VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 31 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




30/06/2019 - Vercelli Città - Economia

UN'ORA PER ANDARE DA VERCELLI A NOVARA? - Situazione antistorica, antieconomica, rischiosa - Vano l'obbiettivo di arrivare a Kiev in poche ore con la Tav, se la politica non sa risolvere i problemi di casa

Dopo l'umiliante resa di Alberto Valmaggia a maggio scorso, ora le condizioni per fare squadra ed ottenere da Torino ci sono tutte: bisogna riuscirci -






UN'ORA PER ANDARE DA VERCELLI A NOVARA? - Situazione antistorica, antieconomica, rischiosa - Vano l'obbiettivo di arrivare a Kiev in poche ore con la Tav, se la politica non sa risolvere i problemi di casa

Se ci fosse stato bisogno di un richiamo autorevole, è arrivato.

L’ Assemblea generale degli Industriali di Confindustria Novara Vercelli e Valsesia, ha parlato chiaro e nell’occasione più solenne.

La relazione del Presidente Gianni Filippa è stata esplicita: non è possibile che per andare da Vercelli a Novara ci si debba impiegare un’ora.

La relazione – non priva di molti altri spunti per la politica – si trova integrale nell’articolo linkato in alto in questa pagina.

***

Dunque, il tema del collegamento tra Vercelli e Novara è tornato potentemente all’ordine del giorno, dopo la parentesi elettorale.

Dopo le deprimenti notizie che si dovevano registrare, quando, a maggio, l’ex Assessore Regionale Alberto Valmaggia diceva che no, la strada a quattro corsie non si può.

Anche questo articolo è riproposto in alto nella pagina.

***

Dunque aveva vinto, con Valmaggia, l’Amministrazione del Comune di Casalino, quella degli autovelox farlocchi.

Quella che non aveva voluto nemmeno una tangenziale degna di questo nome.

La tangenziale mangia terreno: e lì i terreni sono di tante persone che sanno farsi sentire.

Affittuari del posto, i preti dell’Istituto Sostentamento Clero di Novara.

Insomma, una nicchia di interessi minimi e asfittici quanto inossidabili, che fino ad ora è riuscito a comprimere in sé l’economia di un territorio, come trattenuta entro una tela di ragno di campagna.

Come la rete di corda che tiene insieme un salame.

***

Ma qui, lungo la direttrice che unisce Novara a Vercelli, c’è la vita di almeno 500 mila persone che ora devono sottostare al fatto che, se si fa la strada a quattro corsie, il campo Lamporetto (nome di fantasia) viene espropriato e i preti non lo possono più affittare e magari a Casalino qualcuno se ne dispiace.

Pensiamo all’enorme costo sociale rappresentato dalla tutela del Lamporetto.

Alle ore – di vita e di lavoro - ogni giorno perse da migliaia di cittadini che hanno bisogno di trasferirsi.

Senza parlare del costo enorme e non comprimibile entro categorie economiche, rappresentato dall’elevatissimo numero di sinistri stradali che si devono purtroppo registrare ogni anno.

Il riso del Lamporetto vale di più delle lacrime innocenti?

***

Nell’ enclave di Casalino le cose possono anche andare così, poi c’è il resto del Mondo, che deve organizzarsi.

Anche perché altrimenti è abbastanza difficile pensare a qualsiasi cosa riguardi il cosiddetto “Quadrante”.

***

Questo è un primo, importante, banco di prova per la politica vercellese e non solo.

Perché è vano parlare di Tav e poi, correndo con la fantasia, pensare di andare a Kiev in un baleno, quando per andare da Vercelli a Novara ci vuole un’ora.

E’ difficile – almeno, oggi – immaginare un motivo per partire da Vercelli ed andare a Kiev.

Mentre tanti cittadini ne hanno uno per condividere interessi di lavoro e studio tra la città eusebiana e quella gaudenziana.

***

Le goffaggini di Alberto Valmaggia che si arrendeva di fronte a piccole o grandi pastoie burocratiche, devono essere superate.

Altrimenti è – di nuovo – vano dire che in Piemonte “un’altra velocità” sia possibile.

***

Oggi i Comuni di Vercelli e Novara hanno Amministrazioni dello stesso colore politico, ma soprattutto che condividono un approccio fattivo alla Pubblica Amministrazione.

Vercelli ha quattro Consiglieri Regionali, di questi uno è Assessore.

Gli ingredienti ci sono tutti per “ottenere” dalla Regione una serie di provvedimenti che sblocchi la situazione e “liberi” Vercelli e Novara dalla rete di cordino per tenere insieme il salame.

Elimini una rete viaria antistorica, antieconomica e – ultimo ma non per importanza – rischiosissima dal punto di vista della sicurezza del traffico, in un sistema che ancora molto dovrà alle comunicazioni su gomma.


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it