VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




28/05/2014 - Vercelli Città - Società e Costume

VERCELLI - Museo Leone, inaugurazione a Palazzo Langosco delle Sale delle Filigrane Vercellesi

Cerimonia venerdì 5 giugno e da sabato 6, visibili a tutti



VERCELLI -  Museo Leone,  inaugurazione a Palazzo Langosco delle Sale delle Filigrane Vercellesi
Museo Leone - Sala di Santa Maria Maggiore

Venerdì 5 giugno saranno inaugurate (su invito, ma visibili a tutti a partire da sabato 6) le ultime sale di Palazzo Langosco, storica dimora del Notaio Leone.



Riallestite grazie al generoso contributo del bando “Esponente” della Fondazione CRT, sotto l’attenta direzione della Soprintendenza ai Beni Artistici, ospiteranno in modo definitivo le collezioni di oreficeria popolare del territorio vercellese che alcuni anni fa (2007) furono al centro della fortunata mostra “La Tradizione Preziosa”.


Tra le splendide collezioni del Museo Leone spicca infatti il ricco insieme dei gioielli, le cosiddette filigrane vercellesi, che confermano l'attenzione del Museo verso le memorie storiche del territorio e l'interesse per gli studi etnografici locali. Documento ormai raro dell'eccellenza artigianale dei molti argentieri e orafi operanti in città tra la fine del XVIII secolo e l'ultimo quarto del XIX secolo, sono testimonianza dell'adornarsi delle donne sia di Vercelli sia del suo contado. Preziosi ornamenti di acconciatura abitualmente portati e maggiormente arricchiti nelle grandi occasioni, rappresentavano anche un simbolo di raggiunto benessere e geloso patrimonio da trasmettere in eredità alle figlie. Come già ebbe a ricordare Anna Maria Rosso nel saggio introduttivo al catalogo della mostra del 2007, parte di questi gioielli proviene in realtà dalle collezioni del Museo Borgogna e, dopo essere stati portati al Leone da Vittorio Viale in occasione dello storico allestimento del 1939, furono acquistati dagli amministratori del museo di via Verdi nel 1946.


Questi raffinati manufatti, di svariate tipologie, dalle raggiere di spilloni, ai tremolini, alle reticelle, saranno presentati al pubblico nelle ultime due sale dell’ala ovest di Palazzo Langosco, completando così definitivamente, con il collegamento tra le due ali, di ponente e di levante, il prestigioso allestimento che il compianto presidente Amedeo Corio iniziò alla fine degli anni Novanta del Novecento e portò avanti fino al 2012, grazie all’aiuto della Regione Piemonte e della Fondazione CRT, con l’apertura della suggestive sale delle Armi, dei Ferri battuti e delle Ceramiche bianche. A completamento è stata inoltre allestita e arredata una piccola sala video allo scopo di proiettare sempre di più il Museo Leone verso il futuro, la multimedialità e le nuove tecnologie, un percorso iniziato di recente con il sistema di tag realizzato con le altre realtà museali cittadine nell’ambito del progetto “Una città al Museo”.


***


mi piace” su https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


Amicizia su    https://www.facebook.com/vercellioggi


Entra nel Gruppo    https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/


***


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it