VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
22 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




29/01/2019 - Vercelli Città - Enti Locali

TRIPPA PER I GATTI / 523 - Tranquilli, testa a posto, nessuno la perderà - Inutile pathos sulla decollazione dell'Oriundo - Starà lì a prendersi il suo bello stipendio

Con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti -



TRIPPA PER I GATTI / 523 - Tranquilli, testa a posto, nessuno la perderà - Inutile pathos sulla decollazione dell'Oriundo - Starà lì a prendersi il suo bello stipendio
Giuditta e Oloferne di Cristofano Allori, rivistato da VercelliOggi.it -

Tranquilli, non perdete la testa, perché nessuno la perderà.

Può (tornare a) dormire tra due guanciali l’ Oriundo Miracolato che da quasi cinque anni la benevolenza di Sergio Chiamparino ha designato alla Presidenza di Atena, poi Asm.

Si vociferava nelle scorse ore che il Sindaco Maura Forte, per dare una dimostrazione di prendere qualche provvedimento esemplarmente sanzionatorio nei confronti di Atena Asm, avesse in animo di revocare o chiedere le dimissioni di Sandro Baraggioli, Francesco Bavagnoli, Pier Luigi (Peo) Ranghino dal Consiglio di Amministrazione di Asm.

La misura era (ed è) effettivamente, colma e così la pensano anche Consiglieri Comunali di maggioranza.

***

A parole, Maura Forte pare che non ci metterebbe né uno né due a procedere all’esecuzione capitale, senonchè, se qualcuno volesse credere ad una cosa del genere (che ben difficilmente il Primo Cittadino potrebbe realmente pensare e vedremo perché) si scontrerebbe con alcune elementari evidenze in contrario, che cerchiamo di riassumere con qualche semplice considerazione.

***

Prima considerazione.

Atena (ora Asm) è una Società per Azioni controllata da un’altra Società (Iren spa) quotata in Borsa.

Anche i più periferici osservatori di queste cose sanno che ogni più piccolo movimento succeda nell’ambito della vita societaria di una quotata, è pubblico, pubblicizzato e valutato dagli analisti di mercato.

Seconda considerazione.

Entro il 31 marzo le società devono procedere all’approvazione del Bilancio consuntivo 2018 da parte del Consiglio di Amministrazione.

Terza considerazione.

Adesso pensiamo a come potrebbe reagire il Mercato, la Borsa, se si venisse a sapere che, poco prima dell’approvazione del Bilancio Consuntivo 2018, si dimettono o – peggio – sono revocati tre Consiglieri di Amministrazione su sette, per di più tutti di nomina del Socio di minoranza.

Una minoranza del 40 per cento.

Non è vietato, né peregrino pensare che Iren sarebbe messa sotto una lente del tutto sproporzionata rispetto alla bisogna.

Per carità, si meriterebbe questo ed altro, visto quello che è successo da quel triste giorno del dicembre 2015, quando si pappò la maggioranza di Atena, poi Asm.

Peggio di uno tsunami, che ha coinvolto anche la città, non solo Asm.

Una sorta di nuova Compagnia delle Indie che fosse arrivata a Surat.

Ma, obbiettivamente, non è cosa augurabile.

E se lo diciamo noi… Perché bisogna sempre e comunque, prima che altrove e altro, guardare l’interesse generale, della Pubblica Amministrazione e cercare il bene comune.

Quindi: i provvedimenti da prendere nei confronti di Iren ed Asm sono e dovranno essere tanti altri, ma non questo; almeno non ora.

***

Quale sarebbe stato il momento per – eventualmente – procedere?

Al massimo entro fine dicembre dell’anno scorso, primissimi giorni di gennaio 2019.

Quando il Sindaco bocciava l’idea come balzana, visto il tanto bene che stava facendo Baraggioli.

E adesso, invece, almeno a voler sentire rumors palatini, si dice che sarebbe disposta a far saltare le teste come tappi di Chateau Dorè della Bistefani.

***

Quarta considerazione.

Se anche – putacaso – a Maura Forte venisse in mente di interpretare improvvisamente il ruolo di Bloody Mary, la tempistica giocherebbe contro.

Perché ormai siamo – virtualmente – a febbraio.

Se anche oggi (29 gennaio) fossero protocollate le dimissioni dei tre (Baraggioli, Bavagnoli, Peo) sappiamo bene che la loro sostituzione sarebbe subordinata ad una procedura amministrativa complessa.

Ma, intanto, non solo non sono protocollate dimissioni di sorta, ma nemmeno nessuno ci pensa, quindi sono fantasie.

***

Perché i passi sono questi.

Dunque, ammettiamo che Maura Forte volesse dire: ma sì, guardate, mi sono convinta che vadano cacciati i tre, che non hanno saputo rappresentare gli interessi del Comune dentro Atena Asm.

Viene da ridere, ma andiamo avanti.

Subito dopo, bisognerebbe pubblicare un bando per cercare chi si rendesse disponibile, curriculum alla mano, alla sostituzione.

Ed il bando per la sostituzione di ben tre componenti del CdA, vogliamo dire che dovrebbe restare all’Albo Pretorio per meno di un mese?

In fondo è la più importante azienda del Comune.

Un mese è appena giusto.

Quindi siamo a marzo 2019.

Allora bisognerebbe pensare che potesse esserci chi, partendo da aprile 2019, volesse essere nominato Amministratore di Atena Asm.

Con un bilancio approvato dal CdA precedente (31 marzo 2019), ma con l’onere di presentarlo all’Assemblea dei Soci (entro ancora un mese) come proprio.

Cioè andare a sedersi sul putagè acceso da altri.

Diamo ovviamente per scontata la massima regolarità e correttezza di qualsiasi operazione e posta di bilancio, sarebbe comunque una cosa che nessuno prenderebbe a cuor leggero.

***

Intanto il tempo è passato.

Oriundo & Co. sarebbero rimasti lì in prorogatio, perché comunque l’Organo Amministrativo non può essere incompleto.

A prendere il loro bello stipendio.

Poi sapete cosa succede?

Succede che, 55 giorni prima della data fissata per le elezioni amministrative, il Consiglio Comunale diventa per Legge come “ibernato”, cioè vive solo per l’ordinarissima amministrazione.

Mentre la Giunta va avanti tranquilla e finalmente sola fino al 9 giugno, data del ballottaggio.

***

Sicchè, in pratica, nessun risultato, nemmeno politico, potrebbe mai derivare da una – totalmente improbabile – decapitazione dei vertici di Atena Asm.

***

Perchè, allora, si dice che se ne stia parlando?

Perché, da un lato, l’esigenza è giusta: le dimissioni sarebbero il minimo e bene fanno sicuramente a chiederle i Consiglieri.

Dall’altro lato, siamo orami fuori tempo massimo e, quindi, se lo Studio Azzurro di Palazzo Civico facesse l’occhiolino, non vorrebbe dire un gran che.

Forse, potrebbe trattarsi di un orzaiolo, o un calazio.


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it