VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 24 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




07/02/2009 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI HA UN PATRIMONIO ARBOREO DI ECCEZIONE E LO STIAMO CURANDO BENE - I dodicimila alberi della città affidati ad esperti







VERCELLI HA UN PATRIMONIO ARBOREO DI ECCEZIONE E LO STIAMO CURANDO BENE - I dodicimila alberi della città affidati ad esperti
L’assessore Prencipe

(i.s.) Sono praticamente raddoppiati negli ultimi due anni i controlli e le potature alle alberate cittadine che contano la bellezza di 12mila esemplari arborei. Nel 2006-7 gli interventi furono in tutto 549; nel 2007-8 si è passati a ben 1.340 (nel 2004-5 furono 407). «Per il 2008-9 abbiamo in previsione di effettuare 1.233 operazioni di controllo che vanno dalle potature agli interventi che liberano gli alberi dai parassiti - ha spiegato l’assessore comunale alla Qualità Urbana e all’Ambiente Antonio Prencipe - stiamo mettendo in campo tutte le forze per il mantenimento del “verde pubblico” che rappresenta patrimonio comune. Per avendo raddoppiato i controlli abbiamo al tempo stesso risparmiato parecchio rispetto al passato». A seguire il Comune nella cura del verde pubblico sono l’agronomo Andrea Tovaglieri, consulente, e il geometra Davide Greppi, detta ditta “Liuni e Greppi” a cui è stato assegnato l’appalto del servizio. «Il verde pubblico - ribadisce Prencipe - ha registrato un totale miglioramento sia quantitativo che qualitativo». Tra gli obiettivi del 2008-09 vi sono trattamenti più rigorosi e interventi aumentati al fine di preservare il patrimonio già esistente e badare anche alla sicurezza dei cittadini. «Voglio tranquillizzare gli abitanti della Rimembranza che diverse volte ci hanno chiesto una potatura della zona. Si tratta di un viale molto importante e sottoporre a pulizia i circa 500 tigli presenti costerebbe intorno ai 100 mila euro, una somma importante dato che l’alberato non è a rischio». Tutte le piante hanno bisogno di essere pulite ma c’è una certa priorità da seguire che gli analisti stabiliscono in base a delle valutazioni: «Gli olmi siberiani di Viale Garibaldi hanno subito più devastazioni a causa delle condizioni atmosferiche il che gli rende più fragili rispetto ai tigli di Rimembranza». L’intervento di potatura su viale Garibaldi è stato effettuato, mentre quello per viale della Rimembranza è previsto per il mese di novembre di quest’anno. «Prossimamente toccherà a: Corso Italia, via Chivasso, Corso de Gregori, Viale Toricelli, Via XX Settembre, Corso Marconi e Corso Bormida». La potatura viene effettuata in base allo stato di salute e all’età di ogni albero. Dalle 12 mila piante del patrimonio verde vercellese,ogni anno bisogna purtroppo abbatterne qualcuno per motivi di sicurezza. Nel 2008, 70 alberi sono stati valutati nella classe D, ovvero a rischio schianto e su di essi è stato necessario intervenire immediatamente, abbattendoli. «In compenso ne abbiamo piantati 350/400 di cui sono morti soltanto 2, il che non è niente male; quest’anno vogliamo metterne altrettanti». In programma vi sono anche altre 1233 potature, la finale sistemazione del “Regolamento del verde”, il quale prevede ovviamente delle sanzioni, gli interventi sui parchi e l’inserimento delle fioriere. «I progetti per quest’anno sono tanti - ha aggiunto in conclusione Prencipe - però ci aspettiamo una più intensa collaborazione dei cittadini. Basta pensare al furto dei vasi che l’anno scorso avevamo messo in Via Cavour...». L’assessore ha snocciolato anche i dati dalle Regione Piemonte sulla qualità dell’aria rilevati dalla valutazione delle 38 centraline presenti sul territorio regionale, attive ininterrottamente e senza modifiche di prelievo dal 1° gennaio 2006. «Riguardo alla centralina di Vercelli di corso Gastaldi la situazione risulta tranquillizzante perché dalla lettura dei dati si evidenzia una progressiva riduzione del numero dei giorni di superamento complessivo dei limiti di Pm10 (le polveri sottili nell’aria derivanti dagli scarichi delle auto e del riscaldamento domestico) tra il 2007 e il 2008, con un  passaggio dai 179 ai 75. Per i PM10, l’Unione Europea ha fissato in 50 microgrammi per metro cubo la soglia media giornaliera superabile per un massimo di 35 giorni l’anno. Il limite della media annua a protezione della salute umana è stata fissata in 40 mcg/mc e anche sotto questo aspetto la città di Vercelli sta migliorando, perché nel arco del triennio 2006-2008 è scesa da una media di 53 a un valore sotto il limite,ovvero a 39».

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it