VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
lunedì 10 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




25/02/2014 - Vercelli - Salute & Persona

VERCELLI - Caso Santagostino: l’Asl non si opporrà al provvedimento del Giudice che dispone il reintegro dell’oncologo nel precedente incarico - Ma sul resto è ancora "segreto istruttorio"

Sui tempi del rientro, si prenderanno accordi con i Legali




VERCELLI - Caso Santagostino: l’Asl non si opporrà al provvedimento del Giudice che dispone il reintegro dell’oncologo nel precedente incarico - Ma sul resto è ancora "segreto  istruttorio"
Alberto Santagostino

Come si è già avuto modo di anticipare, peraltro proprio ieri seppur in altro contesto, con un “accorato invito” a Tutte le parti coinvolte in questa “delicata vicenda”, a far riferimento all’applicazione delle regole ed al rispetto dei ruoli delle Istituzioni coinvolte e delle precipue procedure previste dal Nostro Ordinamento in questi casi, ora ci troviamo di fronte ad una nuova ordinanza del Tribunale di Vercelli - sezione civile, che – in ambito civilistico e giuslavorativo - ha ricostruito il fatto, giungendo a conclusioni diametralmente opposte  a quelle formulate dal giudice del lavoro di prime cure con la propria ordinanza emessa in data 11.1.14.

Questa nuova ordinanza riforma  la prima ed ordina alla direzione aziendale di “… adibire il dott. Alberto Santagostino alle mansioni di cui alla delibera del D.G. n.535 del 28.12.12”, che – si ricorda - prorogava il suddetto dottore nell’incarico “scaduto” di responsabile della SSD Oncoematologia sino all’adozione del nuovo ed elaborando Atto Aziendale di organizzazione .

In sostanza ed in estrema sintesi – secondo questa nuova ordinanza del Tribunale di Vercelli - sezione civile - l’Amministrazione senza prima procedere “…a alcuna modifica dell’assetto organizzativo dell’area oncologica : non vi è soppressione o accorpamento di strutture, né creazione di nuove articolazioni o rimodulazione dell’organigramma interno” non poteva procedere con la revoca dell’incarico conferito al dott. Alberto Santagostino, quello di responsabile dell’Oncoematologia e procedere conseguentemente all’assegnazione dell’incarico di responsabile del CAS .

E per chiarire meglio la propria nuova impostazione, in aggiunta, il nuovo giudice non ritiene ancora applicabile - in assenza di un formale e palese riassetto organizzativo, la disciplina contemplata dall’9 comma 32 del d.l. 78/10 ( a norma del quale “ a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente provvedimento le pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001 che , alla scadenza di un incarico di livello dirigenziale, anche in dipendenza dei processi di riorganizzazione, non intendono, anche in assenza di valutazione negativa, confermare l’incarico conferito al dirigente, conferiscono al medesimo dirigente un altro incarico, anche di valore economico inferiore. Non si applicano le eventuali disposizioni normative e contrattuali più favorevoli ”, invocata - con  le altre argomentazioni giuridiche prodotte dall’ amministrazione resistente sulle quali si sorvola - quale postulato “… legittimante l’azione del proprio potere organizzativo - direttivo datoriale ”.

La direzione generale a fronte di questa diversa visione e conseguente  nuova interpretazione delle norme giuridiche e contrattuali richiamate,  formulata in punto di diritto da altro giudice del Tribunale di Vercelli - sezione civile - NON intende procedere con ulteriori e seppur prefigurabili e percorribili scenari , quale richiedere un giudizio di merito della vertenza.

Pertanto è intenzione della direzione generale procedere con il reintegro del dott. Santagostino a responsabile della SSD Oncoematologia, previa intesa con i suoi legali circa i tempi e i modi.

Con l’occasione, nonostante e nuovamente la rappresentante del Comitato signora Lorenzina Opezzo, sui mezzi di stampa, insista nel richiedere risposte alle Sue domande, si conferma di voler mantenere un assoluto silenzio e  non verranno più rilasciate altre dichiarazioni, in quanto, in questa “delicata” vicenda, è tuttora in svolgimento un’indagine penale a cura della Procura della Repubblica di Vercelli nei confronti di suddetto medico.

                                                                           Avv. Federico GALLO

                                                                           Direttore Generale ASL VC

 

 

***

Se ti piace VercelliOggi.it seguici anche su Facebook.

Clicca “mi piace” sulla nostra fan page: https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

e offrici la Tua amicizia sulla pagina dei nostri Redattori: https://www.facebook.com/vercellioggi . Dialogheremo meglio e più tempestivamente; potremo ricevere le Tue osservazioni su ciò che scriviamo e pubblichiamo: è una cosa che ci aiuta molto a migliorare ancora la qualità del nostro servizio.

Per tenerci sempre in contatto, possiamo scambiarci opinioni nel nostro Gruppo Aperto, che è la grande “piazza” di Vercelli e provincia dove tutti possono incontrarsi per parlare dei momenti importanti della vita di ciascuno: lavoro, famiglia, sport, cultura, religione, tempo libero, politica.

Ecco dove siamo: https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/

Ti aspettiamo e ricorda:

“mi piace” su            https://www.facebook.com/vercellioggifanpage?ref=hl

Amicizia su               https://www.facebook.com/vercellioggi

Gruppo aperto su     https://www.facebook.com/groups/vercellioggi/ .

***

 

 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it