VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
22 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




16/05/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI, SUL CONTO CONSUNTIVO DEL COMUNE SI CIMENTANO I FURBI, COME I POCO FURBI - Ormai a ramengo il tentativo di scavallare l'election day per non svelare le cifre reali - Atti e fatti, ma solo in conferenza stampa

Oggi pomeriggio la riunione dei Capigruppo per fissare la data del Consiglio -



VERCELLI, SUL CONTO CONSUNTIVO DEL COMUNE SI CIMENTANO I FURBI, COME I POCO FURBI - Ormai a ramengo il tentativo di scavallare l'election day per non svelare le cifre reali - Atti e fatti, ma solo in conferenza stampa
La riunione della I Commissione, ier in Comune a Vercelli -

I furbi, come i poco furbi, in questo Mondo ci saranno sempre.

Poi – da tutta un’altra parte – stanno gli intelligenti, come i poco intelligenti.

Però è un fatto: furbizia ed intelligenza non sono mai andate d’accordo.

Così dura poco la trovata – una vera e propria monelleria istituzionale – per cercare di sfangarla con l’approvazione del Bilancio Consuntivo del Comune di Vercelli, esercizio 2018.

Di passaggio: ieri in Commissione anche quello dell’Azienda Farmaceutica, che – a detta di qualche uditore -  presenta cali di fatturato delle Farmacie Comunali.

Bisognerà riparlarne, ma in altra sede.

***

Dunque va a ramengo il tentativo di scavallare la scadenza del 26 maggio senza prima presentare i conti all’Aula di Piazza Municipio, dove i Consiglieri di Opposizione avranno da dire – e molto – sui numeri che Andrea Coppo e Maura Forte hanno dichiarato in una conferenza stampa.

Squadra che vince, non si cambia -


Anzitutto, proprio sulla conferenza stampa.

Perché hanno intrattenuto i giornalisti – come se avessero voluto mostrare un viso da carpenteria metallica – quando, invece, si sarebbero dovuti precipitare a sollecitare la convocazione del Consiglio per esaminare proprio quei numeri che dichiaravano.

Dicendo cose, ad esempio, come questa: ma Adriano, l’hai convocata la Commissione Bilancio? Siamo già in ritardissimo!

Dobbiamo fare atti e fatti.

Oppure: Manu, ma t’è vartì i Capigruppi che ie da cunvuchè al Cunsei?

Parchè al va nen ben. Avrui già duì felu al 30 d’avril, suma a magh…

(Trad: destinataria dell’invito – richiamo potrebbe essere la Presidente del Consiglio Comunale, Manuela Naso, che potrebbe essersi sentita dire: Manuela, hai convocato i Capigruppo per decidere la data del Consiglio? Avremmo dovuto tenere l’adunanza entro il 30 aprile. Siamo a Maggio!”

***

Perché la Legge dice che il Bilancio Consuntivo di un Comune deve essere approvato entro e non oltre il 30 aprile dell’anno successivo.

Anche un Comune che qualcuno – eventualmente -  potrebbe  illudersi fosse una sorta di Paese dei Balocchi delle aziende straniere che promettono investimenti milionari, avendo bilanci che fanno sorridere.

E che perciò non si sa né quali capitali potrebbero finanziare gli investimenti, né tantomeno da dove arriverebbero ed in che modo pottrebbero essere stati generati.

***

Ma torniamo a bomba.

Dunque ieri si è svolta la riunione della Commissione Bilancio, convocata con tutta calma il 15 maggio, cioè due settimane dopo il termine ultimo posto dalla Legge per lo svolgimento del Consiglio Comunale.

Violavano la norma, ma, contemporaneamente, dichiaravano voluttuosamente in conferenza stampa.

***

C’erano tutti i Consiglieri Commissari.

Per la maggioranza Adriano Brusco, Costantino Zappino, Sara Vinci.

Per l’Opposizione Maurizio Randazzo, Pier Giuseppe Raviglione, Renata Torazzo.

Ezio Robotti ha presentato anche il Bilancio della Farmaceutica ( che presiede ) sul quale – come abbiamo anticipato – torneremo in altro servizio.

La votazione è finita infruttuosa.

Cioè tre hanno votato a favore e tre contro.

Ma comunque la riunione è stata regolare, quindi il passaggio in Commissione è ok.

***

Oggi pomeriggio, invece, la riunione dei Capigruppo per decidere la data di convocazione del benedetto Consiglio Comunale che si sarebbe già dovuto svolgere – se si fosse applicata la Legge – entro e non oltre il 30 aprile.

Con vivido senso dell’umorismo vi è chi sostiene: siccome abbiamo sempre tenuto le riunioni di Consiglio l’ultimo giovedì del mese, adesso l’ultimo giovedì è il 30 aprile…

Senza avvedersi della buffa circostanza rappresentata dal fatto che il Consiglio si sarebbe dovuto tenere entro e non oltre il 30 aprile.

La Giunta ha – invece – deliberato la Bozza di Bilancio solo il 24 aprile.

E c’è anche da capirli.

Con tutti i nastri da tagliare, con tutti i contributi da dare a tizio e caio (il raccapricciante riepilogo in altro servizio) perché facciano eventi, feste e manifestazioni sportive proprio nei 50 giorni precedenti le elezioni.

Con tutta la promozione che bisogna fare in varie associazioni per la Aprc di Lione e per il suo Legale (e così è chiaro a tutti che si parla di cose legali) Rappresentante Karim Abdellaoui, come si può anche pensare a compilare il bilancio?

E chissà come devono avere insistito perché l’Amministrazione provvedesse con puntualità, Tecnici rigorosi quali Silvano Ardizzone e Fausto Pavia.

Ma se la Giunta delibera solo il 24 aprile, solo il 30 aprile i Consiglieri Comunali ricevono la comunicazione che la Bozza è a disposizione, il Consiglio deve essere tenuto al massimo (e siamo già fuori) il 15 maggio.

Cioè 20 giorni dopo, compresi i 5 per la notifica (da 24 a 30  aprile).

Vediamo dunque quali sarebbero stati i termini (pur sul filo di lana) per procedere regolarmente.

Il Consiglio si sarebbe dovuto tenere al più tardi entro il 30 aprile.

Andando a ritroso, computando i 20 giorni di tempo che i Consiglieri hanno per l’esame degli Atti, compresi i 5 giorni di notifica, la Giunta avrebbe dovuto deliberare la bozza di bilancio al più tardi entro il 10 aprile.

Invece si è riunita il 24 aprile.

Tutto qui.

Questi sono i fatti – non fatti, quelli gli Atti.

***

Invece, un bel tubazzo di niente.

Maura&Andrea tengono, però, una bella conferenza stampa dove, senza il minimo imbarazzo, snocciolano i loro numeri.

Che ora dovranno esporre anche in Consiglio, preparandosi a ricevere parecchie osservazioni e critiche: perché un conto è dichiarare ai giornalisti, tutto un altro conto rispondere al contraddittorio intrattenuto con coloro i quali il popolo ha mandato in quell’Aula proprio perché controlli puntualmente ciò che fa l’Esecutivo.

 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it