VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 4 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



19/09/2014 - Biella - Pagine di Fede

"IL SIGNORE SCEGLIE CON SAPIENZA IL CAMMINO DI VITA DI CIASCUNO DI NOI" - Domenica a Biella, concludendo le celebrazioni per l’VIII Centerario di S.Alberto da Vercelli, si ricorda il "sì" di Sr.Aurora, 25 anni fa

Presiederà la S.Messa il Vescovo di Biella, Mons. Gabriele Mana





"IL SIGNORE SCEGLIE CON SAPIENZA IL CAMMINO DI VITA DI CIASCUNO DI NOI" - Domenica a Biella, concludendo le celebrazioni per l’VIII Centerario di S.Alberto da Vercelli, si ricorda il "sì" di Sr.Aurora, 25 anni fa
Sr. Maria Aurora della Risurrezione

Giornata importante, quella di domenica prossima, 21 settembre, al Monastero Mater Carmeli di Biella.

Il Vescovo Mons. Gabriele Mana celebrerà – alle ore 16, presso la Cappella di Casa Speranza, in Via del Bottegone - la S.Messa nel corso della quale sarà fatta memoria di due momenti di grande significato, nella vita dell’Ordine Carmelitano e della Chiesa: due momenti, dalla radice ai frutti.

Perché si concluderà proprio domenica l’anno di celebrazioni dedicato a S. Alberto da Vercelli, di cui ricorre l’ ottavo centenario della morte. Il Santo Vescovo Vercellese che fu poi Patriarca di Gerusalemme, dove fu chiamato a scrivere la regola del nascente Ordine Carmelitano.

Alla radice, dunque, di una storia pluricentenaria di dono e servizio al Signore, a Maria, alla Chiesa ed all’ umanità.

E poi, dalla radice ad un frutto che  - insieme a tanti altri che attingono a quella linfa – oggi è qui con noi a condividere una esperienza, anch’essa di dono, servizio, carità, preghiera.

E’ il dono di una vita. La vita di una ragazza che 25 anni fa risponde sì alla chiamata per la vita consacrata e che oggi prega per tutti noi, vive con le proprie Consorelle al Monastero Mater Carmeli di Biella, “raggiunge” spiritualmente tanti, soprattutto “lontani”.

Ma si occupa anche di coloro la cui “lontananza” è tutta sperimentata in una dimensione interiore di smarrimento, di rinuncia al futuro: sono gli Ospiti di “Casa Speranza”, la Comunità voluta a Biella (attigua al Monastero) da don Ezio Boschetti, che accoglie e prende per mano, per riprendere il cammino verso la vita vera, tanti che sono stati vittima della dipendenza da droghe o alcol.

Così domenica festeggeremo i 25 anni dalla professione perpetua dei voti di Sr. Maria Aurora della Risurrezione, punto di riferimento per una spiritualità che è dono di sè, ascolto della Parola, servizio e amore per i fratelli.

Appuntamento a domenica, dunque, mentre lasciamo i Lettori in compagnia di questo scritto preparato per noi da Sr. Aurora “ieri e oggi”. Sono infatti a confronto due testi che la religiosa ha composto – il primo – per questa occasione; è accompagnato dal secondo, che invece riflette le prime emozioni della giovane Consacrata di 25 anni fa.

***

Carissimi Amici del Carmelo,

il mio grazie in questa giornata di festa è deposto nel cuore di Dio per ciascuno di voi!

Venticinque anni di vita trascorsi al Carmelo: chi l’avrebbe pensato quando per la prima volta sono entrata nel portone del Monastero di Carpineto Romano che mi ha accolto?!

E poi nove anni di vita qui, a Biella, nel Monastero Mater Carmeli: anni di fraternità condivisa con quanti hanno cominciato ad attingere dalla preghiera carmelitana, dalla fraternità condivisa, piccoli sorsi di acqua fresca per un cammino insieme in cordata.

Rallegriamoci oggi insieme!

Il Signore che sceglie con sapienza il disegno di vita per ciascuno di noi, non viene meno nel cammino, anche quando possono esserci giorni pesanti … la sua luce non è quella di una lampadina che rischia di bruciarsi e lasciarci al buio!

La sua è luce che brilla per l’Eternità!

Vi lascio in dono questo scritto che risale alla mia prima professione del 1989: la scelta del Carmelo è stata per me scelta missionaria, scelta di camminare per il mondo e donare l’amore di Dio rimanendo ferma in monastero.

Volando sulle ali dello Spirito si raggiungono i confini più lontani del mondo e del cuore umano…ciò che esprimevo 25 anni fa è quello che vivo ancora oggi!

«Caro Amico, Cara Amica,

da quanto tempo non ci sentiamo, vorrei raccontarti tante cose… Lo sguardo si lancia oltre l’orizzonte, oltre quelle montagne che si scorgono dalla finestra della piccola cella: terra d’Africa, terra d’Asia, non c’è paesino sperduto, villaggio isolato che il cuore in preghiera non abbia cercato di raggiungere in questi anni. È un’esigenza primaria dell’amore il donarsi: “Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici” (Gv 15,13). Come ascoltare questa parola e rimanere chiusi in se stessi? Come sperimentare nel proprio intimo la misericordia del Padre che risana e non farne esperienza di condivisione con i fratelli?

Quel Dio che mi ha chiamato a vivere nel silenzio del Carmelo, che mi ha chiesto di fermare i miei passi per vivere in un atteggiamento di continuo ascolto della Sua Parola ha anche detto: “Ogni volta che avete fatto queste cose ad uno solo di questi miei fratelli più piccoli l’avete fatto a me” (Mt. 25,40).

Ecco allora che la preghiera dilata il cuore, lo Spirito corre là dove sono l’affamato e l’assetato, il nudo da vestire e il carcerato da visitare … milioni e milioni di persone alle quali donare oltre ad un piatto di cibo il Pane della Vita, l’acqua dello Spirito, la veste della grazia, la libertà dei figli di Dio. Fantasia? No, certezza della fede!

Accostarsi a Dio vuol dire scottarsi … scottarsi di un amore che comincerà a bruciarti dentro, non potrai più pensare solo a te stesso, non potrai più vivere solo per te stesso. Ardere di zelo per il Signore ti conduce ad ardere di amore per ogni Suo figlio grande, piccolo, sano, malato, ricco o povero che sia.

Caro Amico, Cara Amica, permettimi di viverti accanto: “Un fratello aiutato da un fratello è come una fortezza”, dice la Scrittura, perché “non è bene che l’uomo sia solo” ad affrontare il cammino della vita.In un mondo che ci vorrebbe tutti isolati, frantumati in noi stessi, rispondiamo con la forza unificante dell’amore.

Non ci sono Marta e Maria contrapposte fra loro, ma tutti noi siamo uno in Cristo Gesù. La mia vita non è più la mia, l’ ho deposta nelle mani di Colui che me l’ ha donata, ora sì che vivo perché è Lui che vive e agisce in me.

Sospinta da questo Spirito oso offrirti la mia povera preghiera certa di poter contare sul tuo appoggio spirituale e di ritrovarti vicino nel Cuore di Gesù con Maria, nostra dolce Madre del Carmelo».

 

 

***

Se ti piace VercelliOggi.it con il network PiemonteOggi.it seguici anche su Facebook.

Clicca “mi piace” sulla nostra fan page: https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

e offrici la Tua amicizia sulla pagina dei nostri Redattori: https://www.facebook.com/vercellioggi . Dialogheremo meglio e più tempestivamente; potremo ricevere le Tue osservazioni su ciò che scriviamo e pubblichiamo: è una cosa che ci aiuta molto a migliorare ancora la qualità del nostro servizio.

Per tenerci sempre in contatto, possiamo scambiarci opinioni nel nostro Gruppo Aperto, che è la grande “piazza” di Vercelli e provincia dove tutti possono incontrarsi per parlare dei momenti importanti della vita di ciascuno: lavoro, famiglia, sport, cultura, religione, tempo libero, politica.

Ecco dove siamo: https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/

Ti aspettiamo e ricorda:

“mi piace” su            https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

Amicizia su               https://www.facebook.com/vercellioggi

Gruppo aperto su     https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ .

***

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it