VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
mercoledì 22 settembre 2021 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it



12/11/2020 - Vercelli - Economia

TRIPPA PER I GATTI / 707 - Iren si gode la disputa - Vogliono la testa di Leonardo Gili, il più convinto sostenitore dell'acqua pubblica - L'agguato preparato alla Sii spa: va bene il Presidente che ha la Terza Media, ma non il Manager

Siamo solo agli inizia di una guerra che si combatterà a tutto campo ed in mare aperto e pure in trincea - Ma dove sarà sempre importante sapere chi stia dalla parte di Iren e degli amici di Iren e chi, invece stia dalla parte dell'interesse pubblico e dei cittadini consumatori utenti -



TRIPPA PER I GATTI / 707 - Iren si gode la disputa - Vogliono la testa di Leonardo Gili, il più convinto sostenitore dell'acqua pubblica - L'agguato preparato alla Sii spa: va bene il Presidente che ha la Terza Media, ma non il Manager
Gili - Mello Rella - Iacopino

Ora escono allo scoperto e scendono in campo quando credono di avere già vinto.

La guerra dell’acqua si fa sanguinosa, per non dire sanguinaria (metafore, beninteso) e violenta.

Vogliono fare fuori Leonardo Gili dalla Sii, il Servizio Idrico Integrato spa, che ha tra i maggiori Soci il Consorzio di Bonifica della Baraggia.

Che non corresse buon sangue tra l’onnipotente direttore del Consorzio, Alessandro Iacopino ed il manager di Villarboit, è risaputo da tempo.

Iacopino è figlio d’arte: il padre Carmelo è riconosciuto tra i padri fondatori del Consorzio Irriguo che, anni fa, tentò una sorta di “fusione” con l’Ovest Sesia: ma poco dopo si optò per tornare alla reciproca autonomia.

***

La guerra, dapprima sotterranea, vissuta picchiettando i piedi sotto, piuttosto che battendo i pugni sopra, i tavoli delle riunioni, è ora dichiarata in campo aperto.

Basta leggere questa convocazione dell’Assemblea dei Soci di Sii, richiesta proprio da Socio Baraggia.

E, particolare di non poco conto, l’assemblea non è convocata dal Consiglio di Amministrazione che, anzi, decide di non procedere.

Deve, quindi, provvedervi (come da Codice Civile) il Presidente del Collegio Sindacale, il notissimo ed almeno altrettanto stimato Commercialista biellese (ed ex Assessore a Palazzo Oropa e, molto prima, Delegato provinciale dei giovani Dc, ma … altri tempi) Gabriele Mello Rella.

– si può leggere qui – 

qui il curriculum contestato

qui le contestazioni al curriculum


Una fretta indiavolata di farsi fuori il Gili reo, secondo l’accusa, non tanto di essere privo dei requisiti professionali necessari per essere designato nella nomina.

Quanto, piuttosto, di avere – sempre secondo l’accusa – “abbellito” un po’ il curriculum.

Resterebbe poi da vagliare – eventualmente – il curriculum dello stesso Presidente di Sii spa, Roberto Mercandino.

Il documento è raggiungibile consultando il sito della Sii spa

– leggi qui –


E’, così, possibile apprendere che il Presidente, Coltivatore Diretto, abbia conseguito con merito la licenza media inferiore.

La cosa sicura è che devono avere dedicato un gran tempo a preparare il tutto: la pre - meditazione non si può sicuramente negare.

E qualcuno potrebbe osservare che, se la Sii avesse investito pari energie a rendere un po’ meno riconoscibile il sapore dell’acqua che si beve in certi acquedotti gestiti, magari avrebbe incontrato maggiore comprensione presso l’uomo della strada.

***

Ma ora la battaglia si annuncia per la prossima settimana, 19 novembre, in collegamento da remoto, in prima convocazione e, una settimana dopo in caso di seconda convocazione.

***

E’ possibile credere che la cosa finisca lì?

Cioè in un confronto interno alla sola Sii – Consorzio della Baraggia?

E’ possibile crederlo.

Che sia vero o, almeno, che il curriculum (forse) abbellito di Gili sia l’unica materia del contendere, è cosa che appare difficile da condursi a termini di ragionevolezza.

E’ possibile immaginare che l’episodio sia una delle tante battaglie della guerra dell’acqua, e che il controllo delle reti idriche resti sullo sfondo, concepito da alcuni come la vera posta in gioco.

Alcuni che potrebbero, tanto per cambiare, essere Iren spa e gli amici di Iren – Atena Asm spa.

***

Se così fosse non vorremmo essere nei panni dell’attuale Presidente di Asm Vercelli spa, Angelo D’Addesio, che si trova ad essere Legale Rappresentante di una società incaricata della gestione delle reti idriche, controllata dal colosso Iren spa.

Il suo ruolo è ovviamente “compresso” tra gli interessi del Comune di Vercelli, che lo nomina, e quelli del Socio padrone di cui, evidentemente, non può non considerare i desiderata. 

***

La guerra dell’acqua si combatte, dunque, a tutto campo, in mare aperto ed anche in trincea: la Baraggia accetta che il Presidente di Sii spa sia Mercandino, che ha la Terza Media, ma storce il naso per alcune espressioni curriculari di Gili, semplice Consigliere di Amministrazione.

***

Ma perché l’incarico di Gili all’interno della Sii potrebbe avere un qualche peso nella potenza di fuoco degli schieramenti impegnati nella guerra dell’acqua?

Perché Iren potrebbe avere piacere del siluramento del manager di Villarboit dal board di uno dei players di riferimento tra i gestori dell’acqua pubblica in provincia di Vercelli, Biella, Valsesia, Casale?

Forse perché

– come i Lettori ricordano e, comunque, ecco il link –


Gili è Amministratore della Società “Acquedueo scarl” che, appunto, è una sorta di Consorzio tra gli attuali gestori degli acquedotti.

La partita per la gestione dell’acqua pubblica si gioca lì.

Da una parte, Iren e gli amici di Iren.

Dall’altra parte, i Consumatori, gli Utenti, i cittadini, con i Gestori pubblici e coloro che preferiscono essere amici degli Utenti, dei Consumatori, dei Cittadini.

***

Vedremo come finirà questa battaglia: potrebbe essere solo l’inizio di una guerra che si annuncia combattuta senza esclusione di colpi.

L’importante – una delle cose importanti – è che si combatta alla luce del sole.

Ancora più importante è che sia sempre chiaro chi sta dalla parte di Iren e chi, invece, sta dalla parte dell’interesse pubblico e dei cittadini.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

Vercelli

Varallo Sesia

Borgosesia

Gattinara

Valsesia

Trino

Crescentino

Santhià

Provincia di Vercelli

Guido Gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it