VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 26 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




24/04/2020 - Vercelli Città - Enti Locali

TRIPPA PER I GATTI / 620 - Michelini chieda scusa - Indigna le Opposizioni l'uscita dell'Assessore: volete il gettone - Poi la Giunta si conferma gli stipendi pieni - Ma quanto guadagnavano prima? - I redditi 2018 di Sindaco e Assessori

Il Paperone del Comune è sicuramente il Primo Cittadino, con un imponibile personale di 355 mila euro






TRIPPA PER I GATTI / 620 - Michelini chieda scusa - Indigna le Opposizioni l'uscita dell'Assessore: volete il gettone - Poi la Giunta si conferma gli stipendi pieni - Ma quanto guadagnavano prima? - I redditi 2018 di Sindaco e Assessori

Opposizioni - Michelini chieda scusa from Guido Gabotto on Vimeo.

Bisogna andare non soltanto con ordine, ma anche un po’ a ritroso in questi primi mesi di Amministrazione Corsaro Ter di Vercelli.

Da quando – dopo il ballottaggio del 9 giugno 2019 – si è insediato il nuovo Consiglio Comunale, le adunanze dell’Assemblea cittadina sono sempre state “costrette” nel ridotto spazio pomeridiano.

Per tradizione, invece, le riunioni di Consiglio si iniziavano al mattino per finire – talvolta con una breve interruzione per il pranzo – quando fosse stato esaurito l’Ordine del Giorno: se necessario, si andava anche fino alle 21.

Insomma, il dibattito in Consiglio Comunale ha una propria solennità.

Inoltre, va detto che il Regolamento per le sedute consiliari è molto severo: sono banditi a priori gli interventi fiume e logorroici e in attuazione di forme bicciolane di filibustering.

Cinque minuti ad intervento, cronometrati, e poi amen.

Sicchè, se la discussione di un argomento è importante, non per questo diventa chilometrica.

E, perciò, se il Consiglio va per le lunghe, è perché sono iscritti all’Ordine del Giorno tanti argomenti.

***

Ma, da quando Andrea Corsaro ha fatto ritorno sulla tolda di Palazzo Civico, invece, riunioni solo pomeridiane.

Stop alle 19,30.

Perché?

E chi lo sa!?

Una volta, in sede di riunione dei Capigruppo (i Consiglieri che, con l’Ufficio di Presidenza ed il Segretario Generale del Comune, formano l’Ordine del Giorno), il Presidente del Consiglio Comunale, Gian Carlo Locarni, ebbe a dire: preferisco tenere le riunioni di Consiglio quando c’è il Sindaco.

Come dire (forse): al mattino va in Tribunale, quindi può solo il pomeriggio.

E, effettivamente, qualcuno pare l’abbia visto, talvolta, in Tribunale.

***

I malumori serpeggiavano già da un po’, ma a dare la stura alla protesta delle Opposizioni è arrivata un’osservazione dell’Assessore Luigi Michelini, in limine mortis dell’ultimo Consiglio pre Coronavirus (quello di febbraio scorso) che già scontava il fatto che a gennaio non si fosse tenuta l’abituale convocazione mensile.

Quindi nel pomeriggio – e solo pomeriggio – del 27 febbraio, un Ordine del Giorno lungo come una Quaresima.

Ma con il vincolo, per di più, di terminare alle 19,30.

Sicchè i Consiglieri si erano così organizzati.

Senonchè, il tempo così ristretto impedisce di andare oltre i primi punti, quando alle 19,30 resta una lunga fila di argomenti.

Uno, in particolare, pare importare che si sbrighi subito all’Assessore Luigi Michelini.

Che – chissà perché – si aspetta che le Opposizioni rispettino le esigenze eventualmente derivate dal calendario delle Udienze in Tribunale.

Ma dalle Opposizioni, invece che una pernacchia, arriva una proposta sensata: convochiamo a breve un’altra riunione di Consiglio e completiamo questo Ordine del Giorno.

***

E qui arriva l’acida reazione dell’Assessore: bravi, così vi prendete un altro gettone di presenza.

Lo stile, del resto, è l’uomo.

Non è stato difficile intendere qualcosa che suonasse: più Consigli si fanno, più gettoni prendete.

***

Bisogna sapere che – lo dicono nel filmato inviato dai Capigruppo dell’Opposizione i Consiglieri Michelangelo Catricalà, Maura Forte, Paolo Campominosi – ogni Consigliere percepisce, per ciascuna riunione di Consiglio Comunale la bella somma di euro 17,50 lordi.

Che i più devolvono in beneficenza.

Ci siamo sempre ben guardati da andare a trattare delle questioni private delle persone, anche se personalità pubbliche, ma ci affidiamo ad una allusione.

Forse l’Assessore Michelini pensa che – per esempio – Alberto Perfumo, Roberto Scheda, la stessa Maura Forte, Alfonso Giorgio, tentino surrettiziamente di fare cassa, rimpinguare i proprio bilanci familiari, a forza di 17,50 euro per volta, moltiplicando le sedute.

***

L’argomento è poi stato accantonato perché, proprio da fine febbraio, un po’ tutti hanno avuto ben altro cui pensare.

Ma ci hanno pensato Sindaco ed Assessori a rinverdire l’attenzione sui trattamenti economici.

Perché, insieme alle deliberazioni sugli Atti di Bilancio, qualche giorno fa (per rileggere l’articolo si veda in alto in questa pagina) la Giunta ha determinato i propri compensi (stipendi, per semplificare), come si fa ogni anno.

Ebbene – alcuni hanno notato, come si sente nel filmato – in piena emergenza Coronavirus nemmeno un piccolo sacrificio.

Ne avranno bisogno?

Le somme sono: 4 mila euro al mese per il Sindaco, 3 mila per il Vice Sindaco e 2.400 per ogni Assessore (tranne nel caso in cui continui eventualmente il proprio lavoro dipendente pubblico o privato, nel qual caso tutte le somme sono dimezzate).

I Consiglieri aggiungono: speriamo almeno di vedere che avranno fatto donazioni al fondo comunale per l’emergenza Coronavirus.

Del resto, ci sono tanti che in Comune prendono belle somme.

I Dirigenti, per esempio, tutti attorno ai 100 mila euro l’anno.

Poi c’è sempre la situazione, mai rimossa, dei doppi e tripli incarichi.

Silvano Ardizzone cumula anche i compensi di Direttore dell’Azienda Farmaceutica e Responsabile finanziario del Covevar (Consorzio rifiuti).

Fausto Pavia cumula – allo stipendio di Segretario Generale del Comune – il compenso di Segretario del Covevar.

E’ di oggi che anche Pino Scaramozzino avrà un incarico doppio, al Comune di Gattico – Veruno, fino a tutto il 2021.

Insomma: può avere qualche ragione chi si aspetta di vedere bei versamenti sul conto del Comune per sostenere le famiglie messe in difficoltà dall’epidemia.

***



Comunque, sono questioni che attengono esclusivamente alla discrezione delle persone interessate.

Del resto, come è sempre stato, Sindaco ed Assessori hanno pubblicato sul sito internet del Comune (così come la Legge prescrive) le dichiarazioni dei redditi dell’anno 2018: 

si possono leggere cliccando qui.

Il Paperone del Comune è sicuramente il Sindaco, con un reddito imponibile di 355 mila euro.

Cui, dal 2019, potrà a buon diritto aggiungere i 48 mila lordi che, insieme alla fascia tricolore, sono una sua prerogativa.


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

vercelli

provincia di vercelli

pompiere

luigi michelini

andrea corsaro

Piemonte

guido gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it