VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 2 dicembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




04/07/2013 - Valsesia e Valsessera - Pagine di Fede

VARALLO – Venerdì 12 luglio sarà presentato il restauro degli affreschi provenienti dalla cappella della Dormitio Virginis al Sacro Monte

Il ciclo, attribuito alla bottega dei pittori Scotto e al giovane Gaudenzio Ferrari, decorava le pareti interne del vano e raffigura il momento dell’Assunzione della Vergine al cielo, accompagnata da un coro di Angeli musicanti e alla quale assistono gli Apostoli.




VARALLO – Venerdì 12 luglio sarà presentato il restauro degli affreschi provenienti dalla cappella della Dormitio Virginis al Sacro Monte
La cappella della Crocifissione di Gaudenzio Ferrari

(p.r.) - Venerdì 12 luglio alle ore 18, in occasione dell’inaugurazione dell’Alpàa 2013, sarà presentato in Pinacoteca il restauro degli affreschi provenienti dalla cappella della  Dormitio Virginis al Sacro Monte, tra le più antiche della Gerusalemme varallese.  Il ciclo, attribuito alla bottega dei pittori Scotto e al giovane Gaudenzio Ferrari, decorava le pareti interne del vano e raffigura il momento dell’Assunzione della Vergine al cielo, accompagnata da un coro di Angeli musicanti e alla quale assistono gli Apostoli. Gli affreschi, staccati negli anni Sessanta e depositati in Pinacoteca, saranno presentati nella loro nuova collocazione all’interno del percorso delle collezioni permanenti;  ai dipinti sarà dedicata un’apposita struttura espositiva che riprodurrà gli spazi della cappella d’origine, così da mantenere la memoria storica della loro primigenia disposizione in loco. L’edificio ‘scatola’ che ospiterà gli affreschi sarà collocato nella seconda sala del percorso museale, dove trovano posto le collezioni di Rinascimento; il ciclo pittorico dialogherà dunque con le opere coeve già esposte in tale sede, a partire dal gruppo ligneo della Pietra dell’Unzione, riconosciuto alla bottega lombarda di Giovanni Pietro e Giovanni Ambrogio De Donati e datato intorno al 1493, altra testimonianza del Sacro Monte delle origini e punto di riferimento figurativo per il giovane Gaudenzio Ferrari, anch’esso presente negli stessi spazi. Sono di sua mano la tavola con la Crocifissione, posteriore al 1497, nella quale il pittore ‘guarda’ ancora agli Scotto, e i due frammenti d’affresco raffiguranti una Testa di uomo con berretta rossa e una Testa di giovane, datati agli inizi del XVI secolo. La collocazione proposta per gli antichi affreschi della Dormitio Virginis rispetterà dunque, con rigore scientifico, il criterio cronologico che sta alla base dell’attuale allestimento espositivo, contribuendo ad una più completa lettura dello scenario artistico in Valsesia tra la fine del Quattrocento e l’inizio del secolo successivo. L’importante progetto di recupero e fruizione del significativo capolavoro è stato possibile grazie ai contributi dell’Ente di Gestione dei Sacri Monti e della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, mentre il nuovo allestimento si deve alla generosa erogazione della Fondazione della Banca Popolare di Novara per il Territorio.



 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it