VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 17 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




26/03/2012 - Vercelli - Politica

VERCELLI - Dopo il Consiglio Provinciale Pd e Italia dei Valori si tolgono qualche sassolino dalla scarpa

E rimarcano differenti posizioni su inceneritore e sede Arpa




VERCELLI - Dopo il Consiglio Provinciale Pd e Italia dei Valori si tolgono qualche sassolino dalla scarpa
La conferenza stampa di Pd e Italia dei Valori, oggi a Vercelli

(m.c.) - Inceneritore, ma anche problemi legati al lavoro, l’università e il trasporto pubblico.  Di questo si è parlato durante la conferenza stampa convocata dal Italia dei Valori e Partito Democratico, oggi presso la sede vercellese del Pd, in via Giovine Italia, a margine ai lavori del Consiglio provinciale, conclusi in mattinata.



Quella legata allo smaltimento dei rifiuti è certamente una delle questioni più spinose che la città dovrà affrontare in un futuro che è ormai presente. Il termovalorizzatore attualmente gestito dalla società Atena, è attivo dal 1992 e il prossimo 29 agosto scadrà il contratto ventennale di gestione. Nonostante il termine sia prossimo, ancora non si conosce il destino dell’impianto e dunque della situazione per quanto riguarda lo smaltimento dei rifiuti nella città di Vercelli. Un problema, però, che certo non può attendere e per questo i rappresentanti del PD chiedono ai diretti interessati gestori dell’inceneritore, ma anche a Comune e Provincia, delle risposte e dei progetti chiari ed efficaci.


«In questo momento siamo in una fase di assoluta incertezza – ha spiegato Marco Nulli Rosso perché quelli di Atena, malgrado le sollecitazioni, ancora non fanno sapere se intendono proseguire con l’attività. E' possibile una proroga, ma nel caso si decidesse di chiudere l’inceneritore, sarebbe necessaria una bonifica del sito, lavoro che dovrà essere a carico, sia in fase studio, sia in fase di realizzazione, della società che ora lo gestisce».


I rappresentanti del Partito Democratico e Idv hanno sottolineato come il fatto riguardi problemi tanto ambientali, quanto di occupazione, in quanto «Con la dismissione del termovalorizzatore – ha proseguito Carlo Rossi, di Italia dei Valori - non solo sarebbe a rischio l’area dove ora esso si trova, ma andrebbe risolta al più presto la problematica della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti. Inoltre, le persone che fino a oggi hanno lavorato al sito, rischierebbero seriamente di perdere il posto. Sarebbe un doppio, grave, problema». Una situazione che potrebbe non avere una rapida e semplice soluzione e che mette in gioco non solo la città di Vercelli, ma tutta la sua provincia.


E ancora di lavoro si è parlato manifestando il serio timore, da parte di tutto il PD, di perdere la sede dell’Arpa, che potrebbe essere spostata a Novara. Ne ha parlato durante la conferenza Maura Forte, affermando: «Non solo dobbiamo far sì che l’Arpa resti a Vercelli, ma dobbiamo trasformare la città in un centro di eccellenza, per lo studio, la ricerca e il lavoro legati all’ambiente. Bisognerà focalizzare le risorse in maniera efficace per rilanciare e aumentare l’importanza e l’efficienza della nostra università e del nostro impegno professionale in materia ambientale».


Alessandro Portinaro, ha poi voluto toccare un altro tasto dolente della situazione non solo cittadina: il trasporto pubblico. «Treni locali e autobus – ha esordito Portinaro – costituiscono certo un costo importante, ma anche una rete di collegamenti che è fondamentale per studenti e lavoratori. Fra urbano ed extraurbano, sono stati già tagliati 16 mila chilometri di linee e altri ne vengono minacciati, su percorsi che qualcuno considera inutili. Da parte nostra, combatteremo con tutte le nostre forze perché ciò non avvenga».


Infine Luigi Bobba e Demetrio Malara hanno rilevato quella che – a loro dire – si presenta come una incongruenza nell’ordinare i lavori del Consiglio, incongruenza che rifletterebbe un deficit politico: si è parlato di un piano straordinario per il lavoro, ma se ne è parlato solo in Giunta, senza coinvolgere l’assemblea elettiva. Ci si domanda, allora, quale sia il ruolo di quest’ultima, se su un tema di tale rilevanza l’Esecutivo non senta il bisogno di assumerne le indicazioni.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it