VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
05 Dicembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




06/06/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI, SCOLARI NOMADI DELLA CARLO ANGELA - Il Comune sapeva da marzo 2018 dei lavori, ma...non sappia la destra ciò che fa la sinistra - Il vangelo del ballottaggio impedisce di trovare in tempo una soluzione

Scuola Primaria Carlo Angela, i genitori sono assai delusi. Da cosa? Dalle verità clintoniane sfornate dalla Squadra, fino all’ultimo respiro.





VERCELLI, SCOLARI NOMADI DELLA CARLO ANGELA  - Il Comune sapeva da marzo 2018 dei lavori, ma...non sappia la destra ciò che fa la sinistra - Il vangelo del ballottaggio impedisce di trovare in tempo una soluzione
Avogadro, approdo delle Pime e Seconde della Carlo Angela - Ma senza palestra -

Scuola Primaria Carlo Angela, i genitori sono assai delusi.

 

Da cosa?

 

Dalle verità clintoniane sfornate dalla Squadra, fino all’ultimo respiro.

 

Adesso salta fuori anche il problema del trasferimento di alcune classi alla Media Avogadro, dove non c’è la palestra.

 

Ma andiamo – è il caso di farlo, fin da marzo 2018, come vedremo tra breve -  con ordine.

***

 

IL CASO SALTA FUORI SOLO DOPO L’ARTICOLO DI VERCELLIOGGI.IT – PRIMA, BOCCHE CUCITE

 

Come annunciato nel nostro precedente articolo, il Presidente del Consiglio d’Istituto, Michele Pretti, ha ottenuto la convocazione di un’assemblea aperta ai genitori, presenti esponenti del Comune.

 

Va ricordato che, così come molti Istituti Superiori sono in carico, per la gestione, alla Provincia, le Scuole di ordine inferiore sono, invece, di competenza del Comune.


Quindi è per questo che il Comune di Vercelli ha voce in capitolo.

 

***

L’incontro si è effettivamente tenuto, ma non il 7 giugno, come previsto, bensì il 4, l’altro ieri.

 

Presenti, per Palazzo Civico, gli Assessori Michele Cressano e Mariella Moccia, assistiti dal Dirigente di Settore, Renato Bianco.

 

Nessuna traccia del Sindaco Maura Forte, pure annunciata in scaletta.

***

IL COMUNE SAPEVA DA MARZO 2018 DEI LAVORI, DELLA LORO DURATA E DELLA NECESSITÀ DI TRASFERIRE I BAMBINI IN UN ALTRO PLESSO SCOLASTICO

 

Come sappiamo – gli articoli precedenti sono linkati alle notizie correlate in alto in questa pagina – si sono appena iniziati i lavori di ristrutturazione dell’edificio: la Scuola Primaria Carlo Angela, di Via Cerrone e Vercelli.

 

Il cantiere sarà attivo (almeno) per tutto l’Anno Scolastico 2019 – 2020.


E qui il primo problema.

 

A pochi metri c’è quello che, i meno giovani, hanno sempre chiamato “Asilo Mora”.


Ora avrà qualche nome politicamente corretto come, ad esempio, Scuola dell’Infanzia o simili.

 

Ma è sempre frequentato, come quando si chiamava Asilo, dai bambini di età compresa tra i 3 ed i 6 anni, prima delle Elementari.

 

Sono in tutto un centinaio.

 

Circa 50 di questi il prossimo anno dovrebbero passare dall’asilo alle elementari.

***

 

Solo dopo la lettura dell’articolo di VercelliOggi.it, qualche settimana fa, i genitori hanno saputo del trasferimento di tutti i 250 scolari che l’anno prossimo frequenteranno la “Angela”.

 

Hanno proceduto all’iscrizione alla classe Prima, a dicembre scorso, senza sapere nulla del trasferimento.


Anche perché nemmeno in Comune – così pare - lo sapevano tutti.

 

***


E qui il secondo problema.

 

Non sappia la destra ciò che fa la sinistra (e l’incomunicabilità politica non c’entra), sembra che in Comune siano evangelicamente convinti di una cosa.

 

E’ possibile che il Settore Lavori Pubblici decida di ristrutturare una Scuola, senza che il Settore Scuola ne sappia niente.

 

Ma pare proprio che sia andata così.

***

Perché il Settore Lavori Pubblici, già da marzo 2018, sa che il finanziamento è pronto, quindi il successivo 18 dicembre 2018 si può bandire la gara.

 

Al termine di questo articolo, in jpg, ci sono le prime pagine degli Atti.

***

Dunque, i Lavori Pubblici sanno tutto e bene sin dal marzo e poi dicembre 2018.

 

Ma si vede che non comunicano con il Settore Scuola.

 

Che avrebbe dovuto cercare di organizzare il trasloco in altra Sede: una Sede che, dunque, si sarebbe dovuta cercare e trovare già da molti mesi.

 

Non si è ancora capito se di tutto questo i Lavori Pubblici avessero informato la Dirigente della Scuola, Fulvia Cantone.

 

Perché anche da lei, fino all’ultimo, non risulta siano arrivate, né al Corpo Docente, né alle famiglie, informazioni utili.

In ogni caso, le famiglie del Mora hanno iscritto i bambini alla Prima Elementare, senza sapere (dicembre 2018) che l’anno successivo non sarebbero rimasti lì.

 

La prima riunione convocata in Comune per cercare di capire “che fare”, è del 20 maggio scorso.

 

Perciò: da marzo 2018 o, almeno, da dicembre 2018, nessuno ha mosso un dito fino a maggio per capire come risolvere il problema.

 

***

 

LA RIUNIONE CON I GENITORI, DEL 4 GIUGNO SCORSO

Di qui in avanti vediamo, dunque, cosa sia capitato alla riunione del giorno 4 scorso.

 

Anzitutto, una prima informazione che risolve in parte il problema.

 

Tutti gli alunni delle Classi terza, quarta e quinta, l’anno prossimo andranno alla Carducci al Belvedere, che fa parte della stessa Direzione.

 

E, fin qui, tutto bene.

***

 

Il problema si pone per i bambini della Classi prima e seconda.

 

Perché la prima ipotesi è di mandarli alla Rosa Stampa.

 

Dove, però, sembra che si siano problemi di “innesto”.

 

Al punto che, a fine riunione, vi è chi preconizza: nei giorni prossimi andremo, se necessario, a battere i pugni.

 

Devono averli battuti male o erano pugni da violinista, perché li hanno mandati a stendere.

 

Allora, dietrofront, i bambini ora vanno all’Avogadro di Via Gioberti.

 

Dove, però, non c’è la mensa.

 

Ma si è rimediato, trovando un locale che possa ospitare qualche scaldavivande e poi una sala per il pranzo.

 

Resta, all’Avogadro, un grosso problema.

 

Manca la palestra.


Così i bambini saranno – una volta le settimana – trasportati alla vecchia Carlo Angela, dove la palestra sembra non sia interessata alla ristrutturazione.


Risultato di tutto ciò: famiglie assai incavolate.

 

Se ci sono due fratellini, ad esempio uno in prima ed uno in terza, prima di arrivare a scuola, al mattino, ci vuole un’ora.

 

Si tenta di rimediare promettendo un servizio navetta: tutti partono da Via Cerrone, ciascuno alla propria destinazione.

 

Ma, anche così, con il traffico delle 8 di mattina, c’è da farsi il Segno di Croce.

 

DOVE STA IL PROBLEMA?

 

La domanda non è oziosa, perché non è poi così difficile, quando si progetta un’opera pubblica, pensare per tempo a tutte queste cose.

 

Ma dove sta il problema?

 

Forse sta nel fatto che, se avessero pensato alla Carlo Angela, non avrebbero avuto il tempo materiale per le opere inaugurate e semi – inaugurate (ancora incomplete, vedi Torre dell’Angelo e Parcheggio di Corso Fiume) in tempo per il ballottaggio.



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it