VercelliOggi.it
Il primo portale quotidiano della provincia di Vercelli
Meteo.it
Borsa Italiana
sabato 26 settembre 2020 | Vai alla Prima Pagina
Il Santo del giorno
Cerco/Offro lavoro
PiemonteOggi.it
CasaleOggi.it
BiellaOggi.it
CuneoOggi.it




22/04/2020 - Trinese - Enti Locali

TRINO - Dai test sierologici alla "riapertura" dopo il lock down, Daniele Pane a tutto campo nell'intervista smart con Alessandro Morbelli

Il Primo Cittadino fa il punto della situazione, in diretta streaming






TRINO - Dai test sierologici alla "riapertura" dopo il lock down, Daniele Pane a tutto campo nell'intervista smart con Alessandro Morbelli
Daniele Pane con Alessandro Morbelli

 
(marilisa frison) - Il Sindaco di Trino, Daniele Pane, ieri sera è stato ospite della diretta facebook dello speaker Alessandro Morbelli, e tra un "sorso" di limoncello e uno stacchetto musicale, dal salotto di casa, ha parlato dell’importanza dei test sierologici fatti a campione su circa 200 persone tra volontari e pazienti dei medici, e quanto sia importante farne altri per consentire studi approfonditi sull’evolversi del virus, che potranno essere utili per non trovarci impreparati dovesse verificarsi una seconda ondata del virus. Il Sindaco ha sottolineato che questo tipo di test non vuole andare a sostituire il tampone, ma vuole essere solo un valore aggiunto.

Alla domanda dello speaker cos’è la libertà?

La risposta del sindaco è stata con la frase di Martin Luther King  “La mia libertà finisce nel momento in cui inizia la libertà altrui”.
 
Poi ha disquisito su quanto sia importante ora che la gente ha preso coscienza di come ci si deve comportare fatto, dimostrato anche con l’esperimento del mercato di sabato scorso, dove le persone si sono comportate in modo maturo e integerrimo, quindi, sono pronte a qualcosa in più, altrimenti rischiamo di ottenere l’effetto contrario. 

Se si ha l’orto e lo si deve coltivare, è giusto che si vada nell’orto, si va soli e non c’è rischio, certe cose vanno capite.
 
E’ auspicabile consentire anche lo sport, se si va a correre soli, non si incorre o provoca rischi, nel momento in cui si incontrerà qualcuno e ci si vorrà fermare a fare due chiacchiere si indosserà la mascherina, nessun problema, bisogna in qualche modo ricominciare. E per ricominciare si intende anche riaprire le attività, da oggi hanno riaperto i fiorai, speriamo man mano di poter riaprire sempre più attività possibili, però, devono dare istruzioni per tutelare quelle attività in cui si è a contatto diretto con le persone, tipo, i parrucchieri o i centri estetici, se si deve partire il 4 maggio devono darci prima le indicazioni sui sistemi da adottare, non possono dircelo il 3, deve esserci il tempo materiale per gli adempimenti e per poter reperire i dispositivi di sicurezza.
 
Lo Stato deve venirci incontro, già hanno scaricato tanto sui comuni e sindaci, che in molti casi, non avendo ancora ricevuto i soldi dallo Stato, devono anticipare i rimborsi dei buoni spesa.
 
Non è giusto che lo Stato non abbia ancora accredita il bonus dei 600 euro ai titolari di partita I.V.A., sono persone che se non lavorano non hanno entrate, non sono dipendenti e non possono aspettare 45/50 giorni, si era detto il 15 aprile, Roma non ce la fa a fare tutto... deleghi agli uffici Inps di zona.
 
Ha sottolineato il danno che subiranno i negozianti di abbigliamento, essendo avvenuta la chiusura forzata a cavallo della primavera, non hanno potuto smaltire il vecchio con i saldi e chi ha comperato e aveva i nuovi acquisti in giacenza non ha potuto vendere e non avrà i soldi per pagare la nuova fornitura, stessa cosa vale per chi non è riuscito a completare gli ordini e ha elargito gli acconti, si trova ad aprire e non avere la merce.
 
Un altro aspetto da non sottovalutare l’apertura degli asili, bisogna trovare un sistema, altrimenti non si potrà ripartire, i genitori non potranno recarsi al lavoro e neanche ricorrere allo Smart Working, perché anche a casa i figli vanno guardati.

Il Covid ha rivalutato la digitalizzazione, con Smart Working da casa e cosa importante i bambini e i ragazzi hanno imparato che il tablet non serve solo per giocare, ma ha una funzione molto importante, è uno strumento indispensabile per lo studio a distanza.

Alla domanda come reagiranno le persone quando gli si dirà che potranno uscire, usciranno o avranno paura?

La risposta del sindaco è stata chiara: come abbiamo fatto informazione perché tutti rimanessero in casa allo stesso modo faremo informazione perché la gente esca con le dovute precauzioni.

Con un po' di comprensibile mestizia, Pane ha aggiunto "Mi si stringe il cuore, al mattino andando al lavoro, vedere la città deserta con I negozi con le serrande abbassate... e non poter fare quella colazione al bar a cui tenevo tanto, anche perchè è sempre stata l'occasione per incontrare le persone, sentire le loro opinioni".

La ristrutturazione e il turismo sarà un settore che avrà bisogno di un'occhio di riguardo da parte dello Stato per non subire un crollo totale.

Il Sindaco oltre a essere ferrato, spigliato ed eloquente su tutte le argomentazioni, ha un modo di porsi e di parlare molto cordiale e forbito che piace alla gente, ed è molto seguito in queste dirette. 

Ha poi proseguito parlando del Decreto Regionale del Presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio n. 47 del 20 aprile 2020. Che indica le ulteriori misure per la prevenzione e gestione epidemiologica da Covid19 ordinanza ai sensi dell'art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. 

In cui è prevista la chiusura di tutti gli esercizi commerciali nelle giornate del 25 aprile e 1° maggio, ad eccezione di farmacie, parafarmacie e di tutti gli esercizi dedicati alla vendita esclusiva di prodotti sanitari. Aperte anche edicole e benzinai, oltre alle aree di servizio sulla rete autostradale.

Restano consentite, inoltre, le consegne a domicilio per tutti i settori merceologici, eseguite nel rispetto delle regole di sicurezza.

Il Sindaco ha avvisato che il mercato alimentare bisettimanale, quindi, si svolgerà nella sola giornata di mercoledì 22 Aprile, con le medesime modalità di sabato scorso.

I tamponi agli ospiti della casa di riposo sono stati eseguiti, non appena ci saranno i risultati verranno comunicati ai familiari e saranno poi informati anche i cittadini nel rispetto della privacy.

Il 25 Aprile la Prefettura ha proibito ogni tipo di manifestazione, non si può scendere in piazza, ma il Sindaco si recherà al Monumento dei Caduti in piazza Dante a onorare l’importanza di questa data e sarà in diretta su facebook per rendere partecipe la comunità di questo momento importante per la nostra Costituzione.

A tutt'oggi a Trino non si registrano nuovi casi di coronavirus, questo grazie anche alla diligenza dei cittadini e perché no anche grazie ai nostri Beati a cui don Patrizio Maggioni ci ha affidato.
 
 
NON SONO DISPONIBILI ALTRE IMMAGINI
TAGS:

vercelli

valsesia

provincia di vercelli

Piemonte orientale

Piemonte

guido gabotto


Vercelli
Oggi.it - Network © - Blog
Vercelli Oggi.it Sas Di G.Gabotto & C. - P.I. 02685460020 - Direttore: Guido Gabotto
Numero telefonico unico, anche Whatsapp: 335 8457447
Mail: info@vercellioggi.it - Note Legali - Privacy
Supporto tecnologico: Etinet s.r.l - 12038 Savigliano (CN) - www.etinet.it