VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 August 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
12/03/2018 - Vercelli Città - Politica

VERCELLI, LE OPPOSIZIONI IN CONSIGLIO COMUNALE IN CORO: NON TELEFONATECI PIU', ABBIAMO LE ORECCHIE ROVENTI - Dal Pd e gregari le hanno provate tutte per convincerli a prestare un Consigliere per il numero legale

Ma loro dovrebbero essere veri minchioni per accettare



VERCELLI, LE OPPOSIZIONI IN CONSIGLIO COMUNALE IN CORO: NON TELEFONATECI PIU', ABBIAMO LE ORECCHIE ROVENTI - Dal Pd e gregari le hanno provate tutte per convincerli a prestare un Consigliere per il numero legale
Oggi pomeriggio, 12 marzo, conferenza stampa delle Opposizioni in Consiglio Comunale a Vercelli

Sono i rappresentanti delle forze politiche di Opposizione in Consiglio Comunale di Vercelli: Forza Italia, Lega Nord, VercelliAmica, SiAmoVercelli, Movimento5Stelle.

Sono in 15, perciò li chiamiamo – con il loro nome, peraltro – Opposizione e non “minoranza” perché dall’altra parte della barricata, questa sera alle 20,30 quando s’inizierà la Seduta di seconda convocazione del Consiglio saranno – salvo imprevisti – 13 Consiglieri.

Che sono maggioranza in senso più lacaniano che aritmetico.

I Consiglieri di Opposizione sembrano persino un po’ – se non schifati, che è parola non conferente – irritati per il profluvio di telefonate ricevuto dai massimi ed anche minimi esponenti della maggioranza numericamente minoritaria, affinchè questa sera prestassero qualcuno dei loro Consiglieri per consentire alla minoranza di aprire i lavori.

Lavori cui si può dare il via se vi siano almeno 14 Consiglieri Comunali presenti.

E loro – maggioranza – al momento sono 13.

Così ha stabilito non solo e non tanto il Regolamento dell’Aula, bensì e soprattutto la deliberazione votata a maggioranza l’8 settembre 2016, quando è stata respinta la proposta di ridurre ad 11 il numero di presenti valido per aprire i lavori in seconda convocazione.

Erano assenti a quella riunione tre Consiglieri della allora maggioranza e così amen, si diedero da soli la zappa sui piedi.

Questo per fare ragione – dicono gli oppositori – delle solenni panzane che vorrebbero Prefetti chini nella dura fatica di stendere pareri per suffragare la tesi che ne basterebbero 11 – di presenti – e via a surrogare.

***

No, in quell’8 settembre 2016 si andò alla carlona e non ci fu uno straccio di dirigente politico di maggioranza capace di verificare e curare il ruolino delle presenze.

Oggi quindi l’argomento è appena sfiorato, giusto per notizia, per chi fosse immemore di quanto accaduto in quell’8 settembre.

***

In questi giorni – dicono gli Oppositori – telefoni bollenti.

Persino l’ex Parlamentare magna pars del Pd impegnato a comporre compulsivamente numeri “di destra”.

Incurante del brocardo coniato dal mai dimenticato Maestro Giovanni Bianchi, già Presidente Nazionale delle Acli, il quale ammoniva “talvolta il modo migliore di dare una mano è quello di toglierla”.

Ce l’aveva, negli Anni ’80 e ‘90 con arcaici esponenti della nomenclatura aclista delle Puglie – ci pare – i quali non riuscivano a tacitare in nessun modo lo spirito di servizio che ancora aleggiava sopra le loro teste e soprattutto scrivanie e poltrone.

Ma l’idea è sempre buona: a volte il modo migliore per dare una mano è quello di toglierla.

Anche perché – se si ha riguardo ai tanti telefonisti e brillanti strateghi di questi giorni – con amici così, Maura Forte non ha assolutamente bisogno di nemici.

***

La loro pretesa, invero, è singolare.

Vorrebbero che anche uno solo dell’Opposizione andasse a garantire il numero legale (di 14) e così loro tornerebbero di colpo in 18.

Quindi in una botte di ferro.

Allora sì che andrebbero avanti allegri e frementi.

E se già adesso che hanno i numeri risicati sono riusciti ad ingrassare Iren – da ultimo, ma è solo l’ultimo caso – con contrattoni come quello sui Led, sai quanti altri begli affari.

Altri quadranti urbani a Novacoop, altro terreno sottocosto ad Amazon, altre azioni di Atena cedute, magari, a prezzi convenienti ad Iren in cambio di pezzi di acquedotto.

Oppure, come è la nuova richiesta (e già ridiamo): agli uni Trading, agli altri l’acquedotto.

Insomma, sarebbe Natale tutto l’anno.

Altre gestioni estive dell’Enal ad aziende che poi non fanno i lavori previsti dal capitolato d’appalto.

Per tacere – sempre a proposito di piscine – del blocco dei lavori al Centro Nuoto, di cui si parlerà in altra parte del giornale.

***

E gli Oppositori sembrano dire: ma dovremmo essere veri minchioni per darvi anche i numeri perche poi possiate asfaltarci meglio.

E non avrebbero tutti i torti.

***

Comunque, le Opposizioni sono chiare – anche se, mentre scriviamo, mancano ancora due ore alla scadenza ultima per l’apertura dei lavori, quindi magari qualcuno può ancora telefonare eventualmente all segreteria telefonica della portinaia del palazzo dove abita un cugino germano di Silvio Berlusconi – e dicono che non andranno più in Consiglio Comunale.

***

Sicchè i quattro Consiglieri del Centrosinistra che si sono dimessi non potranno (a meno, come si diceva, di clamorosi colpi di scena, sempre possibili) essere sostituiti e perciò le riunioni dell’Aula non potranno tenersi.

Cosa succederà?

Chi vivrà, vedrà.

A più tardi per la cronaca vera e propria.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it