VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 10 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




01/08/2013 - Vercelli Città - Pagine di Fede

VERCELLI - “Conservate la fede”: l’invito che da Sant’Eusebio arriva alla comunità vercellese - L’intervista immaginaria di Mons. Enrico Masseroni al Protovescovo conquista la Cattedrale - GUARDA LE 276 IMMAGINI IN GALLERY E FILMATO

La cattedrale ha accolto tanti fedeli, testimoni di fede, che hanno voluto glorificare con la loro presenza un giorno importante per la comunità. Il tempio, cattedra vescovile, ha visto la presenza non solo dei canonici e dell’interno Presbiterio, ma anche delle Autorità civili e militari locali




VERCELLI - “Conservate la fede”: l’invito che da Sant’Eusebio arriva alla comunità vercellese - L’intervista immaginaria di Mons. Enrico Masseroni al Protovescovo conquista la Cattedrale - GUARDA LE  276 IMMAGINI IN GALLERY E FILMATO
Un momento della celebrazione eucaristica in Cattedrale

(r.p. – s.tre.) -  Conservate la fede”: è questo l’invito che da Sant’Eusebio, prima, e da Mons. Enrico Masseroni, Arcivescovo di Vercelli oggi, arriva forte ed echeggiante ai vercellesi, in questo giovedì 1 agosto, giorno dedicato al Santo protettore, il protomartire, vissuto nel IV secolo dopo Cristo. La cattedrale ha accolto tanti fedeli, testimoni di fede, che hanno voluto glorificare con la loro presenza un giorno importante per la comunità. Il tempio, sede della cattedra vescovile, ha visto la presenza non solo dei canonici e dell’interno Arcivescovado, ma anche delle Autorità civili e militari locali, con il Prefetto Salvatore Malfi, il Presidente della Provincia Carlo Riva Vercellotti, il sindaco Andrea Corsaro, l’On. Luigi Bobba, oltre che le massime cariche di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili del Fuoco e del Corpo di Polizia Municipale. A rappresentare la diocesi piemontese, sono intervenuti anche i Vescovi delle principali città, come S.E. Mons. Gianni Ambrosio, Vescovo di Piacenza; S.E. Mons. Sebastiano Dho, Vescovo emerito di Alba; S.E. Mons. Alceste Catella, Vescovo di Casale Monferrato; S.E. Mons. Edoardo Aldo Cerrato, Vescovo di Ivrea; S.E. Mons. Gabriele Mana, Vescovo di Biella; Can. Mons. Giancarlo Rossetti; il Vicario Generale della Diocesi di Vercelli, Mons. Cristiano Bodo. Ad allietare la celebrazione, il coro diretto da Don Denis Silano e il Quintetto di Ottoni della Cattedrale. Monsignor Enrico Masseroni, per l’ultima volta prima della meritata pensione, ha potuto celebrare la Santa Messa volta ad omaggiare il Santo martire. L’omelia (che verrà riproposta integralmente nel filmato e in un articolo successivo) ha voluto invitare ad una profonda riflessione e l’ha fatto tramite ad una sorta di intervista a Sant’Eusebio, sulla base delle testimonianze che ci ha lasciato. Quando il Santo era nelle verdi pianure padane, la presenza cristiana era minoritaria. Erano vigorosi i culti di Roma, capitale dell’Impero. Come Padre Enrico ha ricordato: “Era difficile la fede in un Dio sconfitto dalla Croce”, ma con il Concilio di Nicea si afferma la centralità di Cristo e la fede, che per Eusebio era Cristocentrica. A quei tempi, la fedeltà a Dio pagava un prezzo difficile: per gli apostoli la morte; per Eusebio, l’esilio. “Ma il Vescovo di Vercelli – continua Mons. Masseroni- aveva capito che bisogna obbedire a Dio prima che agli uomini. Nel IV secolo, Eusebio non spicca come teologo, ma come Pastore. Primeggia per portare il Vangelo, con una presenza assidua e mite”. Quindi cosa enuncerebbe oggi Eusebio alla comunità che vive una forte crisi? Ribadirebbe: “Custodite la fede. Pregate. Non lasciate inquinare la fede nel paganismo sottile. C’è sintonia tra la Lettera di Papa Francesco e quella che scrisse Sant’Eusebio, ambedue scritte nel tempo della prova. L’invito è che bisogna alzare la testa perché la fede è la luce per radicare il tempo. Ognuno di noi ha una precisa responsabilità, di cittadino o di politico. La giustizia sta tra le fede e la speranza”. E restano, anche dopo la benedizione, le sue parole: “Conservate la fede, cari amici, quella fede che trova luce e trova il suo centro nella domenica”.  



Guarda anche: http://www.vercellioggi.it/dett_video_notizie.asp?id=2081


 e l’articolo con l’omelia nel testo integrale: http://www.vercellioggi.it/dett_news.asp?titolo=VERCELLI_-_&id=49340&id_localita=2


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it