VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 11 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




30/05/2014 - Vercelli - Economia

VERCELLI - La "Fattoria" 2014 - Tradizione e divertimento, storia e folklore, città e campagna - Sempre più festa di bimbi - Ma ora possono imparare anche gli adulti: però bisogna pedalare - Lungo il Canale Cavour

Il Canale Cavour, del resto, è per molti di noi purtroppo uno “sconosciuto”.




VERCELLI - La "Fattoria" 2014 - Tradizione e divertimento, storia e folklore, città e campagna - Sempre più festa di bimbi - Ma ora possono imparare anche gli adulti: però bisogna pedalare - Lungo il Canale Cavour
I gruppi delle scolaresche, stamane, alla Fattoria in Città

Ha dieci anni, suppergiù come la maggior parte dei suoi più convinti piccoli fans.



Perché “La Fattoria in Città”, ormai per antonomasia “La Fattoria”, diventa anno dopo anno sempre più quello che è e vuole soprattutto essere: una festa per i bambini.


E sono proprio i bambini, accompagnati dai genitori o dalle Scuole, a diventare non soltanto ospiti, visitatori, ma veri protagonisti di un evento che si è conquistato sul campo (è il caso di dirlo) il ruolo di appuntamento cardine della strategia di promozione del territorio.


Cardine proprio perché capace di suscitare interazione tra mondi vitali e non solo occasione (pur importante) di contatto tra realtà commerciali e mercato.


Così già a partire dall’inaugurazione di ieri mattina, la “Fattoria 2014”  ha offerto il centro della storia, della cultura, della tradizione vercellese a portata di bambino.


Luogo simbolo del nostro patrimonio anche identitario, l’ area attorno alla Basilica di S. Andrea  si trasforma in luogo dell’incontro, nuova agorà che adatta il proprio confine alle mutate fisionomie e perimetri urbani, senza però esiliarne lo spirito, ricercandone anzi le suggestioni più autentiche.


Del resto, che S. Andrea fosse luogo simbolo della città, della sua cultura, di una identità confermatasi anche a ridosso delle sue mura, lo aveva intuito benissimo anche la soldataglia napoleonica che della Basilica, con il suo patrimonio di significati e valori, fece la scuderia dei propri destrieri e, necessariamente, il luogo di prima e temporanea custodia del loro letame.


Ma se quella occupazione coltivava l’intento surrettizio ed accessorio di umiliarci, questa festosa e rispettosa invasione di bimbi che possono condividere un esperimento riuscito di convivenza tra città, campagna, realtà agro rurale ed urbana, suggestioni e memorie culturali con l’espressione della (superstite) iniziativa economica, è invece segno di vita e di speranza.


Forse proprio in questo sapere ravvivare il rispetto e l’amore per la cultura e la tradizione ed insieme divertire ed educare e poi ancora conoscere  e valorizzare i talenti economici della nostra terra, deve ricercarsi la ragione di un cammino che procede negli anni senza accusare la fatica del proprio incedere.


Ma certo contano anche gli sforzi compiuti per conferire ogni anno qualcosa si nuovo a questa esperienza.


Così in questo 2014 terrà banco il “viaggio” da Torino a Vercelli che un gruppo di ardimentosi compirà in bicicletta da Torino a Milano, ripercorrendo il tracciato del Canale Cavour che – come una sorta di “grande muraglia cinese” – divide due epoche e due mondi. Il mondo e l’epoca dell’agricoltura e di imprese agricole di segno sostanzialmente ancora medievale da quello di realtà aziendali il cui destino muta perché fecondate da apporti tecnologici poi rivelatisi la cifra della moderna risicoltura.


Il Canale Cavour, del resto, è per molti di noi purtroppo uno “sconosciuto”.


Ed in questo anche noi adulti non siamo poi così diversi dai bimbi che, attorno alla Basilica, possono vedere per la prima volta un falco piuttosto che un vitellino.


L’itinerario proposto – per ora, a pochi coraggiosi – dall’Ovest Sesia, da quest’anno partner della Fattoria, si prefigge proprio questo scopo, con una non celata ambizione di offirire opportunità per l’ormai imminente Expo 2015.


Nel corso di 4 giorni, da oggi e fino al 2 giugno, il gruppo di ciclisti si trasferirà da Torino a Santhià, da qui a Vercelli e poi a Novara e Milano percorrendo lunghi tratti ciclabili, alcuni di sterrato che costituiscono la pertinenza del grande corso d’acqua artificiale.


Lungo questo percorso corre del resto il “file rouge” di una “filiera”, appunto quella risicola, i cui moderni destini prendono le mosse dall’epopea risorgimentale, dall’azione di governo del ministro sabaudo Camillo Benso conte di Cavour, per svilupparsi nell’agro ad est ed ovest del Sesia giungendo infine al grande mercato della metropoli lombarda.


Ma ora guardiamo tutti gli appuntamenti, anche quelli gastronomici, anche gli spettacoli, offerti da questa “Fattoria” 2014.


http://www.lafattoriaincitta.it


***


mi piace” su https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


Amicizia su    https://www.facebook.com/vercellioggi


Entra nel Gruppo   https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/


***



Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it