VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 26 febbraio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



31/12/2014 - Vercelli - Società e Costume

VERCELLI, SIAMO ANCORA IN TEMPO PER DARE IL NOSTRO CONTRIBUTO - Festa degli Auguri in Prefettura, per raccogliere offerte da donare alle famiglie bisognose - Ecco l’iban

“Associazione per l’Assistenza Spirituale delle Forze Armate” Iban IT 69K 06090100070000012892852





VERCELLI, SIAMO ANCORA IN TEMPO PER DARE IL NOSTRO CONTRIBUTO - Festa degli Auguri in Prefettura, per raccogliere offerte da donare alle famiglie bisognose - Ecco l’iban

Siamo ancora in tempo per concludere l’anno in bellezza (oppure per inaugurare quello nuovo nel modo migliore, con un’opera di bene), aiutando la Prefettura di Vercelli a realizzare, anche in questo 2014, l’obbiettivo di “solidarietà attiva” che non manca ormai da qualche anno di perseguire, offrendo con la Festa degli Auguri l’opportunità di fare del bene.

Ma andiamo con ordine.

Sappiamo che la particolare sensibilità e l’umanità del Prefetto Salvatore Malfi lasciano ben poco spazio alla rappresentazione di Istituzioni arroccate entro le proprie mura, in una dimensione elitaria e comunque esclusiva dello Stato.

Il Rappresentante del Governo ci ha ormai abituati ad una visione assai diversa del proprio ruolo ed anche dell’uso che intende fare dei beni – come in questo caso di assoluto pregio e valore storici – che ha in custodia.

I locali della Prefettura di Vercelli, di concezione napoleonica, sono concepiti per assegnare e riconoscere all’inquilino di turno la dignità di un nobile d’altri tempi.

Un Signore che domina sul popolo, anziché un “civil servant”, un Servitore dello Stato e del suo popolo.

In particolare il Salone d’Onore di Via San Cristoforo è un vero gioiello, sintesi di esperienze architettoniche ed artistiche arrivate fino a noi per documentare un’epoca, una cultura, ma anche per essere condivise nel presente e consegnate al futuro.

E proprio in questa prospettiva si è calato, da quando ha preso contatto con la realtà vercellese, che ha scoperto da subito essergli assai vicina ed assonante, il Prefetto Salvatore Malfi.

Concepisce la propria funzione come quella di un “custode” di questo grande patrimonio; un custode che si è assunto – tra gli altri – il compito di “includere”, di fare condividere, soprattutto di fare conoscere questo patrimonio che è del popolo.

Sicchè, dopo molti anni, il Salone d’onore della Prefettura è tornato ad aprirsi un po’ a tutti; soprattutto a tutti coloro che vogliono fare del bene, aiutare il prossimo.

Così, via via, abbiamo visto (e documentato, per quello che è il nostro modesto compito) in questi anni un po’ di tutto, animare ed animarsi nell’austera cornice della grande Sala: ragazzi delle scuole che esibiscono coreografie in occasione della Festa della Repubblica; ancora ragazzi dei Licei Musicali che intrattengono gli Ospiti mostrando ciò che hanno imparato. Poi ancora studenti che illustrano quella che abbiamo chiamato “Immagine sociale” dell’Arma dei Carabinieri e – non sono certo gli ultimi né i meno bravi – ancora allievi degli Istituti alberghieri della provincia mostrare ciò che sanno fare per ricevere e fare sentire a proprio agio le persone.

Il denominatore comune di tante di queste esperienze è  proprio il particolare affetto che Salvatore Malfi nutre per il mondo della Scuola.

Sentimenti maturi e maturati anche tra le mura domestiche se pensiamo che la Signora Carmela Pennacchio, la sua Consorte, è una affermata Docente di Diritto Romano all’ Università della Capitale.
E la
Signora Malfi si è rivelata anche in questa occasione una perfetta padrona di casa, accogliendo gli ospiti di questa Festa degli Auguri 2014 con grande signorilità ed insieme con la semplicità di una persona che riceve e si intrattiene in amicizia con altre persone.

Festa – potremmo dire – a chilometro zero e pensata per proiettare effetti concreti in termini di aiuto a chi ha bisogno.

Perché (si passi l’estensione del concetto)  “a chilometro zero” ?

Perché nulla in questa occasione di eleganza formale, eppure così sobria, ha rappresentato un costo per l’Erario.

A partire dal rinfresco offerto agli Ospiti, stato preparato con il contributo degli Sponsor, che è giusto ricordare: sono tutti Enti ed Aziende primarie del territorio, che hanno inteso anche così condividere qualcosa della propria esperienza.

Eccoli, dunque: Hotel La Bettola; Salumificio Portalupi; Panificio Atzeni; Supermercati Coop.; Il Globo; Amici della Panissa di Albano; del lavoro veramente perfetto e professionale degli Studenti dell’Alberghiero di Varallo, Gattinara e Trino abbiamo già detto: meritano un plauso particolare.

Ma non sono mancati i contributi anche del Liceo Musicale di Vercelli; della Band allestita dagli Studenti del Liceo Scientifico.  Hanno concorso anche l’Unione Agricoltori ed è opera del Corpo Forestale dello Stato e dei Vigili del Fuoco lo splendido albero di Natale che troneggia nella grande sale, tutto illuminato.

Niente costi, dunque, per questa occasione nel corso della quale tutti gli intervenuti hanno potuto lasciare un contributo in denaro che nelle prime settimane del 2015 sarà destinato a sostenere famiglie in difficoltà della provincia di Vercelli.

Siamo ancora in tempo – si diceva all’inizio – perché è possibile devolvere offerte utilizzando l’iban del Pasfa (il Patronato di assistenza spirituale delle Forze Armate, presieduto da Alessandra Ticozzi), indirizzando come segue:

“Associazione per l’Assistenza Spirituale delle Forze Armate”

Iban

IT 69K 06090100070000012892852

Buon Anno a tutti.

Commenta la notizia su  https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it