ValsesiaOggi.it
Il primo portale quotidiano di Valsesia e Valsessera
Meteo.it
Borsa Italiana
domenica 9 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




11/02/2014 - Lungosesia Ovest e Baraggia - Cronaca

VERCELLI - In trasferta dalla Mesopotamia, l’Ibis Sacro fa colazione alle porte della città - La colonia del Parco Lame del Sesia volentieri si concede una gita fuori porta, anticipando la Primavera - GUARDA IL FILMATO

L’Ibis Sacro ha origine antichissima, tanto che lo si ritrova raffigurato per dare una fisionomia ornitomorfa al dio egizio Toth




VERCELLI - In trasferta dalla Mesopotamia, l’Ibis Sacro fa colazione alle porte della città - La colonia del Parco Lame del Sesia volentieri si concede una gita fuori porta, anticipando la Primavera - GUARDA IL FILMATO
La colonia di una sessantina di esemplari ripresa stamane nel prato attiguo alla Facit, vicino al Carrefour di Vercelli

Come sia arrivato dalla Mesopotamia al Parco Lame del Sesia, questo di preciso non lo sa nessuno.



In volo, certo. Non hanno preso di sicuro la corriera.


Ma perché abbiano deciso di andarsene dalle loro terre e stabilirsi qui, è ancora argomento di studio.


Una delle regioni potrebbe consistere nelle mutate tecniche agronomiche: un tempo, dopo la mietitura del riso, le camere di risaia si lasciavano praticamente intonse fino all’epoca dell’aratura primaverile, prima della sommersione e poi della semina.


Ora invece è largamente praticata l’aratura preinvernale e così con la terra smossa è più facile per questi uccelli trovare il cibo: rane, vermiciattoli, piccoli roditori.


L’Ibis Sacro ha  origine antichissima, tanto che lo si ritrova raffigurato per dare una fisionomia ornitomorfa al dio egizio Toth, sul quale si potrebbero scrivere volumi di simbologia.


Il simpatico pennuto pare si trovi bene qui da noi e dal 1989 ha incominciato a nidificare alla Garzaia di Oldenico, dove si contano (insieme alla Garzetta di Casalbeltrame) un settantina di nidi. Così i naturalisti possono stimare che complessivamente la colonia vercellese di ibis conti un po’ più di 300 esemplari: numeri in crescita. Lo dicono le stime, ma anche riscontri ufficiali.


Perché gli Addetti del Parco – il Sig. Alessandro Re è ormai un esperto e se non li conosce uno per uno, poco ci manca – di tanto in tanto li catturano (con tutte le attenzioni e la delicatezza del caso) per applicare alla zampa il caratteristico anello. Utile per seguirne gli itinerari. Così è capitato di sapere, qualche giorno fa, che un ibis “pioniere” un po’ troppo amante dell’avventura si sia spinto fino al Delta padano, dove purtroppo ha terminato il viaggio contro un traliccio. E’ stato rinvenuto da passanti che appunto grazie all’anello rosso ancora attaccato alla zampa hanno potuto avvisare il Parco.


Ma a parte questo “spericolato”, gli altri se ne stanno qui, anche se talvolta, come oggi, fanno qualche gita “fuori porta” raggiungendo il prato attiguo alla Facit, a un tiro di schioppo (si fa per dire, guai a chi avesse anche solo la minima tentazione di sparare!) dal Continente, ora Carrefour.


La nostra videocamera li ha ripresi questa mattina, mentre insieme a qualche guardingo Cavaliere d’Italia, si bagnavano nella marcita e si procuravano una colazione proteica a base della microfauna locale, che soprattutto nelle zone di rispetto, dove è più pericoloso (per chi se ne rende responsabile) impiegare antiparassitari tossici in agricoltura, è tornata ad essere abbastanza presente.


Così c’è da sperare che questa ormai stabile colonia possa dirsi stabilmente “vercellese”.


Per ora godiamoci queste insolite e belle immagini http://www.vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2205.


 


Se ti piace VercelliOggi.it diccelo con Facebook. Clicca cortesemente “mi piace” sulla nostra Fan Page: https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl


E offrici la Tua amicizia sulla pagina della Redazione: https://www.facebook.com/vercellioggi


Potremo dialogare meglio, le Tue opinioni e commenti ci raggiungeranno prima.


Puoi anche farlo tramite e-mail info@piemonteoggi.it


Grazie!


 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it