VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
10 Dicembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
VideoNotizie
16/11/2019 - Perchè dovremmo spendere 16 milioni di euro per compiacere Iren?
Il Sindaco Andrea Corsaro e la maggioranza di Centrodestra pare proprio che – per quel che se ne capisce ora – non vogliano parlare nella sede più appropriata, il Consiglio Comunale, dell’ idea di costruire un impianto per la produzione di pallets in Area Industriale a Vercelli.
Già è buffo il fatto che la formaldeide sia stata eliminata dalle colle per tenere insieme i trucioli (ma resta nel legno di scarto che sarebbe conferito) solo perché qualcuno “ha fatto casino”.
Se nessuno avesse detto niente, quelli di Iren la formaldeide ce l’avrebbero piazzata dove ben possiamo immaginare.
Loro fanno così.
E trovano sempre qualcuno che li assecondi.
E così i Consiglieri Comunali di Centrodestra si apprestano a votare, come disciplinato “parco buoi”, quello che hanno deciso quelli di Iren con i loro capi.
Ordini di scuderia: finirà così anche per la letamaia di Iren in Area Polioli?
***
Ma, mentre in sede di riunioni pre – consiliari di maggioranza, il Sindaco dice che, in fondo, l’impianto si può fare ed a lui fa eco il fido Presidente di Atena Asm, Angelo D’Addesio, sono in tanti che vogliono vederci più chiaro.
E, soprattutto, che pensano: invece di dirlo solo nelle riunioni pre consiliari di maggioranza, vieni magari a dirlo in Consiglio Comunale, così sentiamo tutti.
Il Movimento Civico SiAmoVercelli dice senza peli sulla lingua che non c’è motivo per cui i cittadini vercellesi debbano sostenere un esborso di 16 milioni di euro per costruire uno stabilimento che non ha senso da un punto di vista ambientale e meno ancora da un punto di vista industriale.
Se davvero Atena Asm ha tutti questi soldi (40 milioni di euro che servono per costruire l’impianto dei pallets in Via Libano), li investa piuttosto per il proprio core business: tenere pulita la città e occuparsi dell’efficientamento energetico.
Non va poi dimenticato che – anche a proposito di economia circolare – lo stabilimento progettato e rivisto da Iren con Atena Asm è una contraddizione in termini.
Perché per triturare il legno di scarto si brucia metano (nell’ordine di 6- 7 milioni di metri cubi, con le relative emissioni) invece di bruciare parte dello stesso legno che si conferisce.
***
Oggi al microfono di VercelliOggi.it Piero Boccalatte, esponente di SiAmoVercelli e noto Commercialista vercellese, illustra il motivo per cui il Movimento Civico invita i cittadini al gazebo (sabato 16 e domenica 17 novembre, dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19) per firmare la petizione che chiede di non procedere con questa iniziativa opaca e certamente non urgente.
I volontari di SiAmoVercelli sono anche a disposizione per spiegare con argomenti e carte, tutte le criticità di questo progetto, che fa comodo – tanto per cambiare – soltanto a Iren.
Insomma, la storia si ripete con la morale nota: non si può essere amici di Iren e amici di Vercelli e dei vercellesi.