VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 26 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




25/09/2013 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI - Consiglio comunale: sulla Sanità, il gruppo del Pdl si spacca - Il Capogruppo Francesco Zanotti dice ai suoi: "Va bene la democrazia, ma non l’anarchia"

Zanotti si aspettava che la maggioranza non seguisse la parte “avversaria”






VERCELLI -  Consiglio comunale: sulla Sanità, il gruppo del Pdl si spacca - Il Capogruppo Francesco Zanotti dice ai suoi: "Va bene la democrazia, ma non l’anarchia"
Francesco Zanotti in COnsiglio Comunale

(s.tre.) - Un bell’applauso ha festeggiato oggi Giovanni Pellielo, vercellese al mondiale di Lima per il tiro a volo. Mentre iniziavano i lavori del Consiglio Comunale, il Sindaco Andrea Corsaro ha raggiunto telefonicamente l’atleta che, appena ha detto “pronto” si è ricevuto un fragoroso plauso. Un inizio particolare sotto i migliori auspici che ha dato modo di vedere un dibattimento pacato per tutti i punti all’ordine del giorno. Si è iniziato discutendo la proposta di Avanguardia Vercellese- Fratelli D’Italia sulla “Riapertura della palestra di presciistica”. Il punto è stato illustrato da Emanuele Pozzolo. Lo sci Club di Vercelli ha introdotto molte generazioni allo sport dello sci e  oggi il Cai si trova ad essere sfrattato dal loro spazio. “Chiederemmo –chiede Pozzolo- quando partiranno eventualmente i lavori che permettano al Cai di tornare i quegli ambienti oppure se è possibile considerare una soluzione alternativa”. Il primo cittadino e il Consiglio si è impegnato, redicendo un emendamento a valutare collaborazioni –anche con altri enti- per mantenere questa attività. Secondo punto all’Ordine del Giorno: “La sanità vercellese”, presentato dal Consigliere Giuseppe Cannata. Come è noto, i beni dell’Asl, giunti da benefattori vercellesi, possono conferire in un fondo unico regionale per sanare il dissesto sanitario regionale. A tal proposito, Cannata desiderava fosse creata una Commissione consiliare che seguisse la vendita dei beni, così che i proventi servano a rilanciare la struttura e la sanità vercellese. Il documento è stato emendato e il Consiglio ha votato perché la terza Commissione, già interessata ai temi sanitari, se ne faccia carico, anche valutando consulenti esterni. Il Sindaco Andrea Corsaro ha reso noto che l’Assemblea dei Sindaci è già impegnata in questo senso. Il Pdl si è però spaccato, votando a favore della proposta come il centro sinistra. Il Capogruppo del Pdl, Francesco Zanotti è rimasto basito da tale atteggiamento e ha successivamente dichiarato agli organi di informazione: «Io arrivo da An, come sapete. Ora, non riesco a capire il Popolo della Libertà per come tiene le linee che devono essere seguite. Va bene la democrazia, ma non l’anarchia. Si parla della rinascita di Forza Italia, ma qui non vedo gli sviluppi. Qui sembra che ognuno vada per la propria strada». Questo perché ci si aspettava che la maggioranza non seguisse la parte “avversaria”. Successivamente, si sono considerate le modifiche al Regolamento sui Controlli Interni adottato in attuazione delle disposizioni “di cui al D.L. n. 174/2012 convertito con modificazioni in L. 213/2012”. Il Dott. Gabriele Ferraris gestirà l’attività di controllo che sarà estesa a livello semestrale e riguarderà atti presi “a campione”. Verrà quindi redatto un verbale da parte del Comitato di Direzione che passerà poi alla Corte dei Conti. In seguito, si è discusso della cessione al demanio comunale di aree destinate dal P.R.G.C. vigente a viabilità, relative alla pratica “edilizia n. 06/0546 e pratica edilizia n. 07/0536/A”. Secondo il Piano di Edilizia Economica Popolare di Via Torino, circa la proprietà dei signori Carenzo, che equivale con l’area della Fornace Sandri, il Comune deve assumere in proprietà parte di sedime, che diventa strada. Infine si è disquisito dell’ultimo argomento, la verifica della quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie, che potranno essere cedute in proprietà o in diritto di superficie. Queste aree si dividono in residenziali da acquisire in attuazione di Peep (comparto Cappuccini con sei lotti per la realizzazione di sei edifici, con volumetria di 13.700 metri quadri per circa 38 alloggi; comparto Bertagnetta all’interno del sub-comparto B di superficie territoriale complessiva di 31.145 metri quadri) e aree produttivo/terziarie che riguardano quelle  comprese nel Piano degli insediamenti produttivi e non ancora assegnate da parte di Nordind Spa con le modalità e i termini indicati dalla convenzione; le aree di ampliamento del Pip per una superficie fondiaria complessiva di mq 56.078; le aree oggetto del Piano Particolareggiato per insediamenti produttivi S.S. per Pontestura; l’area ai fini edificatori per Slp pari a mq 2.660 acquisita all’interno del Pip di Borgovercelli; le aree poste a sud della Roggia Molinara di Larizzate. I valori sono analoghi a quelli dell’anno scorso aggiornati Istat e basati sui valori di mercato emessi dal Politecnico di Torino.



L’Assessore al Bilancio Marco Ciocca ha quindi riportato il bilancio di previsione dell’Azienda Farmaceutica Municipalizzata per l’esercizio 2013. L’Afm vede una situazione penalizzante data dalla concorrenza delle altre farmacie e dal disavanzo della mensa per gli studenti. Chiude il bilancio in pareggio con un versamento di 300mila euro dell’Amministrazione Comunale, contributo in conto di esercizio. I crediti fanno parte del servizio mensa e sono a favore degli utenti. L’Afm ha tentato con successo il recupero di questi soldi, con 220 cause dal giudice di pace. Di queste, solo due o tre casi hanno visto la sanatoria del debito. Tutti i consiglieri sono stati d’accordo sul fatto che i bambini non debbano soffrire delle mancanze dei genitori, resta però un fulmine a ciel sereno il pensiero di Zanotti: «Non sarebbe meglio dare in appalto il servizio? Ora siamo in un periodo di vacche magre e forse i privati questo mondo di furbi non lo accetterebbero così  facilmente». L’ultimo punto ha visto una mozione a favore del Centro Servizi per il Volontariato della nostra provincia, espressa dalla minoranza. La crisi ha costretto il Csv a subire tagli pesanti. Le risorse sono state drasticamente ristrette e dal 2004 al 2014 la riduzione è stata dell’80%. . «Chiediamo al Comune di fare qualcosa –sottolinea il consigliere del Pd Maura Forte- o di attivare un processo di mobilitazione che dia al Csv la possibilità di sostenere le Associazioni, magari chiedendo aiuto a Portatori d’interesse come la Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli». La richiesta è stata accolta da Corsaro, il quale ha specificato che c’è sempre stata massima collaborazione da parte del Comune verso il Csv anche a livello economico. «Faremo il possibile –enuncia il primo cittadino- per capire come aiutare. L’impegno c’è».


 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it