VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
23 October 2019 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




24/07/2018 - Trinese - Società e Costume

TRINO - Giovanni Ravasenga scrive al Presidente della Provincia di Alessandria sullo stato dissestato della strada Trino-Camino

Una strada pressochè impercorribile principalmente per lo stato del fondo stradale



TRINO - Giovanni Ravasenga scrive al Presidente della Provincia di Alessandria sullo stato dissestato della strada Trino-Camino

La situazione della strada Trino-Camino ha indotto Giovanni Ravasegna ad inviare una mail al Presidente della Provincia di Alessandria per illustrare la situazione. Qui di seguito il testo:

Al Sig. Presidente della Provincia di Alessandria Gianfranco Baldi presidenza@provincia.alessandria.it

c.p.c. al Sig. Sindaco di Camino

           al Sig. Sindaco di Trino

Strada Provinciale n. 7 (32) Trino – Camino –

Sig. Presidente,

ho ritenuto opportuno portare direttamente alla Sua attenzione la disastrosa situazione cui versa ormai la strada provinciale n. 7 Trino-Camino; problemi di sicurezza per il fondo stradale completamente sconnesso e per i crescenti movimenti franosi che hanno ridotto la sezione stradale. Una annosa situazione in progressivo degrado e ormai da tempo divenuta una vera e propria emergenza con un rischio altrettanto crescente per chi la percorre con qualsiasi mezzo.

Uno stato di fatto che inizia appena superato il ponte stradale sul Po di Trino sino all’abitato di Camino, circa 4 kilometri ridotti ormai ad una pista dissestata e disastrata, con i diversi movimenti franosi da anni abbandonati a se stessi che costringono gli automezzi ad un improvvisato senso alternato con il pericolo che ne consegue. Una strada pressochè impercorribile principalmente per lo stato del fondo stradale. E se Lei, Signor Presidente,  ha avuto l'occasione di percorrerla, ne ha la conferma che quanto mi sono permesso di scriverle corrisponde alla realtà.

 

Più volte ho scritto ai suoi predecessori, in particolare alla Signora Rita Rossa, senza mai ricevere risposta al punto che mi sono chiesto se la Provincia di Alessandria è consapevole di questo stato di fatto o meglio della situazione di pericolo per chi percorre questo tratto stradale in particolar modo per i ciclisti e i motociclisti. Una domanda più volte rivolta anche alla Sua predecessora che ha optato per il silenzio. E se mi permette, quel comportamento non lo si può che tradurre in una vera e propria caduta di stile innanzitutto della stessa Istituzione Provinciale. 

Ma più volte mi sono anche chiesto quale fosse il reale interesse della stessa Provincia di “abbandonare” a se stessa una arteria stradale che collega un territorio collinare, quello di Camino e delle sue frazioni monferrine, molto bello sia dal punto di vista ambientale che paesaggistico, che meriterebbe veramente di essere valorizzato. E ne converrà Signor Presidente, che in primis la premessa della valorizzazione significa innanzitutto il mantenimento in buone condizioni di efficenza e di percorribilità delle infrastrutture stradali che collegano quelle località, sia dal punto di vista dello stesso fondo stradale stesso che della sua sicurezza.

Diversamente sarebbero solo parole o annunci senza seguito. Una prassi ormai molto ricorrente nella politica seguita però da un nulla di fatto.

Tra l'altro la stessa Regione Piemonte anni fa aveva destinato (con beneficio di inventario) circa 400.000 euro per la sistemazione e gli interventi di messa in sicurezza dei movimenti franosi che invece si sono limitati a sporadici interventi di taglio della vegetazione spontanea delle sponde stradali. Dall'Ing. Platania nel corso di una delle mie diverse telefonate intercorse, ebbi la conferma che si stava completando la progettazione degli interventi che però probabilmente, non hanno mai avuto fine e seguito.

Il risultato di tutto ciò resta il progressivo e ormai pericoloso degrado del fondo stradale e della stessa arteria  e il pericolo per chi la percorre. Credo Signor Presidente che, allo stato attuale, varrebbe proprio la decisione di chiuderla al traffico purtroppo con tutte le conseguenze negative per chi vive e risiede in quelle località le quali sarebbero quasi totalmente isolate o molto più complicato raggiungerle visto lo stato di annoso dissesto cui versano altre strade minori che le collegano.

 Concludo Signor Presidente con l'auspicio di una risposta e con la certezza che in tempi veramente brevi, la Provincia di Alessandria provveda ad avviare le operazioni e i lavori di messa in sicurezza e di manutenzione di quei tratti stradali a garanzia della sicurezza e della incolumità per chi le percorre, ma anche per assicurare il funzionale collegamento stradale  e territoriale dei Centri abitati.

 La ringrazio per la Sua attenzione e confido nel Suo riscontro.

Con l’occasione Voglia gradire i più cordiali saluti e gli auguri di buon lavoro,

 Trino, 24 luglio 2018

 Giovanni Ravasenga

 

 


NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it