VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
martedì 26 maggio 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




22/04/2015 - Vercelli Città - Società e Costume

VERCELLI - "Il cavatappi", racconto di Noemi Pizzoleo dell’Ipc Lanino, vince il premio Slow Food del concorso "Lama e trama"

“Lama e trama” è un concorso letterario a carattere nazionale che si ispira alla tradizione coltellinaia di Maniago e pone in gara racconti che abbiano come protagonisti oggetti o attrezzi con lame



VERCELLI - "Il cavatappi", racconto di Noemi Pizzoleo dell’Ipc Lanino, vince il premio Slow Food del concorso "Lama e trama"
Noemi Pizzoleo

Lama e trama” è un concorso letterario a carattere nazionale che si ispira alla tradizione coltellinaia di Maniago e pone in gara racconti che abbiano come protagonisti oggetti o attrezzi con lame.

 Maniago infatti primeggia dal Medioevo nella fabbricazione di oggetti da taglio di altissima qualità, coltelli, forbici, utensili e lame d’uso quotidiano e non , come le riproduzioni fedeli di armi antiche destinate ai collezionisti o prodotte per il cinema internazionale. 

Da questa straordinaria tradizione ha avuto origine l’idea di un premio in grado di legare le narrazioni di genere giallo alle lame.

 Nel 2006 è nato il “Premio Lama (forchetta) e Trama “Convivium Slow Food” di Maniago al miglior racconto che – oltre alle consuete caratteristiche – sia espressamente ispirato al cibo.

Il concorso quest'anno si è aperto anche alla scuola  di primo e di secondo grado e il racconto - fiaba di un'allieva dell'Istituto professionale “ Lanino” di Vercelli, Noemi Pizzoleo,  è stata selezionata per il premio Slow Food.

Di seguito il racconto.

Il cavatappi

Il cavatappi Robin Hood era un tipo strano e solitario, mal considerato dal cassetto delle posate;nessuno gli parlava, veniva discriminato per la sua forma affusolata e  lasciato in disparte nel cassetto mentre le forchette, i coltelli, i cucchiai e i mestoli, venivano utilizzati quotidianamente e uscivano con regolarita' nel mondo della cucina.
Robin Hood qualche volta si chiedeva il perché,  ma non trovava una risposta e si deprimeva alquanto...

Qualche volta cercava un dialogo con le forchette che però, da vere snob, non lo calcolavano un gran che.
Per attirare l'attenzione il povero Robin si metteva allora a saltellare per il cassetto, ma l'unico risultato era quello di creare scompiglio nella cassettiera.
Tutti lo guardavano con disprezzo e mormoravano: " È proprio inutile, sarebbe da eliminare! ".
Un bel giorno arrivò nel mondo della cucina una nuova cuoca chiamata  Olivia, una donna molto ordinata e un po’ maniaca delle novità.

Gli utensili della cucina,  fieri della loro modernità erano tutti in effervescenza: finalmente le loro qualità sarebbero state ancor più apprezzate!

E certo la cuoca avrebbe eliminato quei fannulloni che tra di loro non avevano proprio a che fare.

Il  povero e solitario cavatappi si sentì ancora più inutile nel sentire i colleghi del cassetto e in cuor suo tremava.

Avrebbe forse fatto una brutta fine?

Proprio in quei giorni la padrona di casa decise  di dare una gran festa; in cucina vi era grande animazione e confusione!

Nei cassetti e nella madia si bisbigliava per l’eccitazione.

I piatti ed i bicchieri erano felici per l’occasione: finalmente potevano mostrarsi in tutto il loro splendore!

E la capace zuppiera si pavoneggiava nel suo bordo dorato, pensando al ricco brodo che avrebbe presto portato in tavola!

Chissà cosa avrebbero detto i commensali.. un pranzo raffinato, finalmente!

La nuova ed efficiente cuoca decise che quella era l’occasione per far piazza pulita delle cianfrusaglie rendendo la casa accogliente, splendida e pronta ad ospitare tantissime persone.

E così aprì il cassetto delle posate iniziando ad eliminare quanto le sembrava vecchio,  brutto e non più utilizzabile.

Si liberò così, oltre a diversi arnesi da cucina, anche del piccolo Robin che si ritrovò improvvisamente nel bidone della spazzatura.

Malinconicamente pensò che quella era ormai la sua fine: l’avrebbero portato in discarica  o l’avrebbero bruciato?

Intanto la festa ferveva, gli ospiti erano arrivati e tutto era pronto.

La padrona chiamò dalle cucine la cuoca: bisognava stappare le bottiglie preziose che la sua famiglia conservava nella grande cantina e quindi bisognava utilizzare il cavatappi...

La cuoca si era dimenticata nell’entusiasmo per la festa delle bottiglie..

Il cavatappi!

Dove era finito il vecchio cavatappi, così inutile?

Scappò di corsa giù nel cortile,  giusto in tempo per fermare il camion dei rifiuti che stava per ripartire con il suo carico maleodorante.

Presa dal panico e ormai all'orlo della disperazione, iniziò a frugare tra i vecchi oggetti da lei buttati precedentemente , sotto lo sguardo sorpreso degli addetti..ed infine..eccolo!

Un po’ malconcio, ma eccolo infine il vecchio cavatappi, così utile adesso.
Finalmente per il povero Robin Hood era arrivato il momento di gloria, il grande momento in cui  far vedere cosa era realmente capace di fare.

Stappò con cura ogni bottiglia,  dalle più panciute alle più rare..e non un tappo si sbriciolò sotto di lui!

Senza il cavatappi la festa non sarebbe stata così splendida e quindi il nostro Robin si sentì finalmente fiero.

Così al termine della festa,  stanco ma felice venne posizionato nella cassettiera superiore, cosi da rendere invidiosi tutti coloro che fin dall'inizio l’avevano deriso. Ma Robin era in fondo un buon cavaturaccioli e perdonò tutti,  contento solo di esser finalmente stato utile.

VercelliOggi.it è e sarà sempre gratuito.

Puoi aiutarci a crescere effettuando una libera donazione nelle modalità seguenti,  illustrate cliccando questo link:

http://www.vercellioggi.it/donazioni.asp

Commenta la notizia su https://www.facebook.com/groups/vercellioggi

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

Vercelli

concorso lama e trama

racconto

Noemi Pizzoleo

Ipc Lanino

Slow food

il cavatappi


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it