VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
19 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




06/05/2015 - Bassa Vercellese - Cultura e Spettacoli

VERCELLI E CARESANA, INSIEME PER NON DIMENTICARE - Un itinerario storico tra Carso e Isonzo: viaggio di istruzione per le scuole medie

I ragazzi della scuola media “Ferrari” di Vercelli insieme alla scuola media di Caresana, accompagnati dai docenti e dal dirigente scolastico, dott.ssa Fulvia Cantone, hanno vissuto un’esperienza forte e commovente recandosi sui luoghi che sono stati “teatro” della Grande Guerra di cui quest’anno ricorre il centenario



VERCELLI E CARESANA, INSIEME PER NON DIMENTICARE - Un itinerario storico tra Carso e Isonzo: viaggio di istruzione per le scuole medie
I ragazzi al Sacrario di Redipuglia

Un itinerario storico tra Carso e Isonzo”, questo è il nome che si potrebbe dare al viaggio d’istruzione fatto dalla scuola media “Ferrari” di Vercelli  insieme alla scuola media di Caresana.

I ragazzi, infatti, accompagnati dai docenti e dal dirigente scolastico, dott.ssa Fulvia Cantone,  hanno vissuto un’esperienza forte e commovente recandosi sui luoghi che sono stati “teatro” della Grande Guerra di cui quest’anno ricorre il centenario.

Il viaggio, durato tre giorni, è stato un excursus nel passato  perché  i luoghi visitati hanno insegnato molto di più di una lezione frontale appresa sui libri di storia o di letteratura.

Gli alunni hanno visitato il Museo Storico Militare di Redipuglia che si trova all'interno dell'ex Casa della III Armata ai piedi del Colle Sant'Elia ed offre una panoramica sugli avvenimenti di questo tratto di fronte.

Dopo aver visionato un filmato originale sulla Prima Guerra Mondiale (fornito dall‘Istituto Luce), gli alunni hanno percorso i suggestivi camminamenti utilizzati dai soldati durante la guerra e sono  stati condotti alla Dolina del XV battaglione chiamata così in quanto, su un muro di una struttura, è stato trovato un fregio con il simbolo di questo battaglione; identificata, però, anche come "Dolina dei Cinquecento" perché proprio in questa zona sono stati scoperti, in una fossa comune, i corpi di cinquecento caduti, tumulati nel vicino Sacrario.

E’ stato emozionante ascoltare le riflessioni di Giuseppe Ungaretti, lette dalla guida,  il quale alla fine degli anni ’60 è ritornato in questi luoghi dove aveva combattuto e che gli avevano ispirato la composizione di molte sue poesie.

L’emozione è stata ancora più forte quando i ragazzi hanno visitato il Sacrario di Redipuglia, il più grande d’Italia, che custodisce i resti di oltre 100.000 soldati caduti durante la Prima Guerra Mondiale e già sepolti, inizialmente, sull’antistante Colle sant’Elia.

Questo luogo della memoria è stato voluto ed inaugurato da Mussolini nel 1938 ed accoglie i resti di 60.000 soldati ignoti e 40.000 soldati i cui nomi sono scritti sulle tombe che si snodano lungo tutto il maestoso monumento e ogni loculo è sormontato dalla scritta  “Presente”, come se fosse un monito per non dimenticare.

Il tema del ricordo è stato ripreso nella Risiera di San Sabba, un lager nazista, situato nella città dTrieste, utilizzato per il transito, la detenzione e l'eliminazione di un gran numero di detenuti, in prevalenza Ebrei e dissidenti politici.

Gli alunni, con sguardi esterrefatti, hanno visitato le celle di detenzione e quello che resta di un essiccatoio trasformato in forno crematorio distrutto dai nazisti nell’erronea convinzione di poter cancellare questa brutta pagina di storia.

Il tour storico - letterario  è proseguito con la visita della splendida città mitteleuropea di  Trieste e, per le strade, gli alunni hanno potuto approfondire  quanto appreso  a scuola visitando la libreria di  Umberto Saba  e passando davanti allo storico “Caffè San Marco fondato nel 1914  celebre per essere sempre stato uno dei principali ritrovi degli intellettuali della città come Italo Svevo e  James Joice.

I ragazzi sono stati, inoltre, proiettati nel passato con la visita del castello Miramare voluto dal fratello dell’Imperatore d’Austria e dove hanno soggiornato, appunto, lo stesso imperatore Franz e la moglie Elisabetta  d’Asburgo meglio conosciuta col nome di “Sissi”.

Altri luoghi che la scolaresca ha visitato sono stati la Villa Manin, ultima dimora del Doge di Venezia, dove ha soggiornato l’imperatore Napoleone Bonaparte portando avanti le trattative con l’Austria per il Trattato di Campoformio;  Palmanova, la città fortezza con struttura topografica  a nove punte e la magnifica Aquileia che conserva  gli ineguagliabili mosaici del IV secolo d.C e i resti dell’antica città romana.

Gli alunni, soddisfatti, sono tornati a Vercelli “dopo aver ripassato, in tre giorni  quasi tutto il programma di storia studiato alla scuola media” parafrasando il commento un alunno.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti,  illustrate cliccando questo link:

                                http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp                   

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

Vercelli

Trieste

Carso

Isonzo

Risera

Sacrario di Redipuglia

Grande Guerra

guido gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it