VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 26 maggio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




29/01/2012 - Bassa Vercellese - La Posta

VERCELLI - Alessandro Portinaro: "Un pericolo e una vergogna" - Il Capogruppo del Partito Democratico della Provincia manifesta il suo disappunto su quanto deciso dai Comuni vercellesi al Processo Eternit

Sottolinea Portinaro: "Indipendentemente da come finirà, i casalesi hanno dimostrato che la ricerca della giustizia è più importante di un risarcimento"



VERCELLI - Alessandro Portinaro: "Un pericolo e una vergogna" - Il Capogruppo del Partito Democratico della Provincia  manifesta il suo disappunto su quanto deciso dai Comuni vercellesi al Processo Eternit
Alessandro Portinaro



Gentile direttore,


ho letto con preoccupazione gli articoli della stampa locale in cui si riporta la scelta, a mio avviso sciagurata e vergognosa, da parte di alcune amministrazioni vercellesi di rinunciare alla costituzione di parte civile nel cosiddetto “processo Eternit”, in cambio di un risarcimento che verrebbe versato ai Comuni da parte del principale imputato, Stephan Schmidheiny, il multimiliardario ex proprietario dell'impresa che ha costruito le sue fortune proprio sulle numerose fabbriche di produzione e lavorazione di Eternit sparse in giro per il pianeta, tra cui quella di Casale Monferrato. Come ben sappiamo, le lavorazioni che venivano effettuate in quella fabbrica, oltre ad un utilizzo improprio degli scarti di lavorazione, hanno già provocato migliaia di morti e, dato il lungo periodo di incubazione delle malattie legate all'amianto, molti altri sono coloro che si ammaleranno nei prossimi anni. Se la strada a questo scandaloso baratto tra ricerca della giustizia e denaro è stata aperta dal centrodestra al governo del Comune di Casale Monferrato, il fatto che altri Comuni seguano l'esempio rappresenta davvero un pericolo e una vergogna. Un pericolo, perché le istituzioni anziché essere al fianco delle famiglie delle vittime, si sfilano e le lasciano da sole, facendo mancare quella solidarietà che dovrebbe giungere da chi rappresenta i cittadini e indebolendo di fatto il tentativo di chi vuole chiedere giustizia. Una vergogna, perché si accetta di rinunciare a svolgere il proprio ruolo, ovvero rappresentare una comunità offesa, in un processo importante e dall'impianto innovativo, in cambio di denaro, tanto o poco che sia poco importa.


In questo caso, inoltre, stiamo parlando di cifre ridicole. Come fa un Sindaco a ritenere che meno di 170.000€ siano una cifra congrua per ritirarsi da un processo che vede imputato chi ha provocato, attraverso l'incuria e per soddisfare la propria vidità, la morte di propri concittadini? E davvero, ci risparmino quell'affermazione: “Sono soldi che useremo per la Comunità”. E cosa ci faranno, con quei due soldi? Ci asfalteranno una strada, che magari dedicheranno alle vittime dell'amianto? Ci ripensino, tornino sui loro passi e svolgano al meglio il ruolo che ricoprono: rappresentino i loro concittadini e li difendano, stando al loro fianco in questo processo, fino alla fine. I cittadini casalesi si sono indignati e hanno aspramente criticato il Sindaco Demezzi che ha accettato l'offerta di Schmidheiny, tanto che la situazione è ancora aperta. Indipendentemente da come finirà, i casalesi hanno dimostrato che la ricerca della giustizia è più importante di un risarcimento. Sono convinto che lo stesso pensiero alberga in molti, moltissimi vercellesi.


Alessandro Portinaro


Capogruppo Partito Democratico Provincia di Vercelli

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it