VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 September 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




19/07/2016 - Vercelli Città - Economia

VERCELLI - Il No dei Sindacati all'atto unilaterale del Miur sulla chiamata diretta degli insegnanti

Dal prossimo anno scolastico , gli insegnanti che saranno titolari solo sugli ambiti territoriali e non sulle scuole saranno assegnati agli istituti sulla base di competenze ed esperienze



VERCELLI - Il No dei Sindacati all'atto unilaterale del Miur sulla chiamata diretta degli insegnanti
Elisabetta Ronco

Dal prossimo anno scolastico , gli insegnanti che saranno titolari solo sugli ambiti territoriali e non sulle scuole saranno assegnati agli istituti  sulla base di competenze ed esperienze.

L’anzianità di servizio e i diritti acquisiti spariranno.

Questo cambiamento interesserà anche i docenti della nostra provincia, in quale misura ancora non è dato saperlo, dal momento che, a trasferimenti in corso, il Miur ha pensato bene di riaprire gli organici, per consentire a tutti i neo assunt di trovare un posto disponibile ( che viceversa non ci sarebbe stato), cambiando la disponibilità delle classi di concorso.

Ciò comporterà probabilmente una situazione paradossale, in cui personale già di ruolo diventerà in esubero.

Con i toni trionfalistici che contraddistinguono il governo in carica, il Miur ha emanato venerdi scorso,15 luglio, un roboante comunicato stampa sulla novità della chiamata diretta degli insegnanti ad opera dei dirigenti scolastici, dal prossimo primo settembre.

Secondo la ministra Giannini, finalmente gli insegnanti saranno scelti non più in base alla loro anzianità di servizio, ma in base alle loro competenze, rapportate al piano triennale dell'offerta formativa dei singoli istituti ( il cosiddetto Ptof).

Alt . Facciamo chiarezza, per cortesia.

Qui siamo in presenza di un atto unilaterale dell'amministrazione , poiché la scorsa settimana tutti i tentativi di negoziazione con le organizzazioni sindacali sono falliti.

E perché ?

Perché le forze rappresentative delle lavoratrici e dei lavoratori della scuola avevano cercato di stabilire dei criteri oggettivi e trasparenti, per impedire  da un lato che l'assegnazione dei docenti alle scuole fosse lasciata alla più ampia discrezionalità dei presidi, dall'altro per tutelare gli stessi dirigenti scolastici , evitando loro di esporsi ad una molteplicità di ricorsi da parte degli insegnanti che si ritenessero defraudati dei loro diritti.

La legge 107, nel suo tentativo di dare una svolta privatistica alla scuola statale, (insegnanti assunti dallo Stato ma incaricati triennalmente dai dirigenti presso una scuola previa presentazione di un curriculum professionale) mostra la corda già dalla partenza :  la giostra dei trasferimenti e' in moto; i piani dell'offerta formativa sono snaturati dalla presenza delle classi di concorso in esubero, che condizionano  le assunzioni ( alla mia scuola servirebbero due insegnanti della classe di concorso X ma devo impiegare due docenti ella classe di concorso Y, perché in quella disciplina ci sono le graduatorie più affollate) ;l'organico potenziato si sta rivelando una grossa bufala, poiché gli insegnanti in più promessi alle scuole saranno riassorbiti nel giro al massimo di due anni, per fare fronte ai perdenti posto.....

E si potrebbe continuare ancora, ricordando che l'anzianita' di servizio e' prevista come elemento qualificante in tutti gli Stati europei, e che non basta la frequenza di un master universitario per fare di un laureato un insegnante professionista.

L’ineffabile duo Giannini – Faraone sproloquia di "qualità".

Ma di cosa stanno parlando? La scuola italiana, da anni è priva di piani di aggiornamento e formazione, il contratto è bloccato ormai da sette anni e con esso gli aumenti stipendiali del personale. Tutto ciò a fronte di carichi di lavoro aumentati, perché le classi si riducono ma aumenta il numero degli alunni.

Sarebbe questa la qualità?

 

A proposito: noi sindacati siamo già stati accusati sui social di esporre i docenti alla merce' delle agenzie formative che rilasciano, a suon di soldoni,  gli attestati di specializzazione più disparati.

Ebbene, se questo, come prevedibile, accadrà , lo si dovrà al Miur e non ai sindacati, che da parte loro continueranno nella loro opera di vigilanza  e di denuncia, nella speranza di poter riprendere il dialogo interrotto.

Vercelli, 19 luglio 2016

Elisabetta Ronco  Cisl Scuola                                     

Claudio Canato Flc Cgil

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca: http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp
Commenta la notizia su
 https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  
Per leggere e commentare anche le principali notizie del Piemonte:
https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it