800 articoli contraffatti e non sicuri      

Si tratta di prodotti contraffatti e privi dei requisiti di sicurezza

Vercelli Città

La Guardia di Finanza di Vercelli ha recentemente sequestrato 4800 prodotti tra contraffatti e privi dei requisiti di sicurezza commercializzati da tre negozianti del Capoluogo e della provincia.

Le attività “sul campo” sono state condotte dai finanzieri vercellesi nell’ambito di un dispositivo dedicato al sistematico contrasto all’illecita produzione e vendita di prodotti contraffatti ed insicuri e che valorizza le risultanze delle numerose banche dati che la Guardia di Finanza riesce ad interconnettere con la Dorsale Informatica, le segnalazioni al numero di pubblica utilità “117” e le emergenze dei servizi di controllo economico del territorio.

Più in dettaglio, i militari della Tenenza di Borgosesia (VC) hanno rinvenuto, in uno stand di accessori per telefonia mobile, oltre 100 tra display, batterie ed auricolari recanti i marchi “Samsung”, “Huawei” ed “Apple” risultati, da un più approfondito controllo, falsificati e tali da poter trarre in inganno il potenziale cliente sull’autenticità e sulla sicurezza dei prodotti commercializzati.

Contestualmente anche le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria e del Gruppo di Vercelli hanno eseguito mirati interventi presso due esercizi di articoli etnici e di casalinghi sequestrando 4700 tra prodotti di bigiotteria, per parrucchieri e dispositivi di protezione individuale (mascherine per la protezione delle vie aeree dal COVID-19), in quanto privi dei requisiti di sicurezza imposti dalla legislazione dell’Unione Europea e nazionale.

Contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo ove le aziende possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza mentre la produzione e la commercializzazione di prodotti contraffatti alimentano gli interessi economici della criminalità, sono fonte di una significativa perdita di gettito fiscale che si traduce in una diminuzione della crescita del Paese e nella riduzione dei servizi pubblici per i Cittadini.

 

Redazione di Vercelli