VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
18 November 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it
Video Notizie
24/05/2016 - L'ULTIMO SALUTO A FELIX LOMBARDI - Tony Bisceglia - Enrico Demaria - Carlo Sangalli
Il Duomo è, naturalmente, gremito.

Il parterre delle Autorità completo e trasversale.

Ma ci sono anche se non soprattutto – la giornata del lunedì è del resto propizia – tanti commercianti.

Gli esercenti.

Quelli che lui aveva servito per tanti anni con professionalità, cura e lungimiranza che da tutti gli erano riconosciute.

Un vero “Dirigente” a tutto tondo.

Se altri si può qualificare Servitore dello Stato, a lui si attagliava certamente l’idea di essere un Servitore leale e intelligente dei Commercianti, ma più in generale del Terziario nel suo insieme, che ben presto ha preso nozione di sé come parte fondamentale dell’economia del territorio, a lungo depressa dalla via via sempre meno incisiva presenza dell’industria, mentre nella sua staticità il settore primario segnava – sia pur con soddisfazione dei (soli) protagonisti - il passo.



Ma per un momento lasciamo da parte il ricordo dell’uomo d’azienda, così come dello sportivo.



Il filmato che proponiamo realizzato nel corso delle esequie di oggi in Cattedrale affida a Tony Bisceglia, Presidente Ascom, Enrico Demaria, che parla per i Veterani della Pro Vercelli ed a Carlo Sangalli, Presidente Nazionale di Confcommercio, le testimonianze su Felix Lombardi uomo di sport, uomo d’azienda, uomo dalle tante relazioni ed amicizie pubbliche.



A noi pare bello qui riprendere le poche e sapienti di Mons. Pino Cavallone, che al termine dell’omelia ha voluto consegnare una icona di Felix Lombardi che i più non hanno contemplato.

Parla di Lombardi non come uomo pubblico, non come protagonista di relazioni sociali, ma come uomo che si incontra con Dio.
così torna propizia questa foto che – quasi un presagio di quel pensiero – avevamo scattato sabato in occasione della preghiera comune del S. Rosario di suffragio.

Felix lo si incontrava lì, tutte le domeniche, alla Messa delle 8,30 in Cattedrale.

Quella Cattedrale che oggi lo accoglie, presente tanta gente.

Quella Cattedrale a lui così familiare.

Sedeva negli ultimi posti, certo non ricercava l’esibizione di una fede ostentata.

Stava negli ultimi banchi.

Sempre – con rare deroghe – quelle panche, tanto che Don Pino parla di “posto fisso” e piace anche a noi dire così.

Resta la memoria e l’insegnamento di questa fede umile e sincera, praticata più che predicata, adulta, che ti chiama alla Casa del Padre tutte le domeniche per celebrare e rinnovare il Mistero della Pasqua aprendoti allo Spirito.

Delle tre testimonianze, tutte molto autentiche e sincere, che volentieri offriamo integralmente nel filmato (a breve on line) quella di Toni Bisceglia consegna un messaggio ricco di futuro e che – per come l’abbiamo conosciuto noi – sicuramente sarebbe il saluto più gradito a Felix.

Felix che lascia un grande vuoto – dice il Presidente di Ascom Vercelli, che però prosegue – ma noi ti promettiamo che questo vuoto sarà colmato: l’Organizzazione andrà avanti e crescerà. Da domani si ricomincia a lavorare.

E lui sicuramente, da quel posto negli ultimi banchi della fila di sinistra per chi guarda l’altare, avrà annuito con un misurato cenno del capo ed un sorriso appena accennato.