VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
17 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




11/07/2019 - Vercelli Città - Economia

TRIPPA PER I GATTI / 562 - Per andare da Larizzate a Larizzate passano da Lione? - Rumors sull'interesse di Novacoop per l'area Pip dove ha messo le mani Karim Abdellaoui - La Raymond potrebbe andare a Casalino, come la Sambonet - Sherpa pericolosi

Ma di tutto ciò sanno qualcosa all'Università di Chambery?



TRIPPA PER I GATTI / 562 - Per andare da Larizzate a Larizzate passano da Lione? - Rumors sull'interesse di Novacoop per l'area Pip dove ha messo le mani Karim Abdellaoui - La Raymond potrebbe andare a Casalino, come la Sambonet - Sherpa pericolosi

È passato anche l’8 luglio senza che nessuno – almeno, che si sappia – abbia più sentito parlare dei famosi bandi per la costruzione di 190 mila metri quadri di capannoni in area Pip.

Sono pochi?

Sono tanti?

Basti pensare che il capannone di Amazon, la sola superficie coperta, misura poco più di 100 mila metri quadri.

Praticamente, una cosa come il doppio di Amazon.

Questa la promessa fatta al Comune di Vercelli dalla società Aprc di Lione, di cui è Legale Rappresentante Karim Abdellaoui, che nell’illustrazione di apertura vediamo in una curiosa immagine.

Restio a concedersi all’obbiettivo dei cronisti, quando plana a Vercelli insieme a personaggi come Farouk Benzeghiba, Pier Teresio Turino, Frederic Lacarelle, sembra, al contrario, generoso di scatti spiritosi.

Prendiamo questi: il meglio è nemico del bene.

***

BANDI PER COSTRUTTORI: MA COSTRUIRANNO?

 

Si diceva dei bandi.

Una serie di persone come, ad esempio, Amleto Impaloni, direttore di Confartigianato del Piemonte Est ed il Direttore regionale di Confindustria, Paolo Balistrieri, hanno forse creduto che in questo periodo potessero essere a disposizione delle Imprese edili e dell’indotto, i bandi.

Bandi per cosa?

Insomma: se le Imprese del Piemonte devono costruire capannoni per 190 mila metri quadri, bisogna che possano presentare, proporre, ad Aprc, delle offerte, i preventivi.

Calibrate su specifiche tecniche: appunto i bandi.

***

Ma, al momento, non sembra – almeno, le nostre antenne non lo rilevano – che sia tutto un fermento di Imprese che si danno di gomito dicendo: hai visto il bando? Hai visto il bando? Non facciamocelo scappare.

***

Forse perché non c’è ancora nessun bando.

***

MA PRIMA…

Del resto, entro il 9 dicembre prossimo (ormai mancano meno di cinque mesi) Karim Abdellaoui dovrà fare una cosa preliminare, rispetto alla costruzione dei maxi capannoni e poi del recupero dell’antico cascinale, che dovrà diventare un incubatore di Impresa.

Per promuovere – altresì – progetti di partenariato nientemeno che tra l’Università del Piemonte Orientale e quella di Chambery.

***

Cosa gliene possa calare all’Università di Chambery dei capannoni in area Pip di Vercelli e degli eventuali Addetti alla logistica in zona Roggia Molinara, non è mai stato spiegato bene.

Però, magari…

Ma prima di tutto questo, cosa dovrà fare, preliminarmente, appunto.

Pagare i 6 milioni di euro che costa il terreno del Comune di Vercelli.

Perché fino a quel momento si discute di poco e niente.

Qui da noi.

Figuriamoci a Chambery, se sapessero che vogliono allacciare rapporti e non hanno ancora acquistato il terreno.

***

UNA STRAGE DI LAVORATORI?

 

Il nostro territorio – nel frattempo – è stato depauperato dalla scomparsa della classe operaia.

Si dirà: non è una novità.

Basti guardare Sesto San Giovanni, uno dei primi centri in cui si sia studiato il fenomeno della de industrializzazione.

Roba di almeno 30 anni fa.

***

Non è questo il punto.

Il punto è che sono praticamente scomparsi i 1.500 lavoratori dell’area Pip.

I 1.500 posti di lavoro.

Non ne parla più nessuno.

Che fine avranno fatto?

***

LA ARAYMOND, INVECE, SE NE VA PROPRIO

I lavoratori virtuali, da volantino elettorale, sembrano dunque al momento scomparsi.

Potrebbe fare una fine diversa anche la ARymond di Carisio.

Il Lettore ricorderà che, proprio il 23 luglio 2018, la rinomata azienda che ora ha tutto il proprio stabilimento vicino a Santhià, aveva presentato la manifestazione d’interesse per essere ricollocata a Vercelli.

Ma – combinazione – proprio il 24 successivo fa la stessa cosa la Aprc di Lione.

La firma dell’istanza è autorevole, quella di Karim Abdelloui, Legale Rappresentante.

E così una cosa Legale è sicura.

***

Da quel luglio fino a pochi giorni fa è stato tutto un peana, un osanna ai 1.500 posti di lavoro occupati dalle aziende portate qui da Karim.

Per farlo ha chiesto tempo: dal 7 dicembre 2018, quando la Giunta di Maura Forte decide di dare il terreno ai francesi, fino al 9 dicembre 2019.

Un anno.

Che ormai è scavallato: mancano cinque mesi e poi Karim dovrà finalmente tirare fuori i 6 milioni di euro che servono per comprare il terreno dal Comune di Vercelli.

Comune che, nel frattempo, non ha visto una lira perché la caparra di 300 mila euro prevista dal compromesso non è stata versata nelle casse comunali, ma costituita in garanzia dallo stesso Notaio che Aprc ha chiamato per la firma dello stesso compromesso con il Comune, l’8 aprile scorso.

***

Terreni bloccati dal 24 luglio 2018 al 9 dicembre 2019, senza vedere un euro.

Bene.

***

Intanto, sembra che ARaymond si sia stufata di aspettare e guardi con interesse ad una possibile collocazione a Casalino.

Se così fosse, la storia si ripeterebbe.

La Giunta di Gabriele Bagnasco lasciò andare la Sambonet a Casalino, quella di Maura Forte ci manderebbe la ARaymond.

***

FORSE ARRIVANO BEPPE ED ERNESTO

Il bello, però, potrebbe venire ora.

Perché – dicono rumors attendibili ed insistenti da circa un mese – se, putacaso, qualcosa fosse andato storto per Aprc e non fosse in grado di (prima) costruire e (poi) riempire tutti quei capannoni, ecco che l’area potrebbe interessare a Novacoop.

Ma guarda.

Sono lì a due metri e non si sono mai fatti vivi prima.

Perché?

Insomma, da Larizzate a Larizzate passando da Lione?

E perchè non concedersi un'esperienza algerina?

O dalla Torino di Sergio Chiamparino, Alberta Pasquero, Livio Dezzani ed un po’ di nomenklatura del Pd, fassiniana e non solo?

Sarebbe (se così andassero le cose) una cosa da chiarire nei minimi particolari.

Se fosse interessata all’area, Novacoop potrebbe trasferire qui tutti i propri magazzini del freddo.

***

E quindi: sono lì a due metri con la loro sede centrale, ma fino ad ora non avrebbero mai manifestato interesse.

Oppure sono interessati, ma solo se l’intermediazione è di Aprc?

Perché come costruisce i capannoni del freddo Aprc non li sa costruire nessuno?

***

PALAZZO CIVICO E GLI SHERPA

Intanto in Comune – queste, invece, sono già dichiarazioni formali dei nuovi Amministratori – stanno studiandosi questo dossier scottante, messo lucidamente a segno dalla passata Amministrazione in limine mortis.

Ora non ci sono più, ai rispettivi livelli, i referenti politici né di Aprc, né di Novacoop, Sergio Chiamparino e Maura Forte.

Ma restano le patate bollenti.

***

Resta anche la pervasività con cui gli sherpa cercano di rendere piacente anche ai nuovi la situazione ereditata.

Ma sarà dura.

Anche perché, la strada maestra sarebbe che Karim incominciasse a dire: guardate, Signori cari, chiudiamola qui ed ecco i 6 milioni di euro per comprare l’area.

Ma questa, al momento, è un’ipotesi improbabile.

Quei sei milioni li avrebbe Novacoop e anche di più.

Ma come giustificare l’improvviso interesse per il freddo e per l’area, quando hai la sede centrale a 100 metri e fino ad ora non ti sei mai fatto vivo?

Chi vivrà, vedrà.

 

Karim Abdellaoui illustra un progetto che riguarda Auchan - Ne riparleremo -

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it