VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 24 ottobre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




09/06/2016 - Vercelli Città - Politica

TRIPPA PER I GATTI / 355 - Dichiarazione congiunta di Cometti e Coppo al loro rientro nell'Esecutivo: Noi siamo felici, noi siamo contenti, le chiappe ed il culo porgiam riverenti - E poi giù a ballare lo Zumba sul tavolone.

Tutto per il gettone






TRIPPA PER I GATTI / 355 - Dichiarazione congiunta di Cometti e Coppo al loro rientro nell'Esecutivo: Noi siamo felici, noi siamo contenti, le chiappe ed il culo porgiam riverenti - E poi giù a ballare lo Zumba sul tavolone.

Caracollano lungo il corridoio al piano nobile di Palazzo Civico.

Sornioni, complici, compiaciuti.

 

Come il Gatto e la Volpe.

 

Andrea Coppo sogghigna ammiccando a Mario Cometti:

 

tè vist me cal l’uma minchiunalu al Maradona?

 

(Maradona, nello slang di Palazzo, sin dai tempi della Prima Repubblica, è il nickname di Emanuele Caradonna, un tempo riccioluto ed alto press’a poco appunto come il leggendario numero 10, ndr).

 

Lü l’è fasi ‘n cü par truveni al post da Asesur – prosegue il Delegato al Bilancio -  e nui al luma bütaiulu an ti cul post.

Con mimica efficace simula il servizio, alludendo pesantemente al doppio senso “posto – posto”.

Di rimando, beffardo il Leguleio non si fa pregare:

veraminte, veraminte, caro Andrea, chissà come deve dolergli…

***

Lasciamo per un momento i due Assessori della Civica Amministrazione ai loro trastulli e riepiloghiamo per il Lettore eventualmente distratto o affaccendato in più costruttive incombenze gli antefatti.

Come si ricorderà, la settimana scorsa il Gruppo Consiliare di Cambia Vercelli (Caradonna, Campominosi, Capra, Badij, Vinci suocera Vercellone) ha manifestato insoddisfazione per l’andamento delle cose politiche ed amministrative a Palazzo Civico.

Dando mandato ai propri Assessori (appunto Cometti e Coppo) di adempiere a tutti i doveri dei rispettivi uffici, ma astenendosi dal partecipare alle riunioni di Giunta.

Apriti o cielo.

Immediatamente i due sono stati richiamati all’ordine.

Nel Pd qualcuno ha chiesto che fossero loro tolte le deleghe (mandati a casa).

Dapprima nel Gruppo Consiliare di lunedì e iersera nel corso della Direzione Cittadina.

In quest’ ultima riunione una vera e propria catilinaria si è udita (ma le versioni contrastano: altri dice che sia solo stata un po' tesa) da Teresa Marcon. Si è invece chiuso in un dignitoso e silente riserbo il giovane Presidente del Consiglio Comunale, Michele Gaietta.

Poi però – anche ieri – è prevalsa la linea morbida ed attendista.

Anche perché entrambi gli Assessori avevano nel frattempo calato le brache rientrando nei ranghi e proprio ieri pomeriggio partecipato alla riunione di Giunta.

Troviamo quindi – in questo fantasioso racconto, perché mica siamo lì come mosche ad udire e vedere – i due mentre si avvicinano alla Sala riuunioni.

Quella dove campeggia inutilmente lo stendardo comunale recante il motto: “Potius mori quam foedari”.

Piuttosto morire che tradire.

E non è poco.

***

Continua dunque Cometti:

pinsa, Andrea, che io al Maradona ho pure buttato già il telefono in faccia, così che non si azzardi a disturbarmi oltre.

Si siedono dunque al tavolo con gli altri Assessori verso le 15,30 per essere ricevuti con sarcasmo sottile quanto feroce dal Primo Cittadino ( si ripete, noi mica eravamo lì, quindi più che altro intuizioni di tipo sapienziale ):

Salutiamo Andrea e Mario: non è il caso di dire bentornati perché non se ne sono mai andati.

***

Avevano, del resto, i due, già preparato una acconcia dichiarazione congiunta che desse conto agli illustri Colleghi delle vicende politiche appena consumatesi.

Dichiarazione tratta dalle memorie  studentesche d’un tempo: entrambi sono laureati e stralaureati e non è quindi estranea a loro l’esperienza goliardica.

Sicchè all’unisono, per riassumere i tratti più salienti della fase e profilare, presagio dei loro futuri comportamenti, uno stato d’animo collaborativo, esclamano:

noi siamo felici, noi siamo contenti, le chiappe ed il culo porgiam riverenti.

***

L’immortale poemetto “Ifigonia”, geniale parodia della più conosciuta “Ifigenia”, attribuito a Hertz De Benedetti il quale poi, una volta laureatosi in Medicina all’Università di Torino, divenne Primario Urologo al nostro Nosocomio.

***

Per condensare il loro pensiero in poche parole non trovano di meglio di quel rimando, al quale a nostra volta rinviamo poiché il seguito non è conveniente qui riproporre.

***

Giunge però a questo punto la sorpresa.

Udendo richiami universitari, il Dottore Magistrale in Scienze Politiche Carlo Nulli Rosso crede di far bene ed interviene.

Come sempre dicendo la cosa più appropriata al momento più opportuno.

E così invita, con un bel sorriso, i due a completare il transito purgante, il passaggio attraverso la forca caudina della resipiscenza costosa in dignità, ma foriera di una rinnovata e piena accoglienza.

Invita dunque il Dottore:

guardate, già che ci siamo, voglio vedervi mentre vi esibite in qualche passo di Zumba, qui sul tavolo della Giunta.

Passa una frazione di secondo e tutti sono attoniti.

I due Assessori pentiti vivono in quel tempuscolo una sequenza interiore di pulsioni e pensieri più o meno così cadenzati:

Questo è troppo anche per noi.

Però il Dottore è l’Assessore più ascoltato ed influente presso il Sindaco.

Se ci rifiutiamo è capace ancora che, dopo, le suggerisce l’idea di metterci a part time, dimezzandoci lo stipendio.

No, mangiare questa cucchiata di nutella (si tenga presente che scriviamo sempre per un pubblico vasto: ben altra è la materia bruna e poltacea cui pensano, ndr) per poi avere uno stipendio dimezzato non vale proprio la pena.

Vai con lo Zumba.

***

Senza nemmeno essersi consultati, ma contemporaneamente, saltano entrambi sul tavolo della Giunta.

Coppo deve essere aiutato e ci pensa Michele Cressano, che pregusta già, sogghignando, la scena: non sta più nella pelle.

Chi è più sorpreso di tutti è il Dottore.

Lui scherzava e non si capacita nel vedere che qualcuno lo prenda sul serio.

Sono rimasti pressoché loro e, appunto, il Primo Cittadino.

***

In un impeto di zelo Cometti vuole sincerarsi:

ma possiamo tenerli i pantaloni oppure dobbiamo ballare in mutande?

E qui interviene deciso il Segretario Generale Fausto Pavia: non se ne parla.

Con tutte le Signore che sono in Giunta, la ennesima calata di brache dei due è decisamente inopportuna.

Sicchè via con lo zumba, ma con i calzoni ancora su.

E vai con il basculamento di bacino dapprima lento, poi via via sempre più dinamico

E vai con il semi kick, e vai con le circonduzioni delle spalle, e vai con le oscillazioni delle anche.

L’imbarazzo dei presenti lascia ben presto il posto ad una certa qual  ammirazione: i due mostrano un ancora embrionale, quanto insospettabile, talento.

Si destreggiano sul cristallo che copre il tavolone in modo assai promettente.

Ce la fanno.

Sorridono.

Ma sì, stanno al gioco.

Si mettono in discussione.

Accettano la sfida.

Intanto, la fuori, non li vede nessuno.

Lo spettacolino è prodromico ad importanti decisioni, successivamente adottate nel corso della riunione ufficiale.

***

Uscendo, gli sguardi dei due si incontrano.

Una vera figura di merda.

Ma che importa?

Intanto arriva il gettone, lo stipendio.

E questo è quello che conta, in fondo.

Anche se, almeno questo, va poi dichiarato nella denuncia dei redditi.

***

Come finirà?

Più o meno come la riunione di ieri del Direttivo Cittadino del Pd, aspettando gli eventi.

Chi vivrà, vedrà.

VercelliOggi. it è e sarà sempre gratuito.
Per effettuare una donazione clicca:


http://www. vercellioggi. it/donazioni. asp




Commenta la notizia su 


https://www. facebook. com/groups/vercellioggi  


Per leggere e commentare 
anche le principali notizie del Piemonte:


https://www.facebook.com/VercelliOggiit-1085953941428506/?fref=ts

 

 

 

 

 

NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it