VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 1 dicembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



24/01/2021 - Regione Piemonte - Cronaca

XIX CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE CITTA DEL VINO – Programmate le nuove date del Concorso rinviato di un anno a causa del virus covid-19

In dettaglio le modalità d’iscrizione



XIX CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE CITTA DEL VINO – Programmate le nuove date del Concorso rinviato di un anno a causa del virus covid-19
Stefano Vercelloni

L’Associazione nazionale Città del Vino ha programmato le nuove date del XIX Concorso Enologico Internazionale, rinviato di un anno a causa del virus covid-19. Si svolgerà dal 20 al 23 maggio 2021, al Castello di Levizzano a Castelvetro di Modena (MO), messo a disposizione dall’Amministrazione comunale di questa Città del Vino, cuore della produzione dell’omonimo Lambrusco Grasparossa.

Stefano Vercelloni Vicepresidente Città del Vino commenta: “In questo  particolare momento storico dove molte Cantine hanno avuto problemi di commercializzazione, è opportuno porre in essere iniziative come questa di promozione territoriale, ma anche di confronto con altri Territori”.

Al Concorso Enologico, appunto, partecipano Produttori non solo italiani ma di diverse nazioni europee che costituiscono la rete europea delle Città del Vino (Re.Ce.Vin.) mettendo in degustazione circa 1.300 campioni di Vino.

Penso che per i produttori del Piemonte e dell'AltoPiemonte sia un'opportunità da cogliere vista la portata dell'iniziativa, ne approfitto quindi per estendere un formale l'invito a tutte le Cantine a partecipare alla XIX Edizione del Concorso Enologico delle Città del Vino”.

Il regolamento apre la partecipazione a tutte le categorie di vini, purché Dop (Doc e Docg) e Igp. In palio Gran Medaglie d’Oro, d’Oro e d’Argento, un vero e proprio attestato di certificazione della qualità dei vini, visto che l’obiettivo del Concorso Enologico di Città del Vino è quello di offrire alle aziende uno strumento in più di promozione e valorizzazione.

Il regolamento – secondo quanto prevede l’O.I.V., Organizzazione Internazionale della Vite e del Vino – prevede che solo il 30% del totale dei vini presentati possa ottenere una medaglia. Il Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali ha dato il suo patrocinio.

Molti sono i premi speciali abbinati, alcuni “storici”, come il Forum degli Spumanti che premia le migliori bollicine in concorso; il premio BioDiVino dedicato alle produzioni vitivinicole biologiche (promosso in collaborazione con l’Associazione Città del Bio); il premio MondoMerlot dedicato ai vini prodotti con almeno l’85% di uve merlot, originato dall’iniziativa promossa dal Comune di Aldeno (TN).

Per questa edizione del Concorso è stato istituito anche un premio speciale I vini Felliniani dedicato ai 100 anni dalla nascita di Federico Fellini e patrocinato da “Fellini 100” il marchio ideato dal Ministero per i Beni Culturali per ricordare la figura del grande regista riminese (l’anniversario cadeva nel 2020, ma molte iniziative sono state rinviate al 2021). Il premio è riservato ai vini prodotti a base Sangiovese di Romagna (nelle aree a Denominazione romagnole e della Valle del Rubicone Igp).

Una sezione particolare è dedicata ai vini kosher prodotti secondo le regole dettate dalla religione ebraica; il premio è patrocinato da Iter Vitis, l’Itinerario Europeo del Vino riconosciuto dal Consiglio d’Europa.

La premiazione del concorso enologico delle Città del Vino ha una caratteristica peculiare: i premi sono assegnati sia ai vini dell’Azienda vitivinicola sia al Sindaco del comune in cui l’Azienda opera, a suggellare il legame che esiste tra vino e territorio e che il concorso intende ribadire ogni anno; un legame che si è rinnovato di anno in anno fin dalla prima edizione che si svolse a Siena nel maggio del 2001 e che aveva il nome, non a caso, di “Selezione del Sindaco”: il primo cittadino che idealmente presenta i vini del suo territorio.

Come iscrivere i vini e quanto costa

Le Aziende vitivinicole che intendono partecipare al Concorso Enologico Internazionale Città del Vino possono iscrivere uno o più campioni di vino; per ogni campione (si intendono 6 bottiglie della stessa tipologia) la cifra da pagare all’atto dell’iscrizione è di € 80,00 + IVA 22% (totale € 97,60).

Grappa Award: un premio esclusivo per i distillati italiani

Oltre il vino la grappa. Il Concorso enologico propone la seconda edizione del Grappa Award, riservato alle migliori grappe italiane con l’obiettivo di contribuire alla valorizzazione di questa tipologia di “spirito” tipicamente italiana.

Le categorie previste sono le seguenti: grappa giovane, grappa aromatica, grappa invecchiata o vecchia, grappa stravecchia o riserva.

Le modalità di partecipazione al concorso sono le stesse previste per le altre tipologie di vini, fatta eccezione per il numero delle bottiglie da inviare che è ridotto a solo 2 campioni per ogni distillato iscritto. Sono accettati i formati da 0,50 lt fino a 1 litro). Il costo di partecipazione è lo stesso: € 80,00+IVA (22%) a campione.

La registrazione e le iscrizioni dei campioni partecipanti al Concorso Enologico Internazionale Città del Vino e Grappa Award può essere fatta mediante la compilazione di un apposito modulo cartaceo di iscrizione che può essere scaricato dal sito (clicca qui)www.cittadelvino.it o richiesto alla segreteria dell’Associazione tel. 0577.353144.

 

Redazione di Vercelli

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it