VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 July 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
27/11/2012 - Vercelli Città - Mondi Vitali

VERCELLI - Al Cavour si parla di sensibilizzazione per i futuri donatori

Un tema delicato quello affrontato questa mattina nell’ Aula Magna dell’ Istituto Cavour, una mattinata di sensibilizzazione e informazione rivolta ai più giovani ed alle loro famiglie.



VERCELLI - Al Cavour si parla di sensibilizzazione per i futuri donatori
Luca Vannelli, Pier Giuseppe Orldandin, Michele Bandino, Dott.ssa Anna Guermani, Manuela Rolle

 



 


 


Un incontro quello di questa mattina tra i giovani allievi delle classi quarte e quinte dei corsi dell’ Istituto Cavour di Vercelli; sono loro i primi alunni di questa serie di incontri ( 10 in tutto) di informazione e sensibilizzazione all’ argomento donazioni. Una serie di meeting questi, come spiega la relatrice Dott.ssa  Anna Germani, promossi a seguito del leggero calo di donazioni rilevato nell’ultimo anno rispetto a quelli precedenti; in una regione, il Piemonte, che comunque ha vantato sempre un ampio numero di donatori volontari: si parla di 117  trapianti con consenso, nel 2012. Infatti la nostra regione, accompagnata dalla Toscana e dall’ Emilia Romagna ,risultano essere quelle a maggior sensibilizzazione numerica. Probabilmente però, il leggero calo rinvenuto nell’ultimo anno è da far risalire a cause come un clima negativo percepito dalla nostra società rispetto al servizio pubblico nazionale che genera malcontento e diminuzione della fiducia nei confronti di questa istituzione. “Un altro motivo che spiegherebbe il calo dei trapianti consensualmente effettuati - spiega sempre la Dottoressa Germani- sarebbe da rintracciarsi nell’alto numero di donatori di età superiore ai sessant’anni, donatori anziani quindi che, a causa di maggior possibilità di patologie verrebbero automaticamente scartati in quanto non in grado di garantire un trapianto sano ed anche per il fatto che comunque non tutti gli organi possono essere donati a qualsiasi età”. Un ultimo fattore di rilievo, ed in questo caso comunque molto positivo, riguarda la riduzione delle morti encefaliche nei giovani, causate da incidenti stradali che sono andati via via diminuendo grazie ad un’adeguata prevenzione (casco e cinture di sicurezza). L’alto numero di volontari piemontesi, riuniti nell’organizzazione CRP (Coordinamento regionale delle donazioni e prelievi di organi e tessuti) e facente parti  di altre associazioni per donatori volontari, utilizzano, come è successo oggi all’Istituto Cavour.  L’informazione diretta ai ragazzi nella speranza di promuovere e sensibilizzare le nuove generazioni fungendo da tramite tra scuola e famiglia per fare una scelta consapevole all’atto della donazione. A rappresentare oggi alcune delle associazione erano presenti: il Segretario Acti- Associazione Cardio Trapianti Italiani e Cardiopatici Pier Giuseppe Orlandin accompagnato dalla testimonianza fornita da Michele Bandino, Luca Vannelli Presidente Comunale e Provinciale Avis, Manuela Rolle in veste di rappresentante dell’ Associazione Trapianti di Polmoni a sostegno del paziente. Durante l’incontro, i giovani allievi hanno potuto assistere al filmato “La storia di Laura” un racconto ricco di emozioni che sicuramente non passerà inosservato tra i pensieri dei più giovani; aspettando i prossimi incontri già fissati per il 6 dicembre ad Asigliano e il 19 dello stesso mese per i giovani delle scuole di Arona.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Tel. 0161 502068 - Fax 0161 260982
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it