VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
21 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




12/11/2011 - Vercelli Città - Enti Locali

VERCELLI - Assemblea generale annuale dell’Ordine dei Medici

Un’occasione importante di incontro per tutti gli iscritti per fare il punto della situazione, per discutere del presente e del futuro, di aspetti etici, amministrativi e previdenziali legati alla professione medica ma anche un evento commemorativo e celebrativo dei nuovi iscritti all’Ordine.



VERCELLI - Assemblea generale annuale dell’Ordine dei Medici
Il Consiglio Direttivo





(g.lm.) – Si è tenuta questa mattina l’Assemblea annuale generale degli Iscritti all’Ordine Provinciale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri presso il Seminario Arcivescovile di Vercelli.
Un’occasione importante di incontro per tutti gli iscritti per fare il punto della situazione, per discutere del presente e del futuro, di aspetti etici, amministrativi e previdenziali legati alla professione medica ma anche un evento commemorativo e celebrativo dei nuovi iscritti all’Ordine.
A presiedere l’assemblea il presidente Dottor Piergiorgio Fossale, con il vice presidente Dottor Giovanni Scarrone, il segratario Dottor Germano Giordano e il tesoriere Dottor Ezio Barasolo.
Presenti anche i consiglieri, dottori: Ferdinando Albino, Giovanni Canavero, Arturo Citino, Marco Ferri e Maria Pia Fila; i revisoriri dei conti, dottori: Marzio Grigolon, Franco Bramante e Domenico Manachino, il supplente dottor  Giovanni Camisasca e il presidente della Commisione Odontoiatri dottor Alberto Libero.
Dopo la lettura del verbale e del bilancio, entrambe approvati, il dottor Piergiorgio Fossale ha rivolto ai presenti  la relazione in qualità di Presidente.
<<La prossima settimana – dice il Presidente Fossale – si procederà con le elezioni per il rinnovo del Consiglio direttivo, questo evento ha anche una valenza di valutazione del triennio che si sta chiudendo. Personalmente, come segretario prima e come presidente poi, quindi dal 1995, posso dire che è stata un’esperienzaq vissuta e partecipata che fa capire il significato di essere medico. La sanità cambia molto, la medicina ha alcuni cambiamenti ma gli essere umani rimangono tali. All’interno dell?ordina abbiamo anche un ruolo disciplinare che a volte può essere visto come sgradevole. Abbiamo sempre svolto questo compito serenamente e consapevolmente cogliendo anche l’opportunità di conoscere da vicino aspetti umani di medici che si sono rivolti a noi dopo un problema e che ci hanno dato l’opportunità di vedere le cose in un’ottica più generale. In questi tempi c’è un attacco verso gli ordini perché c’è una visione asimmetrica e distorta. Ci si basa più sulle opinioni e sull’individualismo. L’opinione viene troppo spesso spacciata come un dato incontrovertibile come se fosse una verità. Noi come medici ci basiamo nella nostra professione su basi oggettive; le opinioni non possono essere verità, vanno ascoltate ma non hanno valenza assoluta. L’Ordine deve essere elementoi di guida e di formazione. Noi abbiamo il nostro ordine deontologico che rappresenta l’elemento cogente.
Questo triennio è passato rapido, è stato denso di impegni, iniziative e fatica. La nostra attività è vincolata alla categoria e al cittadino verso il quale l’Ordine è garanzia che le uniche persone autorizzate a mettere le mani addosso ad altre, i medici, sono in grado di farlo. Non dimentichiamo che accanto alla preparazione occorre avere anche grande entusiasmo e amore per quello che si fa. La professione del medico è ancora caratterizata da grande fascino nonostante la sanità sia sempre più burocratizzata e complessa e tenda a demoralizzare. Ma chi? Quei medici che hanno scelto superficialmente di fare questa professione. Fare il medico è difficile, impegnativo e non conosce tempo e luogo. Bisogna non fare i medici ma essere medici. La più grande soddisfazione, senza retorica, è quella di vedere il sorriso di un paziente. Noi medici abbiamo una responsabilità grandissima, abbiamo in mano l’esistenza delle persone. Fare il medico è anche umiltà. Fare il medico significa missione e responsasbilità>>.
<<La nostra professione – prosegue Fossale – interagisce con la sanità. il servizio sanitario nazionale è sicuramente un bene che va difeso perché garantisce a tutti l’accesso alle cure. Occorre inserirsi consapevolmente nel contesto e capire che negli ultimi ventanni ci sono stati dei cambiamenti vertiginosi. La sanità a Vercelli sta vivendo, come è noto, tempi difficilissimi. Bisogna avere la forza ed il coraggio di esserci non solo per individuare i punti critici ma soprattutto per proporre delle soluzioni ai problemi che stanno emergendo. Da alcuni mesi, prima con i medici e poi anche con le caposala e il corpo infermieristico, stiamo lavorando su una proposta, in riferimento ai cambiamenti in seno al sistema sanitario regionale, che vede un Hub unico Vercelli Novara come la soluzione ottimale. Pensiamo anche che, parlando  con i colleghi e gli universitari di Novara si è evidenziato il fatto che l’ospedale novarese, a livello strutturale, è in condizioni peggiori rispetto a quello vercellese>>.
In conclusione il Presidente Fossale pone l’accento sul binomio cultura sanità invitando tutti alla prossima mostra fotografica  del 19 novembre “la Sanità a Vercelli tra nostalgia e speranze”.
Al termine della relazione un momento di sincera e partecipata emozione per la consegna di una targa di riconoscimento alla signora Rita Mosso, storica figura di impiegata dell’Ordine che dopo quarantanni di servizio è andata in pensione. Calorose ed affettuose le parole di riconoscimento espresse alla signora Mosso da parte del Presidente Fossale a nome di tutto l’Ordine.
Un minuto di raccoglimento ha accompagnato il ricordo di alcuni medici iscritti all’Ordine recentemente deceduti: Gian Piero Ginex, Evasio Libero, Antonio Maccagno e Carlo Sambrini.
Hanno poi preso la parola il dottor Giovanni Scarrone per illustrare la situazione e le modifiche normative per quanto riguarda il complesso e delicato tema della previdenza pensionistica per i medici e il dottor Alberto Libero per il punto della situazione sulla Commissione Odontoiatri.
Premiati  con una targa ricordo i medici che hanno raggiunto i cinquantanni di laurea: Federico Boero, Mario Ferraris, Angelo Francescone, Giovanni Lenzi e Carlo Tibaldeschi (la cui targa è stata ritirata dal fratello).
A fine assemblea ecco il futuro con il solenne giuramento dei nuovi iscritti per l’anno 2011. Hanno recitato il rituale giuramento di Ippocrate: Riccardo Bruna, Alessandro Calciati, Marianna Carlino, Alessia Cassarà, Claudio Michelone e Scarabelli Gabriele.
Un ringraziamento particolare è andato al personale amministrativo ed organizzativo dell’Ordine Provinciale dei Medici Chirurgi ed Odontoiatri: la dottoressa Maria Raiti e la signora Marisa Segala omaggiate dal Presidente Fossale con un mazzo di fiori.
 

 

 

 


 

Il Presidente Piergiorgio Fossale
Il Presidente Piergiorgio Fossale
Il Dottor Libero Commissione Odontoiatri
Il Dottor Libero Commissione Odontoiatri
Pubblico
Pubblico
Minuto di raccoglimento
Minuto di raccoglimento
La signora Rita Mosso con il Presidente Fossale
La signora Rita Mosso con il Presidente Fossale
I nuovi iscritti recitano il giuramento
I nuovi iscritti recitano il giuramento
Cinquantanni di laurea
Cinquantanni di laurea
Cinquantanni di laurea
Cinquantanni di laurea
Cinquantanni di laurea
Cinquantanni di laurea
Cinquantanni di laurea
Cinquantanni di laurea
I nuovi iscritti
I nuovi iscritti
Maria Raiti e Marisa Segala con il Presidente
Maria Raiti e Marisa Segala con il Presidente


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it