VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 October 2017 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
05/10/2017 - Vercelli Città - Cronaca

VERCELLI - Operazione "Alto Impatto" della Polizia Ferroviaria

I cittadini hanno segnalato nelle ultime settimane, fenomeni di comportamenti molesti, questa mattina i controlli degli agenti


VERCELLI - Operazione "Alto Impatto" della Polizia Ferroviaria

Nel corso delle ultime settimane è stata rilevata una recrudescenza del fenomeno legato a comportamenti molesti o illegittimi di alcuni viaggiatori che, sulla tratta Milano-Torino, hanno creato taluni problemi a bordo dei treni, e spesso, alle legittime richieste da parte dei capitreno, hanno reagito con atteggiamenti ostili. Sono pervenute alcune segnalazioni, anche di pendolari, al Prefetto e al Questore della Provincia di Vercelli, con cui si è evidenziata la presenza sui treni di alcuni soggetti molesti e di talune cittadine di origine africana che, percorrendo la tratta Milano – Torino in treno, si dirigono sulle strade provinciali, perché obbligate a prostituirsi. Il tutto è stato così condiviso in sede di Comitato Provinciale di Ordine e Sicurezza Pubblica, tenutosi in data 12 settembre, quando il Prefetto di Vercelli, avendo ricevuto esposti, nella sua istituzionale attività di coordinamento ha accolto le richieste avanzate, impartendo le opportune direttive per lo svolgimento di un mirato servizio. In quell’occasione il Dirigente del Compartimento Polizia Ferroviaria di Torino ha rappresentato, attraverso un’opera di monitoraggio effettuata dagli uffici Polfer compartimentali e della provincia di Vercelli, una situazione complessa ma fortunatamente meno problematica rispetto ad altre tratte ferroviarie, anche piemontesi. Il tutto rafforzato da Trenitalia e RFI che, attraverso lo studio di altri indicatori, ha confermato la portata della problematica.

Fatte proprie le determinazioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il Questore della provincia di Vercelli ha così predisposto per mercoledì 4 ottobre un articolato servizio di ordine e sicurezza pubblica presso lo scalo ferroviario FS di Vercelli (a tratti simile a quello effettuato il 21 settembre u.s. a Santhià) che, diretto da un Funzionario di polizia, ha visto la compartecipazione degli agenti della Polizia di Stato della Questura di Vercelli - con l’apporto determinante dell’Ufficio Immigrazione, della Squadra Mobile e della Polizia Scientifica – del Reparto Prevenzione Crimine “Piemonte” di Torino, della Polfer di Vercelli, Santhià e Torino, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale di Vercelli.

Sin dalle 6 di questa mattina circa una cinquantina di agenti hanno fermato nei pressi della Stazione di Vercelli 16 cittadine nigeriane ed 1 del Ruanda  che - scese alla stazione di Vercelli, perché prive del titolo per viaggiare sul treno - erano probabilmente in procinto di dirigersi sulle strade delle province di Vercelli, Novara, Torino e Milano, perché obbligate a prostituirsi. Due straniere, 1 della Nigeria ed 1 del Ruanda, irregolari sul territorio nazionale, sono state espulse con accompagnamento da parte della Polizia di Stato al Centro Rimpatri di Ponte Galeria (Roma). Le altre sono state allontanate dal territorio vercellese. Nella stessa giornata è stato anche effettuato un servizio di controllo mirato su veicoli e persone gravitanti nell’area della Stazione FS con altre 36 persone e 24 veicoli controllati, più un pattugliamento dinamico in Zona Via Trino e Corso Marcello Prestinari ed aree limitrofe.

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it