VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
22 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




13/05/2014 - Vercelli Città - Società e Costume

VERCELLI - Incontro per commemorare la figura di Francesco Leone, nel trentesimo anniversario dalla sua scomparsa

La tavola rotonda si è svolta presso la Sala cripta del Sant’Andrea, ideata e promossa dalla Rete Universitaria Nazionale



VERCELLI - Incontro per commemorare la figura di Francesco Leone, nel trentesimo anniversario dalla sua scomparsa
Francesco Leone

 



L'incontro è stato ideato e promosso dalla RUN – Rete Universitaria Nazionale, un'associazione di studenti che opera in molti atenei italiani, che assieme all'Istituto storico della Resistenza e alla Fondazione Rinascita ha infine ideato il taglio dell'iniziativa e coinvolto i vari relatori ed enti patrocinatori: l'ANPPIA, l'Università del Piemonte Orientale e la Società Storica Vercellese.


Dopo i saluti iniziali da parte del moderatore Andrea Formaggio a nome della RUN, hanno fatto seguito gli interventi dei relatori: l'idea è stata quella di restituire un quadro il più possibile completo ed esaustivo del personaggio in tutte le sue sfumature – umana, politica, storica – inserendole in un contesto più ampio, che sse tutto il movimento antifascista, operaio e sindacale della prima metà del novecento.


Ed è proprio CON (OPPURE “A PARTIRE DA” NON HO CAPITO COSA VOLESSI DIRE) questi contenuti che il prof. Maurizio Vaudagna ha portato i saluti dell'Università del Piemonte Orientale, sottolineando il grande periodo di agitazione (e fermento) sociale creatosi tra le due guerre mondiali: uno scontro che da un lato era politico, con due classi in netto contrasto tra loro, dall'altro LATO economico, con un’Europa che andava modificando la sua importanza e centralità all'interno dello scacchiere mondiale.


Il prof. Dellavalle, dell'Università degli Studi di Torino, gli ha fatto eco, concentrandosi sulla figura del Partito Comunista Italiano come organizzazione che per prima e più di altre ha cercato di opporsi al fascismo in Italia e, in seguito, una volta terminata la guerra, ha abbracciato la via della democrazia per poter ricostruire il Paese, forte anche di una classe dirigente di grande livello e spessore culturale, cui Leone faceva parte a pieno titolo. La sua storia umana e le sue vicissitudini hanno portato quest’ultimo a sviluppare una grande cultura, un grande bagaglio di esperienze e una forte curiosità che spaziava da più parti.


Questa è la sintesi della biografia di Francesco Rigazio, che ha corredato il suo intervento anche di una precisa e curiosa ricerca fotografica.


Infine Ezio Robotti, della Fondazione Rinascita – già sindaco di Vercelli dall'83 all'85 -  ha portato una sua testimonianza diretta di Leone, essendo stati compagni di Partito per più di vent'anni. Una testimonianza preziosa, resa tale soprattutto grazie alle fonti e personalità coinvolte, che hanno messo a disposizione carteggi privati e vari documenti dell'epoca.


Il pubblico numeroso ha partecipato in maniera attenta e partecipe: tra le persone presenti in sala, si è segnalata la presenza del Sottosegretario Bobba, dei candidati sindaci Maura Forte e Remo Bassini e di tanti altri militanti che, in diversa misura, hanno avuto modo di conoscere il personaggio al centro della giornata.


Sopra tutti, Gilberto Valeri, che con il suo intervento ha cercato di rispondere alle due domande che, poste all'inizio del convegno, hanno fatto da fil rouge durante le diverse discussioni: qual era il vero Leone, il politico impegnato a discutere sui banchi del Parlamento o il condottiero tutto d'un pezzo, coraggioso e sprezzante del pericolo impegnato con gli Arditi del popolo negli anni del primo antifascismo, con le Brigate internazionali durante la guerra civile in Spagna e con la Resistenza partigiana in Italia? E ancora: quali sono stati i diversi eroismi e le varie contraddizioni di Leone? Esso è forse un vero eroe moderno, colpito da mille sfaccettature che lo rendono interessante e affascinante.


Due domande che sicuramente non possono trovare una risposta definitiva, ma che sicuramente hanno stuzzicato la fantasia di tutti noi.


***


Se ti piace VercelliOggi.it seguici anche su Facebook.


Clicca “mi piace” sulla nostra fan page:


https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


e offrici la Tua amicizia sulla pagina dei nostri Redattori:


https://www.facebook.com/vercellioggi dialogheremo meglio e più tempestivamente; potremo ricevere le Tue osservazioni su ciò che scriviamo e pubblichiamo: è una cosa che ci aiuta molto a migliorare ancora la qualità del nostro servizio.


Per tenerci sempre in contatto, possiamo scambiarci opinioni nel nostro Gruppo Aperto, che è la grande “piazza” di Vercelli e provincia dove tutti possono incontrarsi per parlare dei momenti importanti della vita di ciascuno: lavoro, famiglia, sport, cultura, tempo libero, politica.


Ecco dove siamo: https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/


Ti aspettiamo e ricorda:


mi piace” su https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


Amicizia su    https://www.facebook.com/vercellioggi


Piazza con     https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/


***


 


 


 


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it