VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 17 aprile 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




28/03/2012 - Vercelli Città - Politica

VERCELLI – Assemblea del partito democratico

I vertici del partito si sono confrontati con la base




VERCELLI – Assemblea del partito democratico
VERCELLI - I relatori dell’assemblea

(Vicky Paci) –  Affollato dibattito con i vertici del partito democratico cittadino, regionale e nazionale martedì 27 marzo 2012 alle ore 21.00 presso il bar Cavour. I relatori Alessandro Biziak responsabile economico della segreteria regionale, Andrea Pacella della direzione nazionale ed il moderatore Nello Pietropaolo segretario cittadino, si sono confrontati con gli intervenuti non solo sull’art.18 ma anche su recessione, ruolo del Pd e misure per la crescita. Pietropaolo ha introdotto dicendo che “la crisi è ancora profonda ed i problemi in questa fase riguardano tutti i paesi; in Italia si aggiunge l’effetto del disastro provocato dal governo di centrodestra guidato da Berlusconi, Bossi e Tremonti. Le misure adottate dal governo Monti e che anche in questi giorni si faranno sentire (per esempio sulla busta paga) sono il frutto del malgoverno e delle scelte da favola del governo precedente,” mentre Biziak ha portato alcune considerazioni anche personali “nella riforma presentata dal governo molte proposte sono sulla stessa linea delle idee che da tempo il Pd avanza (meno precarietà, allargamento della copertura degli ammortizzatori sociali, niente dimissioni in bianco, lavoro precario che costa di più del lavoro stabile) anche se si possono migliorare. E’ necessario che a livello europeo ed a livello nazionale si faccia qualcosa per dare un po’ di lavoro e per sostenere l’attività delle imprese”. Ha continuato dicendo che in Italia, sia pure restando nello stretto sentiero dei conti pubblici, è necessario attivare interventi (per esempio consentire ai comuni di fare investimenti o di pagare le imprese creditrici) per sostenere l’attività e dare un po’ di lavoro. Il Pd si qualificherà per le proposte sul futuro, ma anche su ciò che dirà e farà in questa fase. Pacella ha informato i convenuti che sull’articolo 18 il Pd proporrà di modificare il testo in modo da riportarlo al modello tedesco, con la possibilità del reintegro anche nel caso dei licenziamenti per motivi oggettivi economici. “La chimera del liberismo come regolatore del mercato non ha funzionato e ci ha portato a questa crisi. Oggi abbiamo bisogno di misure con interventi pubblici senza ripercorrere la vecchia politica dell’assistenzialismo o del dirigismo. La gravità della crisi impone infine a tutti di cercare il dialogo, perché la coesione e la condivisione sono un valore e un aiuto”. Tra gli interventi quello del neo segretario cittadino dei giovani democratici Nicola Dessì. Sintetizzando, si sono dichiarati tutti d’accordo che occorre lavorare per la crescita e per ridare fiducia alla gente. Carmine Lungo della CGIL in un appassionato intervento in cui ha illustrato le iniziative che intende mettere in campo il suo sindacato ha espresso apprezzamento per la posizione assunta dal Pd. Infine Pietropaolo ha concluso dicendo che il circolo di Vercelli darà vita ad una commissione permanente, una sorta di presidio per il lavoro, per raccogliere proposte del mondo economico e sindacale e monitorare la situazione locale. “La ricerca di nuove occasioni per il lavoro non deve farci dimenticare la necessità di difendere l’esistente”. Ha ricordato che il Pd si caratterizzerà per le sue azioni a favore del lavoro, nella lotta alla recessione sostenendo Monti per uscire dall’emergenza (tutt’altro che finita) e nello stesso tempo di ascoltare e dare risposte al disagio del paese. Il prossimo appuntamento del circolo di Vercelli sarà dedicato alla riforma elettorale: il Partito Democratico punta a riformare subito il porcellum ed a collegare alcune riforme istituzionali, come la riduzione del numero dei parlamentari o la legge sui partiti. “Sulla riforma elettorale, il Pd ha le sue proposte e vuole accelerare le trattative con le altre forze politiche per verificare se davvero hanno la volontà di procedere o fanno solo melina. In ogni caso il Pd si prepara a fare i fatti anche se gli altri non vorranno procedere: nel caso in cui la riforma elettorale fosse bloccata per volontà altrui, il Pd i candidati li sceglierà con procedure di partecipazione”.



 


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it