VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 10 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




10/02/2014 - Vercelli Città - Società e Costume

VERCELLI - Serata Rotary Club, ospite il dott. Massimiliano Caldera

Tema trattato, “Aspetti e problemi riguardanti il restauro dei beni culturali”




VERCELLI -   Serata Rotary Club, ospite  il dott. Massimiliano Caldera
Il dott. Caldera ospite al Rotary Club di Vercelli

Il 4 febbraio il dott. Massimiliano Caldera, responsabile della tutela territoriale della Diocesi di Vercelli e vicedirettore dell’Armeria Reale per conto della Soprintendenza dei Beni Culturali di Torino, ha  trattato il tema “Aspetti e problemi riguardanti il restauro dei beni culturali” suscitando molto interesse tra i numerosi soci e ospiti del Rotary Club Vercelli.



Il relatore, partendo dalle finalità primarie di un intervento di restauro (riparare i danni esistenti e impedire nuovi eventi dannosi), ha illustrato le difficoltà del settore.


Infatti, al di là dell’attuale scarsezza di finanziamenti, ha chiarito che occorre sfatare il concetto diffuso che il restauro debba riportare l’opera al primitivo splendore, ponendosi la domanda: ma è sempre possibile?


Il relatore, proponendo le possibili risposte, ha presentato una rassegna di varie tipologie di restauri messi in atto, evidenziando che il restauro è sempre un’intervento definitivo che, pur cercando di riportare l’opera allo stato primitivo, lascia sempre delle tracce. Infatti occorre chiedersi quale sia il primitivo splendore di un’opera che, nel corso dei secoli, abbia subito non solo danneggiamenti ma anche modifiche per adattarla al gusto di un’epoca diversa da quella in cui è stata inizialmente creata, assumendo così le caratteristiche di un altro periodo storico.


Come esempio di intervento per riportare l’opera al primitivo splendore ha illustrato il restauro della pala dell’Abbazia di Lucedio, che ha richiesto il consolidamento della pellicola pittorica e la pulitura, mentre, come esempio di restauro tendente a mantenere le modifiche apportate nella vita dell’opera ha citato i pannelli lignei recuperati dalla Pieve di Biella  (oggi sistemati nel Duomo della stessa città) in quanto verniciati in colore chiaro per adattarsi al contesto neogotico e non più in legno a vista.


Il dott. Caldera ha pure sottolineato che le moderne tecniche diagnostiche dovute al progresso tecnologico costituiscono solo un elemento di aiuto per la scelta, spesso difficile, della strada da seguire, in quanto il restauro è un atto critico, figlio della nostra cultura e del nostro tempo.


All’intervento è seguito un ampio dibattito che ha visto coinvolti i numerosi esponenti del mondo artistico e culturale presenti alla conferenza, i direttori dei locali musei, i rappresentanti di altri club di servizio cittadini e alcuni restauratori, e la serata si è conclusa con il saluto del presidente Willy Materi che ha ringraziato il relatore con una riproduzione del rosone di S. Andrea.


Se ti piace VercelliOggi.it diccelo con Facebook. Clicca cortesemente “mi piace” sulla nostra Fan Page: https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


E offrici la Tua amicizia sulla pagina della Redazione: https://www.facebook.com/vercellioggi


Potremo dialogare meglio, le Tue opinioni e commenti ci raggiungeranno prima.


Puoi anche farlo tramite e-mail info@piemonteoggi.it


Grazie!



 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it