VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 13 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




27/01/2012 - Regione Piemonte - Economia

VERCELLI - "No" ragionato di Coldiretti alle Centrali a biomasse - Sono iniziative che potrebbero valorizzare il settore, ma invece di fatto lo snaturano - Mercato degli affitti drogato da società estranee al mondo rurale

Il Direttore e il Presidente della maggiore organizzazione degli Imprenditori agricoli intervengono sul tema del giorno - Con una posizione motiviata da una analisi realistica sulle vere ragioni del proliferare di queste iniziative




VERCELLI - "No" ragionato di Coldiretti alle Centrali a biomasse - Sono iniziative che potrebbero valorizzare il settore, ma invece di fatto lo snaturano - Mercato degli affitti drogato da società estranee al mondo rurale
Domenico Pautasso, Direttore di Coldiretti Vercelli e Biella

Coldiretti: stop alle speculazioni sugli affitti



Le energie rinnovabili rappresentano una concreta opportunità economica per le imprese italiane, offrendo nuove opportunità di lavoro per uno sviluppo compatibile con l’ambiente: l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili contribuirà in misura sempre maggiore a soddisfare il fabbisogno energetico del Paese.


In questo scenario, l’utilizzo di queste tecnologie avrà un impatto sul territorio e sulle produzioni agricole da non sottovalutare: se da un lato si calcola che dalle campagne italiane sia possibile ottenere nei prossimi dieci anni energia rinnovabile in grado di sostituire tre centrali nucleari (con il diretto coinvolgimento delle imprese agricole e senza causare danni al territorio), dall’altro già da mesi stiamo assistendo a pratiche speculative che stanno compromettendo fortemente tutta una serie di equilibri, dal prezzo degli affitti dei terreni, all’ecosistema, alle produzioni agricole.


Il mondo agricolo può giocare un ruolo decisivo poiché si propone di contribuire al bilancio energetico nazionale con una produzione di energia verde effettivamente sostenibile per l’ambiente ed integrata col territorio, privilegiando l’efficienza energetica anche grazie alla possibilità, tipica degli impianti agricoli di piccole dimensioni, di impiegare l’energia prodotta evitando gli sprechi e valorizzando i residui delle attività agricole, forestali e zootecniche.


La produzione di energia rinnovabile da biomasse, per esempio, avrebbe ricadute positive sia sul mondo agricolo che sull’ambiente: le coltivazioni alternative (quali sorgo e triticale) comportano un utilizzo minore delle risorse idriche e dei fertilizzanti rispetto ad altre coltivazioni; impianti aziendali o collettivi possono agevolare lo smaltimento dei liquami o contribuire ad un utilizzo alternativo delle produzioni maidicole in eccesso.


“Però, al di là di questi aspetti di opportunità (per le imprese, per l’ambiente, per la collettività), siamo fermamente contrari - commenta il Direttore della Coldiretti di Vercelli e Biella, Domenico Pautasso - a quelle iniziative che creano speculazione sul mercato fondiario dei terreni. Non accetteremo più proposte di realizzazione di impianti in cui per il mantenimento delle stesse venga sottratto terreno ai coltivatori offrendo canoni d’affitto a cifre totalmente fuori mercato.”


La Coldiretti di Vercelli e Biella chiede alle istituzioni di farsi parte attiva affinché negli iter autorizzativi della Conferenza dei Servizi venga richiesta la provenienza della materia prima impiegata, e che si rilascino autorizzazioni solo nei casi in cui almeno il 50% della materia prima derivi da reflui zootecnici (liquami e letame) oppure da coltivazioni alternative (sorgo e triticale, ecc.). “Se così non fosse - prosegue il Presidente Paolo Dellarole - andremo ad impoverire pesantemente il tessuto imprenditoriale locale, con il rischio concreto che le aziende, private dei terreni destinati alle coltivazioni tradizionali a fini alimentari, debbano chiudere.”


“Siamo fermamente contrari - conclude il Direttore Pautasso - alla realizzazione di impianti su terreni agricoli da parte di società che non hanno nulla a che fare con l’agricoltura, ma che hanno come solo obbiettivo l’ennesima speculazione nel settore energetico e fondiario. Gli incentivi pubblici destinati alla produzione di energie rinnovabili non devono finire nelle tasche di chi intraprende iniziative con intenti speculativi, il tutto a discapito delle aziende agricole e della collettività intera.”

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it