VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 24 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




20/04/2020 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI, IN VIAGGIO VERSO IL FUTURO GUARDANDO LO SPECCHIETTO RETROVISORE - La Giunta approva in 50 minuti centinaia di pagine di documenti - INTEGRALE, IL DUP CHE SARA' PRESENTATO AL CONSIGLIO COMUNALE

Camminano a ritroso sulle orme dei predecessori -






VERCELLI, IN VIAGGIO VERSO IL FUTURO GUARDANDO LO SPECCHIETTO RETROVISORE - La Giunta approva in 50 minuti centinaia di pagine di documenti - INTEGRALE, IL DUP CHE SARA' PRESENTATO AL CONSIGLIO COMUNALE

E’ una lettura complessa che cercheremo di scomporre in più esposizioni.

Ci siamo avvalsi – e lo faremo ancora, nelle successive fasi – del parere di esperti, soprattutto in materia di Finanza Locale, al fine di condensare “in pillole” le principali osservazioni sui documenti.

Siamo alla vigilia delle sedute di Consiglio Comunale di Vercelli nel corso delle quali si discuterà ed approverà il Bilancio di Previsione della Città.

***

Nel corso della riunione di Giunta di venerdì scorso, sono state approvate le bozze che saranno presentate al Consiglio.

Oggi, 20 aprile, si è tenuta la riunione dei Capigruppo.

Riunione “in remoto”, cioè avvalendosi della videoconferenza, così come sarà anche la prossima seduta del Consiglio Comunale, che nelle prossime ore sarà convocata, il prossimo 30 aprile. 

Si vedrà chi resisterà nove ore in videochat: sarà una dura prova per i Consiglieri

Questa volta, infatti, la riunione si articolerà in due sessioni, una antimeridiana ed una pomeridiana, finalmente accogliendo le istanze che da più parti evidenziavano l’inadeguatezza sostanziale della adunanza di mezza giornata, pomeridiana: si era, talvolta, costretti a tagliar corto anche su argomenti importanti. 

Ci si augura, sempre da più parti, che la misura non sia soltanto occasionale, circoscritta a questa convocazione, che si tiene nel periodo in cui non si celebrano processi nei Tribunali: come abbiamo già richiamato in un precedente articolo, il Sindaco e gli Assessori hanno ritenuto di confermarsi la piena retribuzione (per il Primo Cittadino circa 4 mila euro al mese) e, pertanto, non si comprenderebbe come, ad impegni professionali – se ciò fosse mai avvenuto – avrebbe potuto essere pretermessa la doverosità di assicurare tempi congrui per la discussione consiliare.

***

La riunione del Consiglio Comunale, che – essendo pubblica, come quelle delle Commissioni – si prepara, non si occuperà ancora di Bilancio in senso proprio, con l’esame del documento economico fondamentale dell’Amministrazione.

Si esamineranno però i documenti propedeutici, che la Giunta aveva già approvato a marzo scorso.

La Legge, del resto, differisce i termini per l’adempimento da parte degli Enti Locali (proprio in relazione all’emergenza Coronavirus).

Oggi, comunque, in esecuzione dell’adempimento normativo ed in conseguenza dell’avvenuta deliberazione (come abbiamo visto, il 17 aprile scorso) delle bozze dei documenti di Bilancio, il Ragioniere Capo Silvano Ardizzone ha inviato tutti gli Atti ai Consiglieri, affinchè sia rispettato il termine di almeno quindici giorni per la visione dei documenti e la formulazione di eventuali emendamenti.

***

IL DUP, DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE

 

Conviene ora prendere effettivamente le mosse da quello che è il documento prodromico per eccellenza al Bilancio.

Il Documento Unico di Programmazione è un atto squisitamente di competenza della Giunta.

Vi si parla, infatti, dei principi e linee di “governo” della Città e dell’Ente che la rappresenta, il Comune.

Non è un documento strettamente contabile.

Quindi l’Amministratore può anche cogliere l’occasione per unire – all’esposizione di ciò che si riscontrerà poi nel Bilancio – anche l’anticipazione di qualche “progetto”, proposta futura, idee in fase di elaborazione.

Non può essere, ovviamente – come tante volte si è detto – neppure un libro dei sogni.

Ma è proprio su questi aspetti che – a detta deli esperti – pare manifestarsi una certa “aridità” del Dup, preparato dalla Giunta di Andrea Corsaro.

Meglio soffermarsi sualcuni esempi.

Non prima di avere messo il Lettore in condizione di dedicarsi in proprio alla lettura del 


documento che, integrale, si apre cliccando qui –

***

1. Opere pubbliche: verso il copia incolla dei progetti della Giunta precedente?

 

Il primo esame (nelle successive esposizioni anche il dettaglio del Piano Triennale delle Opere Pubbliche) della Sezione (da pag. 130) del Dup che riguarda le Opere Pubbliche è quello che, di primo acchito, porta le lancette dell’orologio indietro di 365 giorni e oltre.

Non vi compaiono progetti che consentano di identificare una fisionomia chiara di questa nuova Amministrazione, pur dopo l’ormai lungo periodo di rodaggio: è passato quasi un anno dalle Elezioni Amministrative.

Semmai si nota qualche “dipartita”.

Per esempio, non si parla più della “fase 2” della riqualificazione del Centro Nuoto (a prescindere che sia un costo a carico del Comune, ovvero trasferito ad un Proponenti di Project Financing).

Cioè: che fare del vecchio stabile (ancora oggi lì con tutto l’amianto che c’è sempre stato)?

Che fare dopo e oltre il Coperchio?

Ma delle piscine si è già detto molto e molto si dirà, si è citata la circostanza solo a titolo esemplificativo.

***

Peraltro, di Opere Pubbliche che potrebbero rappresentarsi come la “firma” della nuova Amministrazione, non è dato vederne.

***

2. Se è un problema di soldi, i soldi ci sarebbero

 

Si è già udita, anche da parte di qualificati esponenti di questa Amministrazione Corsaro Ter, la nota melopea che lamenta la carenza di mezzi finanziari.

Come se la svendita delle azioni di maggioranza di Atena ad Iren fosse passata e dimenticata.

Ancora casse vuote?

L’Asl che bussa a soldi per la titolarità di una Farmacia?

L’Azienda della Casa di Novara – Vercelli che reclama le pigioni non riscosse?

L’affare andato a male con i lionesi di Aprc che non hanno acquistato i terreni di Larizzate e – quindi – non sono arrivati i 5 milioni di euro frettolosamente ed illusoriamente previsti?

Dall’altra parte, all’attivo patrimoniale (nel Dup, a pag. 22) si vede chiaramente che il Comune di Vercelli ha in portafoglio ancora il 40 per cento delle Azioni di Atena Asm.

Un controvalore di 48 – 49 milioni di euro.

Che è diminuito: quando si fecero i conti, due anni fa, per presentare – ciascuno per la propria parte – la “dote” da portare nel “matrimonio” con il Comune di Sali Vercellese, quel numero (oggi, 49) era di 53 milioni di euro.

Entrambi i Comuni scrissero una relazione dicendo, ciascuno: io ho questo e quello, lo porto in dote nella “fusione”.

Che poi non ci fu.

La dote di Vercelli era messa nero su bianco, da Bilancio dell’anno precedente: 53 milioni di euro per la partecipazione del 40 per cento in Atena Asm.

***

Adesso, con tutti i bolli tondi di Legge, si dice che il valore di è ridotto a 49 milioni scarsi.

Cosa facciamo?

Aspettiamo che Iren che la mangi silenziosamente e del tutto?

Aspettiamo di accorgerci che, anno dopo anno, il valore scende, e poi scende, e poi ad un certo punto (magari già dal 2020, con la scusa del Coronavirus, di tempi cupi, di consumi energetici in calo perché l’Industria non tira e così via) non ci daranno neppure più i dividendi?

Cosa teniamo a fare un 40 per cento di azioni, per non contare né punto né poco nella gestione?

Perché il vuoto di idee, progetti, prospettive, che si legge nella Sezione Opere Pubbliche del Dup clonato dalle scorse Amministrazioni, potrebbe essere colmato da Opere finanziabili con quei 49 milioni di euro.

Finchè saranno 49 milioni di euro.

***

3. Imprese ed Esercizi Commerciali chiusi due mesi,

ma Tassa rifiuti a tariffa piena?

Come si è detto, proprio per la natura del documento, non sarebbe stato difficile tradurre in parole sincere una disponibilità d’animo volta ad alleviare la prova che tanti cittadini stanno affrontando.

Per esempio: è noto che gli Imprenditori hanno dovuto – per obbedienza a disposizioni di Legge nazionali – sospendere (ormai per quasi 60 giorni) l’attività.

Se hanno sospeso l’attività, è ovvio che le attività medesime non abbiano prodotto rifiuti.

Il Comune intende fare pagare la Tari (tassa rifiuti) per 12 mesi, oppure per 10?

Di Tari si parla a pagina 30.

In molti si pongono questa domanda.

Al termine della riunione di Giunta del 17 scorso (durata soli 50 minuti per esaminare ed approvare Atti di centinaia di pagine: poi, liberi tutti) il Comune ha diramato un comunicato stampa in cui si precisa (il che a taluno è parsa una excusatio non petita) che questo bilancio è quello pensato in situazione “pre – Covid19”.

A parte il fatto che, questo pensiero, non parrebbe sufficiente a riempiere il vuoto di originalità delle Opere Pubbliche della Giunta Corsaro Ter, giova richiamare ancora la circostanza che il Dup non sia un atto contabile.

Dire una parola, enunciare un principio, di vicinanza – a livello programmatico - alle Aziende in gravi ambasce forse non sarebbe stato fuori luogo.

 

4. Bar chiusi e riapertura con tanti punti interrogativi: che fare della tassa sui dehors?

Tra gli esercizi commerciali che subiscono i maggiori contraccolpi dell’emergenza Covid19 ci sono sicuramente i Bar.

Il Comune intende fare pagare loro, anche nel 2020, la tassa di occupazione del suolo per i dehors installati?

Come se non fosse arrivata nessuna epidemia?

Un accenno al problema – e poi, nelle variazioni di Bilancio, Atti formali conseguenti – forse ci sarebbe stato.

***

5. Ritoccata la tassa affissioni?

A pagina 28 del Dup si legge una frase (questa, vaga) che prevede ritocchi della tassa affissioni.

Davvero queste sono le risposte migliori per la ripartenza dell’economia?

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

vercelli

provincia di vercelli

dup

documento unico di programmazione

comune di vercelli

consiglio comunale

giunta comunale

guido gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it