VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 20 ottobre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



23/11/2011 - Vercelli - Economia

VERCELLI - Ecorice: per aumentare la biodiversità delle aree di risaia - La Provincia promuove azioni concrete che coinvolgono la realtà produttiva risicola

E’ un programma integrato per la riqualificazione ambientale presentato dall’Assessore Davide Gilardino



VERCELLI - Ecorice: per aumentare la biodiversità delle aree di risaia - La Provincia promuove azioni concrete che coinvolgono la realtà produttiva risicola
Davide Gilardino

La gestione della risaia ha effetti sulla conservazione di specie e habitat acquatici e forestali tutelati dall’Unione Europea. Assicurarsi che le risaie contribuiscano effettivamente al mantenimento della “ricchezza di vita” può garantire la conservazione di specie di interesse comunitario e tutelare una pratica agronomica che tanto può fare per la natura. Le risaie infatti, oltre al già noto valore produttivo, rivestono un importante ruolo nel mantenimento della biodiversità in quanto, essendo surrogato delle aree umide naturali, ospitano numerosi organismi acquatici che in natura trovano ormai pochi ambienti adatti alla loro sopravvivenza. La fauna all’interno delle risaie è mutata significativamente nel corso del XX secolo e i valori della biodiversità associati a questi agroecosistemi, oggi prioritari a livello europeo, sono andati via via diminuendo.



Da queste premesse, l’Assessorato all’Ambiente della Provincia di Vercelli ha attivato diverse iniziative che, grazie ad un capillare processo di coinvolgimento della realtà socio-economica locale, si stanno concretizzando. Duplice la finalità: realizzare concretamente una rete ecologica sul territorio e definire un metodo per rendere tale processo esportabile in altre realtà. Il progetto Ecorice, approvato dalla Commissione europea, si concentra sull’area situata nella bassa pianura vercellese, caratterizzata, come ben sappiamo, da un’intensa coltivazione risicola. Esistono tuttavia, concentrati in quest’area, alcuni elementi di elevato valore naturalistico, come importanti siti per gli uccelli acquatici e habitat forestali riproduttivi delle colonie di Ardeidi nella Pianura Padana occidentale. Oggi, l’Europa, all’interesse economico di queste aree ci invita ad affiancare l’importanza ecologica che le risaie svolgono come zone umide. Le necessità produttive di questa coltura rischiano infatti, se non regolamentate a dovere, di sbilanciare i ruoli finendo per banalizzare e frammentare eccessivamente il paesaggio.


Occorre dunque costruire una rete di relazioni cooperative e sinergiche per operare in modo coerente. Ecorice infatti è stato costruito grazie alla partecipazione del Parco fluviale del Po alessandrino-vercellese, del Parco fluviale del Po torinese, del Bosco delle Sorti della Partcipanza di Trino e la Partecipanza dei Boschi che hanno garantito parte della copertura finanziaria. Il costo totale del progetto è di  1.441.900,00 e il cofinanziamento della Commissione europea è pari al 50%. Il progetto si concluderà a settembre 2013. Le opere principali del progetto sono: azioni di rinaturalizzazione e, in alcuni casi (stepping stones) di creazione ex novo di aree naturali (riqualificazione di fontanili, conversione di camere di risaia a fini naturalistici, etc); azioni dimostrative e proposte di pratiche gestionali sostenibili delle risaie con la partecipazione e la condivisione di stakeholders locali, nazionali e internazionali (Networking) e l’applicazione di tecniche sperimentali di gestione selvicolturale innovative per il territorio (a indirizzo naturalistico) per la diretta conservazione della garzaia di Aldeidi;


monitoraggi faunistici e socio-culturali anche mediante l’ausilio di un applicativo Open Source.  i risultati attesi sono: miglioramento della gestione selvicolturale per la tutela degli habitat forestali riproduttivi delle colonie di Ardeidi nella Pianura Padana occidentale; individuazione di nuovi ambiti di completamento della rete ecologica;


promozione e condivisione di una gestione dell’agroecosistema compatibile con la conservazione della biodiversità; gestione integrata del territorio e sviluppo di una rete ecologica provinciale pilota mediante il coinvolgimento di tutti i soggetti territoriali;


monitoraggio dell’evoluzione della rete ecologica, dalla dimensione locale di habitat a quella paesaggistica d’insieme.


Davide Gilardino


L’Assessore all’Ambiente e all’Agricoltura

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it