VercelliOggi.it
Il primo quotidiano on line della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
18 November 2018 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




Dettaglio News
07/11/2018 - Vercelli Città - Cultura e Spettacoli

VERCELLI – In scena al Teatro Civico il “Maestro e Margherita” di Bulkagov

Una settimana prima del debutto sarà possibile approfondire ulteriormente i contenuti dello spettacolo partecipando alla conferenza “Quotidianità e magia nel Maestro Margherita” condotta dalla Prof.ssa Sini dell’UPO


VERCELLI – In scena al Teatro Civico il “Maestro e Margherita” di Bulkagov

Prosegue martedì 20 novembre la stagione del Teatro Civico di Vercelli con la nuova produzione del Teatro Stabile dell’Umbria e il contributo della Brunello Cucinelli SPA, il “Maestro e Margherita” di Bulkagov con in scena dodici attori tra i quali spicca un fantasmagorico e autorevole Michele Riondino nei panni di Satana alias Woland.

Il  Maestro e Margherita” fatalmente impigliati, imprigionati quasi, l'uno nel corpo e nella mente dell'altra, aprono la tematica “L’Amore e le sue contraddizioni” nell’ambito del progetto Comuni Narrazioni della Fondazione Piemonte dal Vivo con l’obiettivo di coinvolgere i cittadini di Vercelli oltre la sera dello spettacolo e per dare vita ad un sistema di eco che amplifica i contenuti per ricollocare i cittadini al centro del dibattito culturale

Sulla tematica “L’amore e le sue contraddizioni” proponiamo una riflessione a partire da un breve racconto della scrittrice vercellese Sabrina Falanga scritto ad hoc per la stagione teatrale di Vercelli, e che riportiamo di seguito, in attesa di andare a teatro per vedere una delle più belle e innovative messe in scena di un classico senza tempo.

Una settimana prima del debutto a Vercelli sarà possibile approfondire ulteriormente i contenuti dello spettacolo partecipando alla conferenza “Quotidianità e magia nel Maestro Margherita” condotta dalla Prof.ssa Sini dell’UPO che avrà luogo mercoledì 14 novembre alle 17,30 presso il Museo Leone. Docente di Letterature comparate e Letteratura italiana, la Prof.ssa Sini si soffermerà sulla struttura narrativa del “Maestro e Margherita”con il suo intreccio di intrecci, generi letterari e mescolanza degli stili: sul confine tra realtà e invenzione in questo romanzo in cui la realtà sovietica è descritta con minuzioso realismo nei suoi minimi anfratti e al contempo battuta dalla satira feroce e dallo straniamento fantastico. Mentre la strega invisibile e nuda attraversa il cielo di Mosca a cavallo di scopa, si dispiega ai suoi occhi un’esatta topografia urbana con appartamenti, palazzi, ristoranti, cliniche e strade più veri del vero.

Info: I biglietti singoli sono in vendita in biglietteria da euro 8 a euro 25. T.0161255544

PREFERISCO L’AMORE

Testo di Sabrina Falanga

per Comuni Narrazioni – Teatro Civico di Vercelli

Hanno tentato di farmi credere che il mio non fosse amore.
Eppure - e sarei disposta a giurarlo - io l’amore l’ho percepito tutto: in ogni sfumatura di dolore, sintomo di un’ossessione che non lascia spazio al respiro, nelle notti in cui l’assenza è l’ipocondria della solitudine.
Ho lasciato che il tempo si dilatasse ogni volta che ti avrei incontrato e che mi dilaniasse ogni volta che avrei dovuto salutarti, in attesa del prossimo sguardo. Ho conservato per te la migliore parte di me, dimenticando quasi di esistere i giorni in cui neanche per sbaglio avrei potuto guardarti.
Mi hanno consigliato di lasciarmi andare, come se quello fosse un eroico gesto, e non ho saputo spiegare che mi mancava il coraggio, piuttosto, per lasciarti andare.

Hanno tentato di farmi credere che il mio non fosse amore.
Mi hanno raccontato che l’amore, per essere tale, deve coinvolgere due persone; mi è stato detto che le strade a senso unico sono pericolose perché non incroci nessuno a cui chiedere aiuto nel caso ti perdessi.
Come se, poveri illusi, l’insieme di due persone garantisse la realtà del sentimento.
La verità - per la quale ti ho amato tanto -, è che preferisco l’amore non corrisposto al non amore corrisposto: la tachicardia per l’inconsapevolezza di una risposta, alla noia disarmante di un’abitudine; la costante malinconia alla scontatezza di una presenza; l’amletico dubbio sul come agire alla tangibile sicurezza di poter prevedere il domani; il calore sotto l’epidermide e il rossore sulla curva degli zigomi all’apatia sventrante di rituali asettici; la gelosia ingiustificata al menefreghismo giustificato.

Hanno tentato di farmi credere che il mio non fosse amore.
Ma se l’amore non è che un cuore in follia, posso ancora giurare, allora, che non avrei potuto più amare, dopo di te.

N.B. è possibile riportare integralmente il testo “Preferisco l’amore” ricordando l’appuntamento per lo spettacolo Il Maestro e Margherita in scena il 20 novembre al Civico. 

 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
VercelliOggi.it - Network ©
Iscrizione R.O.C. n° 23836 - Data ultimo aggiornamento: 2 ottobre 2014 - Direttore responsabile: Guido Gabotto
Via F. Petrarca 39 - Vercelli - Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it