VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
11 Novembre 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




09/11/2019 - Vercelli Città - Cronaca

VERCELLI, DUOMO GREMITO PER L'ULTIMO SALUTO A DEBORAH MALINVERNI - La 39enne vercellese spirata in Nigeria

Tanta gente, di una Vercelli bella e viva, è qui per consegnarla alla Misericordia, sempre certa, anche quando incomprensibile, incomprimibile nelle nostre povere categorie umane.





VERCELLI, DUOMO GREMITO PER L'ULTIMO SALUTO A DEBORAH MALINVERNI - La 39enne vercellese spirata in Nigeria

Duomo gremito stamane, 9 novembre, a Vercelli, per l’ultimo saluto a Deborah Malinverni, la giovane 39enne vercellese spirata qualche giorno fa in Nigeria, dove si era recata per fare visita al fidanzato, che lavora nel Paese affacciato sul Golfo di Guinea.

Una giornata che dà da pensare, questo sabato che regala un tepore ancora autunnale, per una Vercelli che vede, a pochi metri di distanza gli uni dagli altri, i volti segnati dalle lacrime, qui, in Cattedrale.

E, a pochi passi, separati dalle inimitabili simmetrie del Pisu, ospiti dell’Università, in Viale Garibaldi, quelli splendenti della speranza, di decine di ragazzi che parlano di orientamento scolastico, del mondo delle professioni, del futuro.

(Il servizio in altra pagina).

Pochi passi che si percorrono facendo inevitabilmente memoria di quelle, forse mai abbastanza meditate, parole che aprono la celebre Costituzione Pastorale, che prende nome proprio dall’incipit: ” Le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d'oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla Vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore”.

***

Ecco, questa eco, oggi però rimanda la domanda radicale, che non si può estirpare, che ci sorprende sempre, capace di insinuarsi anche nell’animo di chi creda di avere fede almeno quanto un granellino di senape; la domanda esigente, tutta racchiusa nella parola antica: perché?

Perché, Signore, questa morte?

Perché proprio lei, così giovane e piena di speranza, di buoni sentimenti e propositi?

Perché?

Mentre scorrono sul grande schermo, che è stato preparato per offrire a tutta la gente riunitasi qui nella Casa del Padre, le immagini che offrono scampoli di vita di Deborah, la domanda si fa presente.

Tanta gente, di una Vercelli bella e viva, è qui per consegnarla alla Misericordia, sempre certa, anche quando incomprensibile, incomprimibile nelle nostre povere categorie umane.

E, senza nessuna rassegnazione, ma con umiltà, consegniamo anch’essa, anche la domanda antica, a quella sapienza misericordiosa che assicura la Signorìa della Pasqua, vindice sull’oltraggio della Croce, perché la storia, che è fatta delle nostre piccole storie, un giorno si arrenderà e il Mistero si illuminerà della sua propria luce.


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it