VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 10 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




25/07/2013 - Vercelli Città - Salute & Persona

VERCELLI - Concentrazioni atmosferiche di polveri sottili: il Partito Democratico teme per la salute dei cittadini - Nel mirino, gli sforamenti dei valori limite di PM10 - Lo attestano i rilevatori collocati al Campo Coni e in Corso Gastaldi

Rimarca Maura Forte: “La ricerca mostra che più alta è la concentrazione di inquinanti nell’aria maggiore è il rischio di sviluppare un tumore al polmone"




VERCELLI - Concentrazioni atmosferiche di polveri sottili: il Partito Democratico teme per la salute dei cittadini - Nel mirino, gli sforamenti dei valori limite di PM10 - Lo attestano i rilevatori collocati al Campo Coni e in Corso Gastaldi
Campo CONI

Con il termine particolato PM10 si indica una sospensione di particelle in aria, particelle che possono essere solidi aerodispersi oppure possono avere una struttura più complessa costituta da un nucleo solido circondato da una fase liquida in equilibrio con la fase gassosa circostante. La fonte principale è costituita dai processi di combustione, scarichi delle autovetture, impianti di riscaldamento, processi industriali, impianti di combustione. Per questo, il Partito Democratico, nella persona di Maura Forte, ha esposto un’interrogazione al primo cittadino. “L’elevata presenza di polveri fini nell’aria delle città (PM10) –commenta il Consigliere di Minoranza- è uno dei problemi principali per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico. Il Decreto Legislativo 155/2010 pone come limite per la concentrazione di PM10 il valore di 50 μg/m3 come media giornaliera da non superare per più di 35 volte in un anno. Dai dati emersi sul Bollettino PM10 del sito www.provincia.vercelli.it relativi ai due punti di rilevamento di Vercelli per l’anno 2012 si vedono il Campo CONI (Vc) con media annuale 34µg/m3 (rispetta il valore obiettivo di 40µg/m3) e numero di superamenti 66 (non rispetta il valore obiettivo di 35 superamenti) il 35  superamento è avvenuto l'8 marzo 2012 e corso Gastaldi (VC) con media annuale 36µg/m3 (rispetta il valore obiettivo di 40µg/m3) e numero di superamenti 81 (non rispetta il valore obiettivo di 35 superamenti) il 35 superamento è avvenuto il 9 febbraio 2012”. Considerato che  Lancet Oncology ha recentemente pubblicato l'esito di una  maxiricerca condotta su 300 mila persone di paesi europei  che conferma il diretto legame  tra  tumori al polmone e inquinamento ambientale. Rimarca la Forte: “La ricerca mostra che più alta è la concentrazione di inquinanti nell'aria maggiore è il rischio di sviluppare un tumore al polmone. Lo studio è il primo lavoro sulla relazione tra inquinamento atmosferico e tumori al polmone che interessa un numero così elevato di persone. E' stato misurato in particolare l'inquinamento dovuto alle polveri sottili tossiche presenti nell'aria (particolato Pm10 e Pm2,5) dovute in gran parte alle emissioni di motori a scoppio, impianti di riscaldamento, attività industriali. Lo studio ha permesso di concludere che, per ogni incremento di 10 microgrammi di Pm10 per metro cubo presenti nell'aria, il rischio di tumore al polmone aumenta di circa il 22%. Tale percentuale sale al 51% per una particolare tipologia di tumore, l'adenocarcinoma, l'unico tumore che si sviluppa in un significativo numero di non fumatori. Inoltre si è visto che se nell'arco del periodo di osservazione un individuo non si è mai spostato dal luogo di residenza iniziale, dove si è registrato l'elevato tasso di inquinamento, il rischio di tumore al polmone raddoppia e triplica quello di adenocarcinoma. Si interrogano il Sindaco e l’Assessore di competenza  per sapere quali concrete iniziative l’Amministrazione intenda prendere, visti i recenti studi scientifici, al fine di tutelare la salute e la vita dei cittadini vercellesi ed evitare interventi di urgenza nei mesi invernali quando l’accumulo atmosferico di polveri sottili è più frequente. Se l’Amministrazione ritiene necessario programmare interventi per  la  riduzione  delle emissioni degli impianti di riscaldamento, limitare il traffico automobilistico, intervenire su tutte le strade con gli inibitori delle polveri utilizzando  prodotti che fissano lo smog sull’asfalto come da sperimentazione già realizzata  a Vercelli”.



 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it