VercelliOggi
il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Un frontale tra la sua Opel Corsa ed una Passat, sabato sera -

CRESCENTINO, CALAMANDREI IN LUTTO PER LA TRAGICA SCOMPARSA DI LUCA FERRO - Aveva 19 anni e frequentava la IV Ragioneria - Vittima del terribile incidente stradale di Brusasco - 

Estratto ancora vivo dal relitto dell'auto e subito curato dai Sanitari del 118: tutto vano -

Crescentinese

Seguici anche su Instagram

Frequentava il quarto anno della “Ragioneria” all’Istituto Calamandrei di Crescentino, il giovane Luca Ferro, 19 anni, morto tragicamente nella serata di ieri, sabato 15 gennaio, nel tremendo sinistro stradale in Frazione Mogol di Brusasco, in provincia di Torino.

Il giovane era residente con la famiglia (mamma, papà ed un fratello minore) a Verrua Savoia.

Un frontale in località Case Sparse, tra la Opel Corsa condotta da Luca, che viaggiava in direzione Brozolo e una WV Passat che procedeva verso Cavagnolo.

La dinamica dell’incidente è al vaglio dei Carabinieri di Chivasso.

Dopo l’impatto la Corsa di Luca ha preso fuoco; i Vigili del Fuoco (sono accorse Partenze anche da Livorno Ferraris, oltre che da Montanaro, Asti, Chivasso) hanno estratto dal relitto dell’auto il corpo del ragazzo, ancora in vita, affidandolo subito alle cure dei Sanitari del Servizio 118.

Tutto è stato, purtroppo, vano.

Il conducente della Passat è stato ricoverato in Ospedale a Chivasso e – da prime sommarie informazioni – non sembra in pericolo di vita.

A Crescentino, dove la notizia ha subito raggiunto la popolazione scolastica, il dolore è grande, come in tutto l’Istituto Comprensivo Galileo Ferraris di Vercelli, di cui la scuola fa parte.