VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
giovedì 6 agosto 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




14/11/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

TRIPPA PER I GATTI / 580 - Trucioli, Andrea Corsaro e (si fa per dire) Compagni aprono le danze con Iren - Via libera all'impianto per produrre pallets - A segno il lavoro degli sherpa

Ieri ripresentato il progetto al protocollo dell'Amministrazione Provinciale per la Valutazione di impatto ambientale dello stabilimento che costerà quasi 40 milioni di euro -




TRIPPA PER I GATTI / 580 - Trucioli, Andrea Corsaro e (si fa per dire) Compagni aprono le danze con Iren - Via libera all'impianto per produrre pallets - A segno il lavoro degli sherpa

Trucioli, le (nuove) carte sono in tavola.

O, meglio, sono di nuovo sul tavolo dell’Amministrazione Provinciale di Vercelli, che dovrà convocare una ulteriore riunione della Conferenza dei Servizi per esaminarle.

***

Ricordiamo, prima di procedere, come sempre, con ordine, cosa sia la Conferenza dei Servizi.

Si tratta di un Organismo collegiale e multidisciplinare che vede riuniti attorno ad uno stesso tavolo i rappresentanti di tutti gli Enti che abbiano qualche voce in capitolo per esprimere un parere su quei progetti industriali che abbiano qualche impatto ambientale.

Si esamina, infatti, la cosiddetta VIA, Valutazione di impatto ambientale.

Perciò si va dalla Provincia stessa, all’Asl, all’Arpa e – a seconda delle caratteristiche intrinseche al progetto – eventualmente anche altri Enti.

***

Ora, dunque, possiamo andare con ordine e dire che, ieri, 13 novembre, il proponente Atena Asm ha (ri)presentato il progetto per realizzare in Via Libano (vicino alla Motorizzazione Civile, attiguo all’attuale Centro Multiraccolta 2) uno stabilimento per produrre pallets.

Lo stesso progetto era già stato protocollato in Via San Cristoforo lo scorso 27 giugno.

Poi, nel corso della Conferenza dei Servizi del 23 settembre, i proponenti l’avevano ritirato.

Erano emerse varie criticità.

La più importante, dal punto di vista ambientale, la presenza di formaldeide (aldeide formica) nel processo di lavorazione.

Iren (il padrone di Atena Asm) raccoglie in tutta la Pianura Padana circa 100 mila tonnellate l’anno di legno di scarto (vecchi mobili, cassette, residui di cantiere) e non sa dove metterlo.

Allora ha deciso di portare tutto qui a Vercelli.

Atena Asm costruisce uno stabilimento dove tutto questo legno viene tritato (i trucioli), e poi ricostituito in pallets.

Il costo dell’operazione è di circa 36 milioni di euro.

Che paga Atena Asm.

L’Azienda di Corso Palestro è al 40 per cento ancora del Comune di Vercelli.

Quindi per il 40 per cento i soldi – anche dell’investimento di 36 milioni di euro per lo stabilimento dei pallets - sono dei cittadini di Vercelli.

Ne vale la pena?

E’ una delle questioni che alcune forze politiche stanno cercando di portare all’attenzione del Consiglio Comunale..

***

Ma il motivo del rinvio, lo scorso 23 settembre, era stato, appunto, di carattere ambientale.

Si diceva: se c’è formaldeide, un principio attivo notoriamente cancerogeno, poca o tanta che sia, non vogliamo saperne.

Perché “poca o tanta”?

Perché i proponenti ( Atena Asm ) dicevano: la formaldeide c’è, ma è nei limiti della norma.

Cioè: sta entro i parametri consentiti dalla Legge.

E meno male.

Ma al Tavolo degli incontri, i Comuni del Circondario (che si prenderebbero la formaldeide né più, né meno di quanto se la prenderebbe l’abitato di Vercelli) non ne volevano proprio sapere.

Abbiamo già dato, si diceva: abbiamo avuto il forno di incenerimento e la Polioli.

Adesso ne abbiamo “a basta” di qualsiasi immissione in atmosfera, di qualsiasi componente che sia cancerogena.

***

A tutta prima Atena Asm ha abbozzato.

E, come abbiamo visto, il 23 settembre ha ritirato la prima versione del progetto.

Anche perché immediatamente Iren si è resa conto che, in realtà, i problemi fossero due.

Il primo, quello della formaldeide.

Il secondo, il giudizio che del progetto avrebbe dato il Comune di Vercelli, nel cui territorio sarebbe paracadutato lo stabilimento e che sostiene, tramite la propria partecipazione nell’Azienda di Corso Palestro, il 40 per cento dei costi.

***

Subito si è capito che gli sherpa fossero al lavoro.

I bene informati dicono che  – ai margini di un Convegno su altri temi – sono andati a cercare il nuovo Presidente della Provincia, Eraldo Botta, per lavorarselo.

E, sempre i bene informati, dicono che ci abbiano dato dentro con convinzione anche con qualche esponente di Forza Italia.

E, infine – sono sempre i bene informati a sapere - che Iren abbia trovato nuovi interlocutori compiacenti.

***

In Giunta si sono studiati la ormai famosa delibera per correggere le (modeste) criticità di carattere urbanistico che il vigente Piano Regolatore evidenzia.

Perché in quell’area non si sarebbe potuta insediare un’attività dalla quale residuassero “acque luride e rifiuti”.

Che ora, invece, la Giunta di Andrea Corsaro vuole vedere ammesse proprio nella zona vicina alla Motorizzazione Civile.

Ma – come abbiamo già esposto nell’articolo precedente, collegato a questo – si tratta di una preoccupazione probabilmente superflua, perché è una Circolare della Regione – a firma Sergio Chiamparino – a dire che, nel caso in cui ci sia l’ok della Conferenza dei Servizi, quell’approvazione comporti l’automatica e conseguente variante del Piano Regolatore.

Un modo per contrastare i Comuni “rompiglioni”, cioè che non volessero gli insediamenti per andare a rimorchio degli ambientalisti.

Ma in questo caso nessun problema: quelli di Iren hanno fatto un po’ di moral (sono modi di dire) suasion e pare proprio che abbiano l’avallo di Palazzo Civico.

Allora a cosa serve ancora il voto in Consiglio Comunale?

A pararsi le terga.

***

Ora sembra proprio che la maggioranza in Comune sia persuasa che i pallets di Iren siano una buona cosa.

L’ordine di scuderia è arrivato e ha prodotto il risultato sperato.

***

Prima – è chiaro – bisognerà cercare di capirne un po’ di più nel merito tecnico del nuovo progetto: sarà on line sul sito dell’Amministrazione Provinciale e non sarà difficile formarsi un’opinione.

Ma in molti sono convinti che ormai sia poco più di una formalità.

***

Poi, la discussione passerà al Consiglio Comunale, secondo una tempistica che potrebbe essere la seguente.

L’ultimo giovedì del mese si potrebbe tenere, come al solito, la riunione del Consiglio.

La Conferenza dei Servizi, però, non sarà verosimilmente convocata prima della prima decade di dicembre.

Si riproporrà, di nuovo, il voto in Consiglio Comunale senza che si sia potuto esaminare il parere tecnico della Provincia.

Basteranno gli annunci?

Sullo sfondo, il problema più generale: se, come tutto lascia pensare, l’Amministrazione di Andrea Corsaro intendesse assecondare le politiche di Iren, non resterebbe che fare gli auguri per il prosieguo del cammino.

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it