VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 24 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




08/01/2020 - Vercelli - Enti Locali

TRIPPA PER I GATTI / 598 - Angelo, Daniele e Antonio non fanno figli e figliastri - Anche nei comuni minori i rifiuti per strada come a Vercelli - Caporetto di fine anno per Atena Asm - Oggi salta anche il cartone

E vanno ancora a ringraziarli perchè hanno dato due lire per le luminarie - Ma non si erano impegnati a trattare con Iren tenendo la schiena diritta?






TRIPPA PER I GATTI / 598 - Angelo, Daniele e Antonio non fanno figli e figliastri - Anche nei comuni minori i rifiuti per strada come a Vercelli - Caporetto di fine anno per Atena Asm - Oggi salta anche il cartone
Problemi: e chi non ne ha?

Dicono che hanno avuto problemi.

E si è visto: ne hanno ancora oggi, 8 gennaio, pur essendo passata l’Epifania, che tutte le feste porta via.

Loro, quelli di Iren Atena Asm, hanno preteso dagli organizzatori della discesa della Befana in Piazza Cavour che strillassero al microfono: ringraziamo tanto Iren Atena Asm.

E’ un mantra: tutte le Feste di Natale a ringraziare Atena Asm Iren. Non è stato possibile partecipare ad una - dicesi una - iniziativa pubblica di Natale senza sentire gli organizzatori ripetere fino a sgolarsi: grazie Atena Asm Iren.

Ma: ringraziamo di cosa?

Perché danno due lire per il ballo a palchetto e poi lasciano la citta nella propria immondizia?

Ma andiamo con ordine.

***

RACCOLTA CARTONI, SI GIOCA A RIMPIATTINO

Oggi, 8 gennaio, i commercianti del Centro di Vercelli: Viale Rimembranza – Corso Libertà e via affluenti si trovano la sorpresa.

Non passano a ritirare i cartoni.

Diligentemente conferiti nei luoghi convenuti, li ritrovano lì.

Nessuno si stracci le vesti all’indirizzo di incivili che vanno, semmai cercati nei pressi del Ponte sulla Sesia.

Il problema è che qualcuno ha deciso di cambiare giorno di raccolta, ma non ha avvisato i Commercianti.

***

D’ADDESIO, BAGLIONE, PRENCIPE & COMPAGNI

CI LASCIANO CON L’IMMONDIZIA PER STRADA

 

Ma le Feste appena trascorse sono state una vera e propria Caporetto per Atena Asm, afflitta come sempre da una carenza cronica di Personale addetto al ciclo della raccolta rifiuti.

Carenza che, nei mesi invernali (prendono l’influenza anche gli Operatori) e nelle Festività (la gente consuma, finchè può, di più e, quindi, produce più rifiuti) moltiplica i propri effetti negativi.

Questa volta, però, Angelo D’Addesio, Daniele Baglione ed Antonio Prencipe, hanno forse voluto dimostrare di non voler fare – come dire? – figli e figliastri.

L’immondizia in strada se la trovano finalmente anche nei paesi limitrofi al Capoluogo, quelli serviti dalle Imprese appaltatrici del Covevar.

Per esempio, nei comuni dove l’indifferenziata è, di solito, conferita il sabato mattina.

E questa volta sono passati, invece, il 6 gennaio, lunedì: due giorni con i sacchi sul marciapiede. Come a Vercelli.

Tanto, chi se ne frega.

E’ forse bene ribadire che i Comuni dei piccoli centri non ne possono niente.

Insieme a tutti gli altri della provincia (tranne Vercelli e Borgosesia, che non partecipano all'appalto) sono aderenti al Covevar, il Consorzio Obbligatorio, .

Che, a sua volta, per alcuni dei comuni della pianura, affida il “servizio” ad Atena Asm.

Soprattutto, i piccoli Comuni non designano nessun Consigliere di Amministrazione di Atena Asm.

Solo il Comune di Vercelli mette lì tre persone a contare come il due di picche a briscola, prendere un gettone e poi lasciare che Iren faccia un po’ come vuole.

Quando si dice “contare come il due di picche” si fa non solo riferimento al rapporto tra maggioranza e minoranza nel Capitale Sociale.

Si fa, tra l’altro ed anche, riferimento ai poteri del Presidente del CdA di Atena Asm (nominato dal Comune, appunto Angelo D’Addesio) che, come illustra il Certificato Camerale, ha il potere di proporre l’Ordine del Giorno alla riunione del Consiglio e poco più.

Ma si veda l’allegato (al termine dell’articolo in jpg), che è più chiaro di un riassunto.

***

Sempre nel corso delle Festività appena trascorse, altra saturazione da plastica.

La gente ha conferito correttamente, ma i cassonetti gialli sono, come sono sempre stati, in numero insufficiente e, poi, se nemmeno passano a ritirare, è ovvio che si posi per terra o come si può.

Gli incivili – se ci sono - stanno in Corso Palestro, non altrove.

***

Vien fatto di domandarsi perché persone per bene e con una professione nelle mani accettino, da un lato, di farsi umiliare in questo modo, amministrando un’Azienda che non adempie puntualmente nemmeno al contratto di raccolta rifiuti stipulato con il Comune di Vercelli.

Quello stesso Comune che li ha nominati.

E, dall’altro lato, siccome il posto, infine, lo occupano e i soldi li prendono, perché sembra piaccia a loro essere inevitabilmente additati per quello che sono: responsabili dell’immondizia che ci teniamo per strada.

Non pare fuori luogo domandarsi per quale ragione il Comune tergiversi ancora a trarre le uniche conclusioni che, dopo una cronica situazione di servizi deludenti, sono plausibili.

Il contratto di raccolta rifiuti con Atena Asm rivela che uno dei contraenti è nella sistematica difficoltà di adempiere.

Ciò che non si comprende è per quale ragione, invece di mettere in mora l’inadempiente, dichiarare risolto il contratto, cercarsi un nuovo Fornitore, anche la nuova Amministrazione del Sindaco Andrea Corsaro pare abbia imparato la strada dei salamelecchi.

Salamelecchi ad Atena Asm Iren perché danno due lire quando scende la Befana?

Salamelecchi ad Atena Asm Iren perché inaugurano – l’11 dicembre scorso – la nuova facciata della Sede? 

Capirai che evento: si inaugura una facciata. 

Non uno stabile: no, la facciata dello stabile. 

E tutti lì a fare salamelecchi.

Tutti lì a fare sorrisi ed inchini e dire parole dolci?

Poi, quando si vedono i rifiuti per strada, girarsi dall’altra parte?

Data la situazione, parrebbe forse più opportuno tutelare la dignità dei cittadini di Vercelli, intimando il Fornitore in cronica difficoltà ad adempiere.

Una domanda, poi, non pare superflua.

Daniele Baglione è un ottimo Sindaco a Gattinara.

Se a Gattinara si trovasse un servizio raccolta rifiuti come quello inflitto ai cittadini di Vercelli, prenderebbe il Fornitore a scarpate nel fondoschiena finchè ci fosse anche una sola carta per terra.

Perché, invece, qui a Vercelli pare tollerare l’umiliazione sistematica dei cittadini?

L’immondizia per strada che non è tollerata a Gattinara, invece a Vercelli è considerata come una cosa paradossalmente normale?

Forse perché il primo a fare i pubblici salamelecchi ad Iren è il Sindaco della città?

Forse perché il neofita Presidente di Asm, è lì da tre mesi e già pare pervaso dal sacro fuoco: dobbiamo fare gli utili?

Cioè: se Asm incamera i soldi per il servizio nettezza urbana, poi non assume le sei persone che mancano, è chiaro che ha i ricavi e non i costi; e a fare gli utili così sono buoni tutti.

Si fanno così gli utili?

Ma poi, quando si dice “dobbiamo” fare gli utili: dobbiamo chi?

Il Comune, che prende i soldi della Tari e poi non prende a scarpate Atena Asm?

Si fanno gli utili non dando il servizio ai cittadini?

Si fanno gli utili per darne – inoltre – il 60 per cento ad Iren e solo il 40 per cento al Comune?

***

PALLET: CHI CI CREDE ALLA TRASPARENZA DI ASM?

Poi i pensieri corrono, quasi a suggerire altri approfondimenti.

Cambiamo per un momento argomento.

La Giunta di Andrea Corsaro ha entusiasticamente dato il via libera ad Iren per realizzare l’impianto di produzione dei pallet, tritando legno di scarto.

Un impianto complesso, un procedimento di lavorazione, un ciclo produttivo (legno di scarto – trucioli – trucioli incollati con colle a rischio per la saluti – finalmente pallet pressati e incollati) che richiede capacità di gestione elevate.

Trasparenza massima nei controlli.

Ad esempio, i controlli dei fumi che escono dai camini, durante il processo di lavorazione.

E’ dal controllo dei fumi che si rileva, tempo per tempo, l’eventuale emissione in atmosfera di princìpi attivi dannosi, a partire dalla presenza di formaldeide.

Atena Asm ha già detto che il monitoraggio dei fumi non sarà (si ripete non sarà) h24, ma soltanto “a campione”.

Vogliamo credere che Atena Asm sia il tipo di azienda che assicura la massima trasparenza, per i controlli “a campione”?

Il Comune si fida?

O pensa all’utile (peraltro, solo presunto)?.

Ma sui pallet si avrà modo di tornare presto.


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it